VegBurger con Chips di Carote

 

Sicuramente non potevo fermarmi ad un burger solo per l’MTC e deludere la Mazzetta! Il regolamento dice che massimo se ne potevano fare tre, quindi perchè perdere quest’occassione?
Il secondo burger a base di verdure, me lo sono gustato con la nonna, durante un nostro pranzo insieme.
A lei è piaciuto tantissimo e non si fermava di intingere ogni boccone nella maionese!

VegBurger con Chips di Carote e Maionese aromatizzata alla Paprika Affumicata.

Per i panini; 4 con lievito madre;

150g di farina integrale
100g di farina manitoba
80g di lievito madre rinfrescato
150ml di latte
25g di burro
15g di zucchero
5g di sale

Per lucidare i panini;
1 uovo
1 cucchiaio di latte
semi vari a scelta


Versate il latte a temperatura ambiente lo zucchero e il lievito madre
nella planetaria e fate sciogliere a bassa veolictà con il gancio a K.
Setacciate le farine, versatele dentro la planetaria, cambiate con il
gancio ad uncino ed iniziate ad impastare, unite anche il sale, infine
unite il burro e  fate incordare bene l’impasto, deve risultare morbido
ma non appiccicoso. Formate una palla e riposate nella stessa ciotola
della planetaria, coprite con la pellicola e fate lievitare fino al
raddoppio, circa tre ore, il tempo dipende dalla temperatura e umidità
che avete in casa.

Una volta che l’impasto avrà raddoppiato il suo volume,  capovolgete sul
piano di lavoro, sgonfiate e fate una serie di pieghe a tre. Posate
l’impasto con la chiusura rivolta verso il basso, coprite a campana e
fate riposare nuovamente per circa un’oretta. Passato questo tempo,
dividete l’impasto in quattro pezzi, circa 90g ciascuno, formate i
panini, adagiateli in una teglia rivestita di cartaforno, schiacciate
delicatemente, coprite con un panno e fate riposare nuovamente per circa
un’oretta.
Passato anche l’ultima fase di levitazione, amalgamate insieme il uovo e
il latte, spennellate i panini, cospargete con i semi scelti e
infornate in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti. Una volta
cotti, adagiate su una gratella e fate raffreddare.

Per 4 VegBurger;
300g di ceci (cucinati il giorno prima)
1 piccola cipolla di tropea
1 spicchio d’aglio
mezzo peperone
100g di formaggio ragusano
prezzemolo
sale e pepe
olio evo q.b.

Tritate finemente la cipolla, l’aglio e il prezzemolo. Tagliate a dadini piccoli il peperone e il formaggio. Frullate con il minipimer i ceci, allungando con un pò di brodo di cottura. Versate tutte le verdure in una ciotola insieme ai ceci frullati, salate e pepate unite un filo d’olio e amalgamate tutto. Formate 4 burger, disponeteli su cartaforno e poneteli in freezer giusto il tempo che riscaldate la piastra. Una volta riscaldata la piasta, cucinate per circa 4 minuti per lato.

Per la Maionese;
(versione Bimby)
1uovo e 1 tuorlo a temperatura ambiente
350gr di olio di semi di girasole
30gr di succo di limone
mezzo cucchiaino di paprika affumicata
un pizzico di sale

 

Versate nel boccale, le uova, il sale e il succo di limone. 1min vel.4. Ora a vel. 5 versate l’olio sul coperchio del
bimby, tenendo il misurino capovolto, in modo che l’olio filtri piano
alzando ancora la velocità a 6. Quando l’olio è finito, unite la paprika: 20sec vel. 7. ed è pronta.
Per le chpis di carote;
Pelate le carote, tagliate a bastoncini, irrorate con olio e sale, disponete in una placca da forno rivestita da cartaforno e infornate per circa 20 min  in forno già caldo a 200°.
Assemblaggio del panino;
Dividete il panino a meta e tostate leggermente sulla piastra, con la parte interna rivolta  verso il basso. Sulla base adagiate una
foglia di lattuga, sopra il burger, splamate un cucchiaino di maionese, una fetta di  pomodoro chiudete con l’altra meta il panino e il burger è pronto!
Con questa ricetta partecipo a MTC n.49
A Presto
Terry

