Ghiaccioli di frutta fresca

ghiaccioli alla frutta

 

Il caldo sembra esser arrivato, e con esso il bisogno di rinfrescarci, con bevande fresche e dissetanti. Iniza anche il periodo dei gelati, cosa molto amata dai bambini. Avvolte Capita di non averli sempre in freezer o che finiscono prima di comprarne altri, e quando succede sono guai e pianti. Cosi in un momento di sconforto, approfitto per prepare dei ghiaccioli insieme a loro, usando frutta fresca e gli ultimi stampi comprati proprio per loro. Continue reading “Ghiaccioli di frutta fresca”

Ghiaccioli all’Arancia

 

Caldo…caldo…caldo!
Ci vorrebbe una cosa fresca e dissetante per sollevarci da questo caldo che ci sta massacrando in questi giorni. Non viene la voglia di mangiare niente se non cose fresche e belle fredde. In questi giorni, a casa mia, i  gelati stanno avendo la meglio a tutte le ore della giornata. Aprire il freezer per prendere un gelato insieme…(quei pochi secondi di fresco d’avanti allo sportello aperto sono come andare in paradiso)!
Con questo caldo, la voglia di fare e sotto zero, le forze ti abbandonano e cerchi di rianimarti in tutti i modi. Poi all’improvviso ti viene in mente una cosa.., la ricetta dei ghiaccioli di nonna Pina, una signora simpatica con cui mi fermo a parlare d’avanti a scuola.

Ghiaccioli all’Arancia;
per 6 formine;

250ml di succo d’arancia bio, circa 6 arance
il succo di un limone bio piccolo
1 cucchiaio di miele fior d’arancio
mezzo bicchiere d’acqua

Spremete le arance e il limone e filtrate il succo con un colino a maglie strette.  Riscaldate leggermente l’acqua, unite il miele e fate sciogliere. Unite il succo di arance e limone insieme all’acqua, versate negli stampi per ghiaccioli e riponente in freezer per circa 6 ore.
Io li preparo la sera, in modo che la mattina sono pronti, cosi l’attesa sembra meno difficile da parte delle bimbe, se no, è un continuo apri e chiudi il freezer per controllare se sono pronti!

 

A Presto

Terry

Gelato al Cioccolato al Latte (senza gelatiera)

 

 

Il caldo è arrivato ed anche forte! In questi giorni bisogna andare avanti con cose fresche, tra cui i gelati.
Nel frigo avevo ancora del cioccolato al latte, “avanzato delle uova di pasqua”, e volevo consumarlo il prima possibile, cosi’ qualche mattina fa mi venne in mente
di provare a fare un gelato veloce in modo da averlo pronto dopo cena.
Non mi aspettavo tanto, invece il risultato è stato ottimo. Avete
presente il sapore del caramello?, anzi il sapore delle barrette “mars”?, il cioccolato unito al caramello che ti addolcisce il palato, ecco ho avuto proprio questo risultato e dopo due cene.. di questo gelato era rimasto solo il contenitore vuoto!

Gelato al cioccolato al latte;
300g di cioccolato al latte
500ml di panna fresca
100ml di latte intero
100g di zucchero

Versate il cioccolato nel bimby e tritate 20sec. vel.8., poi fate sciogliere 3min. 50°. vel.4.
Una volta sciolto il cioccolato, versate il resto degli ingredienti, poi, 1min vel.6.
Versate il composto in un contenitore basso e ponete in freezer per 6 ore circa o poco più, in base ai vostri tempi. Passato  questo  tempo tagliate il gelato a cubetti, rimettete dentro il bimbi e mantecate 20sec. vel.5.
Per chi non ha il bimby, sciogliete il cioccolato al microonde o a bagno maria. Poi  in un pentolino versate tutti gli altri ingrediente insieme al cioccolato fuso e riscaldate, giusto il tempo che si scioglie lo zucchero. Versate in un contenitore largo e basso e ponete in freezer. Ogni ora circa prendete il contenitore e mescolare la crema. Ripetete per circa 3-4 volte o finché non ottenete la consistenza giusta.

Con questa ricetta partecipo al 100%GFFD

 

A Presto

Terry

Granita di Pesche

In estate, siamo circondati dalla frutta più buona, profumata, colorata e fresca di stagione. A me la frutta estiva piace molto, specialmente le pesche. Qualche giorno fa, sono uscita per fare un pò di spesa, e sono rientrata a casa con due cassette di nocepesce!!
Mangiarle tutte era impossibile, quindi pensando per i mesi invernali,  mi sono sbizzarrita in cucina preparando le pesche sciroppate e la marmellata, ed un pò di granita per le colazioni di questi ultimi giorni estivi.

