Full English Breakfast

Essendo stata una colonia Inglese, Malta,  ha adottato molte tradizioni e usanze dall’Inghilterra.
Una di queste è proprio la colazione.
Non fatevi ingannare dalla parola “ colazione “ in quanto,
 non significa necessariamente che la
tradizionale colazione inglese deve essere preparata solo al mattino, ma  è un pasto da gustare in ogni momento della
giornata. Un piatto ricco, che personalmente a casa mia non si è  mai mangiato di capo mattina…. La mattina ci permettiamo  solo un caffè ma verso l’ora di pranzo(ore 12
e non oltre) mangiare un piatto cosi non ci dispiace affatto.
Ecco cosa deve contenere un piatto di Full English
Breakfaast:
Bacon:Tre pezzi di pancetta, preferibilmente di provenienza
locale e grigliate alla perfezione croccante ,
Salsiccia : Due salsicce meravigliosamente paffute ,
BakedBeans:Fagioli in salsa di pomodoro,
Pomodoro fritto:Un pomodoro fresco, tagliato a meta e
fritto in padella,
Uova:Due uova fresche, fritte a occhio di bue,
Funghi fritti: Una manciata di funghi freschi fritti,
Black Pudding : Due fette generose di sanguinaccio  si possono aggiungere alla colazione
inglese….ma qui è questione di gusti… io non lo mangio ,quindi nella mia
colazione  non è
mai presente!!
Insieme a  questo
piatto principale di cibo, devono essere servite  una selezione di bevande, accompagnamenti e
condimenti .

Succo di frutta fresca:Succo d’arancia o di pompelmo,
Caffè,
Toast fresco : Fette di pane appena tostato,
Condimenti:burro,
una selezione di marmellateeconfetture, sale
& pepe, salsa  HP &HeinzTomato Ketchup.
La tradizionale colazione all’inglese deve essere
consumata lentamente,  servita su un tavolo che da ad ogni
occupante ampio spazio per leggere il giornale.

A Presto

Terry

Il Mio American Breakfast per Mtc di Ottobre.

Ogni mese c’è una sfida che mi aspetta…quella dell‘MTC!

Questa
volta, Roberta, la vincitrice del mese scorso ci ha mandato dritti
dritti in America, a gustare una tipica American Breakfast!

L’AMERICA!!!! 

Chi non ha mai sognato l’America?
Li, dove tutto è fantasticamente meraviglioso….

dove tutto brilla sia di giorno che di notte…. 
dove la musica e i film la fanno da protagonista….
dove fiumi, laghi e oceani la circondano….
dove la natura è spettacolare….
dove gli uragani si scatenano…..
                   

La
colazione americana consiste in un uovo in camicia accompagnato da un
pane e  da una bevanda. L’uovo per colazione non era niente di nuovo per
me, visto che sono cresciuta con l’english breakfast (anche se io l’ho sempre consumata a pranzo).

Ed è stato proprio un uragano a scatenarsi nella mia cucina…… pentolini, mestoli di tutti i tipi e tutte le dimensioni pronti per cucinare questo tanto temuto  uovo in camicia.
La paura di sbagliare e consumare tutte le uova senza ottenere niente era tanta, ma poi come per magia l’uovo è uscito incamiciato al primo colpo.  La mia felicità era scontata!!

Ecco come ho composto la mia American Breakfast:

Eggs Benedict con English muffin e Maionese profumata alla pancetta , American Cookies e Latte aromatizzato alla vaniglia.

Per gli English muffin ho seguito la ricetta di Roberta;

Ingredienti:
450 g di farina forte per pane
225 ml latte
55 ml di acqua
7 g lievito di birra secco
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaino di sale

Versate la
farina, il sale, il lievito e lo zucchero nella planetaria, poi fate un buco al
centro e versate l’acqua e il latte. Azionate a bassa velocita e lavorate per circa 5 minuti. Formate una palla, posizionate in una pirofila leggermente imburrata, coprite con la pellicola e lasciate riposare per 1 ora, fino al raddoppio.
 
Preriscaldare
il forno a 180 gradi,
trasferite
l’impasto sul piano di lavoro e, con un  mattarello, spianarlo ad uno spessore di
1,5cm. Con il taglia biscotti, tagliare i panini, 
rimpastate i resti della pasta e ricavate altri.
Scaldate su
un fornello, a fiamma media, un’ampia padella e quando  è calda, far cuocere 4 panini per volta, a fiamma bassa, per 4
minuti per lato. Se è possibile, sarebbe bene terminare la cottura in padella:
se invece dovessero scurire troppo e non cuocere bene all’interno (lasciando
crudi i bordi) potete proseguire la cottura in forno, per 5-8 minuti. 