Burger di Salmone con Salsa allo Yogurt e Chips di Finocchio

 

Erano un paio di mesi, che guardando gli indizi del mtc, pensavo al burger americano, ma alla fine la ricetta scelta era tutt’altro.
Questo mese, invece, non ho capito niente degli indizi…. e cosa spunta fuori… proprio il burger!!
Ci voleva lei e la sua vittoria per la mitica ricetta, la “fratella” della community, Arianna!!

I burger sono un piatto che le bimbe adorano, ed io li faccio spesso,  anche a Pipinu piace molto specialmente accompagnato da un boccale di birra gelata. Quando dico che li faccio spesso, mi riferisco al  classico burger di carne, con un po’ d’insalata e una fettina di formaggio nel panino, una spruzzata di ketchup e maionese e basta. Poi  ci sono delle volte, che nel mio panino metto anche del bacon e un uovo fritto, cosi  come me lo mangiavo il sabato sera “di tanti anni fà” al take-away in piazza con gli amici.

Quando si dice burger, subito viene da pensare a quello tradizionale di carne, però qui si parla di ricetta per l’mtc, e anche se so che sono molto, ma molto lontana dalla vittoria, ho voluto abbandonare il tradizionale e osare un pò.

Mentre preparavo, Pipinu mi passava vicino, chiedendomi cosa stavo preparando per cena, e quando ho risposto che sarebbe stata una cosa nuova, la sua risposta era sconcertante, perché lui non ama le novità, però tutto cambiò al primo morso, dove sono partiti una serie di mmmhhhh buono!….mmmhhh ma la salsa cos’è? sai che mi piace!!
E non potevo non essere contenta che alla fine,  la cena e i nuovi sapori per lui sono stati  graditi.

Burger di Salmone con Salsa allo Yogurt e Chips di Finocchio.

Per 4 panini con lievito madre;

150g di farina integrale
100g di farina manitoba
80g di lievito madre rinfrescato
150ml di latte
25g di burro
15g di zucchero
5g di sale

Per lucidare i panini;
1 uovo
1 cucchiaio di latte
semi vari a scelta



Versate il latte a temperatura ambiente lo zucchero e il lievito madre nella planetaria e fate sciogliere a bassa veolictà con il gancio a K. Setacciate le farine, versatele dentro la planetaria, cambiate con il gancio ad uncino ed iniziate ad impastare, unite anche il sale, infine unite il burro e  fate incordare bene l’impasto, deve risultare morbido ma non appiccicoso. Formate una palla e riposate nella stessa ciotola della planetaria, coprite con la pellicola e fate lievitare fino al raddoppio, circa tre ore, il tempo dipende dalla temperatura e umidità che avete in casa.

Una volta che l’impasto avrà raddoppiato il suo volume,  capovolgete sul piano di lavoro, sgonfiate e fate una serie di pieghe a tre. Posate l’impasto con la chiusura rivolta verso il basso, coprite a campana e fate riposare nuovamente per circa un’oretta. Passato questo tempo, dividete l’impasto in quattro pezzi, circa 90g ciascuno, formate i panini, adagiateli in una teglia rivestita di cartaforno, schiacciate delicatemente, coprite con un panno e fate riposare nuovamente per circa un’oretta.
Passato anche l’ultima fase di levitazione, amalgamate insieme il uovo e il latte, spennellate i panini, cospargete con i semi scelti e infornate in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti. Una volta cotti, adagiate su una gratella e fate raffreddare.

Per i Burger di Salmone;
per 2;

300g di filetto di salmone
sale
pepe
erba cipollina
prezzemolo

Tritate finemente con un coltello il filetto di salmone, tritate anche l’erba cipollina e il prezzemolo, unite tutto, salate e pepate, formate i burger con l’aiuto di un coppa pasta e passate per un paio di minuti in freezer, giusto il tempo di rassodarsi un pochino.
Riscaldate per bene la piastra e cuocete i burger per circa 3 minuti per lato.

Per la salsa allo yogurt;
2 cucchiai di formaggio spalmabile fresco
2 cucchiai di yogurt greco
1 cucchiaino di lemongrass
un pizzico di sale e pepe

In una ciotola unite il yogurt greco, il formaggio spalmabile, le erbe e il sale e pepe. Amalgamate energicamente con una forchetta, conservate in frigo fino al momento dell’uso.

Per la farcitura;
foglie di lattuga
fette di pomodoro
fette di cetriolo

Per il contorno; Chips di Finocchio;
1 finocchio
olio di semi

Eliminate la parte esterna del finocchio, affettate in fette sottili, sciacquate sotto acqua corrente, tamponate e asciugate bene tra due fogli di carta assorbente. Nel frattempo mettete a riscaldare l’olio in un pentolino e una volta raggiunta la  temperatura, circa 180°,  tuffate dentro le fettine di finocchio, poco per volta, per circa 4 minuti, scolate e ponete su carta assorbente.

Assemblaggio del burger;

 

Dividete il panino a meta e tostate leggermente sulla piastra, con la parte interna rivolta  verso il basso.
Sulla base del panino spalmate un po’ di salsa allo yogurt, adagiate una foglia di lattuga, poi il burger di salmone, poi un cucchiaino di salsa, poi le fette di cetriolo e sopra le fette di pomodoro. A questo punto potete chiudere il burger con l’altra meta del panino, aprite la bocca grande grande e mangiate! 🙂

Con questa ricetta partecipo a MTC n.49

 

A Presto
Terry.

Piandina Home made con Funghi Valentina

 Oggi vi presento la mia ultima collaborazione,  I funghi di Valentina…….

La Funghi Valentina è una moderna azienda agricola che dal 1980 coltiva
il prataiolo (agaricus bisporus), conosciuto anche come champignon.
L’ amore per la campagna e la natura sono stati i principi
ispiratori dell’ idea imprenditoriale. La stessa passione che porta al
conseguimento, nel rispetto di un’ armoniosa convivenza con la natura,
di un prodotto naturale e buono.
Qualità, servizio al cliente, rispetto per l’ambiente, sicurezza e
garanzia di un prodotto sano sono i percorsi della ricerca e della
modernizzazione che fanno di questa azienda una fungaia specializzata
nella produzione di Alta Qualità.

LA STORIA
1980 – la fungicoltura è da pochi anni in Italia, Oriano
Borghi, 27enne, decise di intraprendere una nuova avventura
imprenditoriale. Erano gli anni in cui esisteva solo l’esperienza di un’
agricoltura estensiva e sottoposta a rischi continui climatici e di
intemperie; da qui nacque invece l’idea di seguire una agricoltura
intensiva, riparata, curata e seguita con meticolosità e possibilità di
diminuire fortemente i trattamenti a pieno campo. Nacquero le prime 4
stanze colturali, a “tunnel” e l’azienda prese il nome della figlia di 3
anni, Valentina.

1997 – le serre sono ormai 10, l’azienda è riconosciuta
per serietà e qualità, ma a legittimare il pensiero del prodotto il più
possibile naturale e non trattato è il marchio “QC” “qualità
controllata”, della Regione Emilia Romagna, che andava a certificare ad
agricoltura integrata le aziende rispettose di determinati e molto
rigidi limiti, garantendo in questo modo il consumatore della qualità
del prodotto acquistato.

2000 – la tecnologia si evolve e venne edificata secondo i
più moderni ritrovati una nuova area aziendale con stanze colturali e
servizi di ristoro, deposito e spedizioni completamente integrato

2009 – viene ampliata l’ultima e moderna struttura.