Per la cottura dell’uovo in camicia ho seguito sempre  i consigli di  Roberta, e non mi sono pentita per niente!

In una casseruola, versate circa 5 cm di acqua e
scaldate a fuoco medio fino alla comparsa delle bollicine sul fondo e
sui bordi della pentola.
        

Rompete l’ uovo in una ciotola, versate delicatamente l’ uovo,  sulla superficie
dell’acqua, lasciando che va dolcemente a fondo. Lasciate cuocere per 3 o 4 minuti, usando una
spatola di gomma per staccare delicatamente le uova dal fondo della
pentola, se fosse necessario. 

Con un mestolo forato togliete le uova dall’acqua.

Per la ma Maionese saporita al bacon;

4 fette di bacon
1uovo e 1 tuorlo a temperatura ambiente
350gr di olio di semi di girasole
30gr di succo di limone
un pizzico di sale

Adagiate le fette di bacon su una placca da forno e mettete sotto il grill per qualche minuto, finché non saranno  dorati e croccanti. Tritate e tenete da parte.
 
Versate nel boccale del bimby, le uova, il sale e il succo di limone. 1min vel.4. poi a vel. 5 versate l’olio sul coperchio del
bimby, tenendo il misurino capovolto, in modo che l’olio filtri piano
alzando ancora la velocità a 6. Quando l’olio è finito, amalgamare:
pochi secondi a vel. 7

Unite il bacon tritato e mescolate vel 2.

Per gli American Cookies;(ricetta di Martha Stewart)

335gr di farina
2 uova

225gr di burro morbido
110gr di zucchero semolato
175gr di zucchero di canna
mezzo cucchiaino di bicarbonato

1 cucchiaino di sale

2 cucchiaini di estratto di vaniglia 

300gr di gocce di cioccolato

Nella planetaria con la frusta, lavorate il burro con i due zuccheri fino ad ottenere un impasto spumoso. Unite il sale, la vaniglia e le uova e continuate a montare.
Unite a cucchiaiate la farina precedentemente mischiata con il bicarbonato. Infine unite le gocce di cioccolato. L’impasto deve risultare molto morbido.
Rivestite con carta forno una placca da forno, formate delle palline di composto e adagiateli ben distanziati.  Infornate a 180° per circa 10 minuti….in forno per magia la pallina di composto diventerà un biscotto piatto!

Per il Latte Aromatizzato alla Vaniglia;

 250ml di latte fresco
 50gr di zucchero
 1 baccello di vaniglia

Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, poi apritelo e raschiatene i semi con la punta del coltello.
Raccoglieteli con il baccello in una piccola casseruola, unitevi il
latte e fate scaldare senza portare a ebollizione; spegnete la fiamma e
lasciate in infusione per circa 30 minuti.Eliminate il baccello, unite lo zucchero e
scaldate nuovamente il latte sino a raggiungere la temperatura
desiderata, poi distribuitelo nelle tazze.

E la colazione è servita…con la speranza di poterla gustare un giorno direttamente negli States!!!

Terry

Il Mese dei cow boy- Chili con carne per MTC di Aprile.

Grazie ad MTC sto girando il mondo virtualmente…. Questa volta, grazie ad Anne siamo in Texas!!

Texas, la terra dei cowboy!

Subito, appena ho letto questo tema, la mia memoria è tornata indietro a quando avevo  circa 8 – 10 anni.
Ricordo i pomeriggi a casa dopo la scuola, dove con ansia aspettavo che iniziava la trasmisione “BimBumBam”( ve lo ricordate voi??) per vedere i cartoni animati, e poi tutto ad un tratto, si alzavano i nonni dal loro riposo pomeridiano e mettevano la tv su rete4, (e si anche a Malta le stazione televisive Rai e Mediaset, sono sempre state presenti, ed è da li che ho avuto un grande aiuto per imparare la lingua italiana!) dando il via ad una serie di film Western! Mi ricordo alcuni attori come Clint Eastwood e John Wayne che cavalcavano i loro cavalli, vestiti con i gilè di pelle, cappelli da cowboy, e pistola allacciata attorno alla vita.
Poi vedevano anche Bud Spencer e Terence Hill, con  i loro guai che fanno anche un pò ridere.
Per non parlare dell’appuntamento fisso delle 19.00 di ogni sera, che avevano mio nonno e mio papà con Chuk Norris e l’immancabile “Walker Texas Ranger”.