Ecco come ho usato i loro Funghi Grigliati Bio;

Piadina con speck, stracchino e funghi;

Per circa 8 piadine
250gr farina 00
1 cucchiaio  di strutto
un pizzico di sale
110gr di latte o acqua circa (dose indicativa, potrebbe servirne un pò in più o in meno)
Impastate
in una ciotola tutti gli ingredienti, dovrete ottenere un impasto
morbido. Chiudetelo nella
pellicola trasparente e fatelo riposare a temperatura ambiente un’oretta.

Formate
delle palline e stendetele sottili sottili. Scaldate una padella per crepes, e
quando sarà abbastanza calda cominciate a cuocere le piadine ,
bucherellandole un po’ con una forchetta. Quando inizierà a fare le
bolle giratela dall’altro lato. Conservatele al caldo dentro ad un
canovaccio di cotone o lino fino a quando saranno tutte pronte.

A Presto

Terry

Focaccia farcita di pollo alla paprika e salsa rosa home made

 Dopo che ho visto e rivisto tutte le ricette di Meggy alla fine la mia scelta è stata questa, anche perchè oltre alla pasta io sono un’amante dei panini!!

Ecco gli ingredienti:
1 focaccia
600 gr di tacchino a fette
1 cipolla rossa di Tropea
paprika dolce q.b.
olio
sale
Insalata 
Per la salsa rosa:
mayonese
ketchup
senape
worcester sauce
Cognac/Brandy
(Panna fresca) -> io non l’ho usata
Preparazione:
Tagliate a  striscioline la carne, mettetela poi in una ciotola e spolverizzate con della paprika e con un cucchiaio di farina, lasciate riposare per  qualche minuto.
Nel frattempo tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in una padella antiaderente con un pò di sale.
Aggiungete poi la carne, fate colorare bene, aggiustate di sale e di paprika, cucinare a fuoco lento per altri 15/20 minuti, mescolando bene.
Preparate la salsa rosa con 5 cucchiai di mayonese, mezzo cucchiaio di senape, un cucchiaio di ketchup, qualche spruzzata di worcester sauce e una goccia di Brandy.
(La ricetta originale prevede anche della panna fresca, ma io non l’ho usata.)
Tagliate a metà la focaccia e praticate poi un taglio interno rendendola una tasca, spalmate con abbondante salsa rosa, foderate con l’insalata ben lavata e riempite con il pollo alla paprika.
Con questo panino partecio a The Recipe-Tionist di Ottobre 
Buona cena.
 Terry

Club Sandwich

 Era da tanto tempo che volevo provare questo tipo di panino, solo che mi sono detta sempre…”ma no dai ….è pesante”, e cosi  ho sempre lasciato stare,  ma poi ogni tanto ci vole uno strappo alle regole……basta pensare alla linea, basta pensare alla cellulite(che poi anche se mangi leggero c’è sempre) :), basta pensare al colesterolo………!! Ogni tanto ci vuole!!!!

Per preparare un club sandwich servono;

3 fette di pane in cassetta (meglio quello tipo americano che le fette sono più grandi)
due fette di petto di pollo, io ho usato la fesa di tacchino a fettine presa in salumeria
due fette di pancetta
qualche foglia di insalata
un pomodoro
formaggio a fette
un uovo
burro

Arrostite le fette di pollo e la pancetta.
Tostate le fette di pane e dopo imburratele.
Tagliate il pomodoro a fette.
 Preparare una frittatia semplice di uova.

Su una prima fetta di pancarrè mettete le fette di formaggio, il pomodoro e le fette di tacchino. Mettete un’altra fetta di pane gia tostata ed imburrata e sopra aggiungete la frittata, le foglie di insalata e la pancetta. Chiudete il club sandwich con l’ultima fetta di pane. Tagliatelo in diagonale, infilate uno stuzzicadente in ogni paninio per fissarlo e servite il vosto club sandwich con patatine fritte!!

E buon Appetito!!!