Ora lascio stare i cowboys, e parliamo della ricetta, Il Chili con carne, la scelta di Anne.
Il chili con carne l’ho mangiato solo una volta sola fin’ora, circa 9 anni fà durante ad una serata tra colleghi a Malta, in un ristorante Tex-Mex a Sliema.
Non ricordo bene il sapore, ricordo soltanto che era piccantissimo! Anche se a me non dispiaceva, visto che amo mangiare cose speziate, e il pepe nei mie piatti non manca mai.

E’ da questo mio ricordo “molto piccante”, che è iniziata la mia ricerca per il peperoncino. Nei fruttivendoli in zona non sono riuscita a trovare niente, di peperoncini freschi non c’era nemmeno l’ombra, e quando chiedevo informazioni, la risposta era sempre la stessa…”ancora non è tempo, inizieranno verso Maggio” oppure “signora, i prezzi sono molto elevati, quindi evitiamo di portarlo”.
Per tale motivo, ho optato per i peperoncini secchi, comprati al supermercato.
Ho iniziato a fare la salsa ma non ero sodisfatta. Peperoncini troppo secchi e l’unica cosa che ho ottenuto è stata un’ acqua piccante, ma niente salsa.
Cosi’, insieme alla mia amica Patrizia, un giorno siamo andati al mercato, alla ricerca dei peperoncini freschi, giravamo come pazze le bancarelle ma niente da fare, talmente volevamo trovare il peperoncino, che abbiamo scambiato quello finto ornamentale per peperoncino fresco, e se non c’è lo facevano toccare non ci credevamo che era finto…..!! Che risate!!
In quel momento ci sentivamo tristi, niente peperoncino, abbiamo acquistato solo dei cornetti in modo da aggiungere a quelli secchi ed ottenere almeno una salsa.
Ritornando a casa, siamo passati d’avanti ad un supermercato, che secondo Patrizia e fornitissimo….”facciamo l’ultimo tentativo diciamo entrambi!!”
Appena ci avviciniamo al reparto orto-frutta, faccio un salto…..”Patry…. ci sono….. i peperoncini…..l’abbiamo trovati!!!!”” Che felicità!
E cosi  Chili con carne sia!!

Chili con Carne, Tortillas e Southern Spiced Potatoes Wedges.

100gr di salsiccia semplice sale e pepe
200gr di manzo, taglio Noce
200gr di maiale, taglio Coscia
1 cipolla piccola
2 peperoni del tipo “cornetto”
50gr di fagioli rossi secchi – red kidney beans
un quarto di cucchiaino di cumino
un quarto di cucchiaino di mixed spice
circa 6 peperoncini secchi
2 peperoncini freschi

Per prima cosa, mettete i peperoncini secchi in acqua bollente e lasciate in infusione per un paio di ore, in modo da reidratarli.  Nel frattempo pulite i peperoncini freschi e 1 peperone cornetto dai semini e poi arrostite in forno. Una volta arrostiti i peperoncini, spellateli
e frullateli insieme  ai peperoncini secchi, e mano mano aggiungete l’acqua d’infusione, in modo da ottenere una salsa densa. Passate poi la salsa ottenuta al setaccio in modo da eliminare ogni
residuo delle pellicine e semi vari.

Ora in un tegame di terracotta abbastanza capiente, versate la salsa, unite la carne, le spezie, la cipolla e l’altro peperone cornetto tagliati a julienne. Amalgamate  bene tutto, in modo che tutti i sapori si amalgamano tra di loro. Versate un quarto di bicchiere d’acqua, ponete sul fuoco, portate a bollore e poi coprite  e abbassate la fiamma al minimo, continuando la cottura per circa un ora.

Nel frattempo, cucinate i fagioli,  messi ammollo la notte prima, regolateli di sale a fine cottura.
Una volta scolati uniteli alla carne, circa 10 minuti prima di fine cottura.

Per le Tortillas;

Iniziate sciogliendo il sale
nell’acqua. In una ciotola mettete la farina
setacciata, il lievito, l’olio
e aggiungete l’acqua tiepida in cui avrete fatto sciogliere il sale. Impastate gli ingredienti con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Mettete ora l’impasto sulla spianatoia e lavorate la
pasta per almeno 10 minuti in modo da ottenere un palla liscia e omogenea.  Ponete in
una ciotola e lasciatela riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo,
riprendete la pasta e formate 8 palline del peso di circa 50 grammi
l’una, con il mattarello stendete ogni pallina formando un disco
rotondo del diametro di 15 centimetri. Mettete sul fuoco una padella per crepes, quando sarà
ben calda, adagiatevi una tortillas, fate cuocere a fuoco moderato
per un paio di minuti, girando la tortillas su entrambi i lati.

Continuate in questo modo fino a quando avrete esaurito tutte le
tortillas. Ogni volta che avrete cotto una tortillas ponetela su un
piatto, una sopra l’altra, coprendole con un canovaccio, in questo modo le tortillas
rimarranno umide e non si seccheranno.

Per il contorno patate speziate; (con le dosi sono andata ad occhio)

6 patate
pangrattato
paprika
aglio disidratato
cipolla disidratato
rosmarino
sale pepe
parmiggiano
zenzero
cipollina disidratata
olio evo

Prescaldate il forno a 250°.
Lavate bene le patate senza sbucciarle e  tagliatele a fette grossolane.  Lavate  bene ed asciugate. Versatele in una ciotola ed unite tutti gli ingredienti. Fate incorporare bene le spezie, versate su una teglia rivestita da carta forno ed infornate per circa 45minuti.

E perchè no…. servite queste tortillas ripiene di chili con carne con una bella birra ghiacciata!

Con questa ricetta partecipo all’ Mtc di Aprile.

A Presto

Terry

Fideuà vegetariana con salsa al curry

Buongiorno……

Dopo la prima versione classica di Fideuà, vi avevo avvisato di aspettarvi altre versioni. Ed  ecco  a voi la mia seconda versione, questa volta vegetariana.
Fideuà Vegetariana con salsa al Curry!
per due persone;

200gr di spaghetti spezzati (2-3cm)
mezzo peperone
70gr di piselli freschi
100gr di funghi di bosco
1 porro
1 spicchio d’aglio rosso di Trapani
un bicchiere di VinChef(vino aromatizzato alle erbe)
olio evo
sale 

Per il brodo;
500ml di acqua
1 dado di verdura home made

Per la salsa al curry;

30gr burro
1 cucchiaio di farina
3 cucchiaini colmi di curry
200 ml di latte intero
un pizzico di sale

Per prima cosa, spezzate gli spaghetti, e tostateli con un filo d’olio. Togliete e mettete da parte.
Tagliate il porro a rondelle, l’aglio a fette, i funghi e il peperone a dadini, unite i piselli, un filo d’olio e fate rosolare tutto insieme. Dopo circa  5 minuti, sfumate con il fino, fate evaporare tutto il liquido. 
Ora distribuite gli spaghetti in modo uniformo su tutta la superficie della padella, ricoprite con il brodo caldo e fate cucinare seguendo le indicazioni della pasta,(la mia era 10 minuti) se necessario aggiungete altro brodo, ma attenzione a non farla diventare troppo brodosa!

Per la salsa;

In un  pentolino fate sciogliere il burro a fuoco basso, unite il curry e la farina. Con una forchetta amalgamate bene e fate sciogliere tutti i grumi. sempre  a fuoco basso unite il latte a filo e fate addensare.

Anche questa versione vegetariana è risultata ottima!!

E non pensate che questa sia l’ultima…. “working progress” scappo, che mi aspetta un’ altra versione di Fideuà !!

A Presto
Terry

Stir Fried Rice Noodles

 

Questo piatto  mi ricorda le  vecchie uscite tra amici. Il sabato sera,  prima di andare in discoteca ci incontravamo a Marsascala (MALTA) e li ci fermavamo in uno dei più famosi ristoranti cinesi di Malta per cenare.
Il menu’  era vario dagli springrolls, ai wontons, dall’ anatra in agrodolce al riso…. ma poi c’èra questo piatto, i noodles che io adoravo!
Ed e’  cosi che qualche giorno fà mentre facevo la spesa, ho visto questi noodles, anzi rice noodles, ovvero spaghetti fini fini fatti di riso, cucinati con verdure e pollo.
Ecco la ricetta a modo mio, con un sapore molto vicino a quelli del ristorante!

 Per 2 persone;

200gr di rice noodles
mezzo peperone verde
mezzo peperone giallo
150gr di funghi champinion
1 carota
1 porro
4 fette di pollo
2 spicchi d’aglio
spezie: zenzero
2 cucchiai di soy sauce
sale e pepe
In
un wok o se non lo avete una padella abbastanza grande, fate scaldare 2
cucchiai di olio evo, fate soffriggere il porro, le carote, i peperoni,
l’aglio e i funghi. aggiungete una spolverata di zenzero e lasciate
andare per circa 2 minuti a fiamma forte.  Unite il pollo tagliato a
pezzettini e cucinate. Il risultate deve essere un misto di pollo e
verdure croccanti. Nell’ fratempo cucinate i noodles seguendo le
istruzioni riportate sulla confezione. Scolate e unite dentro all’wok, 
unite il soy sauce e cucinate per altri 2 minuti.

Questo piatto va servito caldo in modo da gustare la sua croccantezza!

Buon Pranzo 
Terry