Oggi vi lascio la ricetta della granita, e nei prossimi giorni arriveranno anche le altre ricette.

Granita di pesche con il bimby;

800g di pesche
500g di acqua
240g di zucchero
succo di mezzo limone

Versate l’acqua  e lo zucchero nel boccale, 7min 100° vel.1.
Aggiungete le pesche sbucciate  e tagliate a cubetti, 10min, 100° vel.1.
Unite il succo del limone, 10sec vel.5.
Versate in un contenitore basso, fate rafreddare e mettete nel frezzer per 12 ore circa.
Passato questo tempo tagliate a cubetti, verstae nel boccale e frullate 20sec vel.5/6. poi altri 20sec vel 7 spatolando.

Nota:

cucinare tutta la dose nel boccale è risultata un pò troppo, quindi è meglio se cucinate metà dose quindi 400g di pesche alla volta!

A Presto

Terry

Gelato al latte condensato.

Se come me vi piacciono i gelati pannosi, questo lo dovete provare!
Io l’ho scoperto per caso!Tra
noi blogger capita che chiediamo consigli, e cosi ha fatto qualche
giorno fà Valeria, chiedendo come poteva utilizzare del latte condensato
a lei avanzato. Tante ricette le sono state consigliate tra cui un
gelato, il gelato furbo di Araba. Anche se non avevo il latte condensato
a casa, volevo provare lo stesso questo gelato il prima possibile,
cosi’ quel pomeriggio stesso ho comprate il latte condensato e la
mattina seguente il gelato era pronto.
Una bomba calorica! per di più se come me, lo mangiate accoppiato con il caramello mou!

Ecco la ricetta;

397g di latte condensato, una lattina
500ml di panna fresca da montare
1 cucchiaio estratto di vaniglia
2 cucchiai di liquore Marsala

Mescolare in una ciotola il latte condensato con la vaniglia ed il liquore.
A parte montare la panna molto soda, quindi unire con delicatezza i due
composti mescolando dal basso verso l’altro cercando di non smontare
troppo il tutto. Versare in uno stampo a piacere il composto ottenuto e fate riposare in frezzere per almeno 8/12 ore.

Come dice araba,  questo
gelato non diventa mai così duro da non potersi mangiare, quindi non
tiratelo fuori dal freezer  troppo anticipo rispetto a quando volete
servirlo o ve lo ritroverete liquefatto, il liquore non si sente per nulla,  l’alcol
presente aiuta a non far ghiacciare troppo il gelato.

A Presto
Terry

Si ricomincia……con Pasta, Latte e Granita di Mandorle – Tutto Home-Made.

Eccomi qui, nuovamente seduta davanti al pc, approfittando un pò del tempo libero da dedicare  al mio blog.
Anche se qui le temperature sono ancora calde, per me le vacanze sono finite, magari qualche mattina al mare la posso ancora fare……chissà!

Quest’estate insieme alla mia famiglia siamo stati nella zona di Messina, precisamente ad Oliveri per trascorrere qualche giorno  di sano relax. Tra mare ed escursioni abbiamo scoperto delle zone davvero bella e ricche di cultura.

Il museo EtnoStorico di Nello Cassata che si trova a Barcellona Pozzo di Gotto dove all’interno si trovano piu’ di quaranta botteghe d’arte e mestieri antichi con tanti pezzi d’epoca esclusivi.

 I laghetti di marinello, acqua cristallina e pesci che ti passano attorno, con la suggestiva cattedrale di Tindari sopra la collina.

I laghetti di Marinello fotografati dall’alto ed il Santuario della Madonna di Tindari

Montalbano Elicona un piccolo paesino tranquillo a 907mt di altezza,

 Il panorama dal terrazzo del Castello di Milazzo,

E poi il gelato artigianale di Oliveri, buono ….buonissimo…. ogni gusto davvero indimenticabile!!

E dopo questi giorni nella meravigliosa Sicilia, non poteva mancare la mia estate Maltese…….

Giornate bellissime trascorse con le persone che amo e che mi regalano tanta felicità sono giunte al termine, si ricomincia con il lavoro, con i preparativi per il rientro a scuola di Farfallina e Pipina si riaccendono i fornelli di casa mia, non perchè in questi giorni ci sono stata lontana, perchè nemmeno i 40° Maltesi mi hanno fermata e anche li ho coccolato i miei cari con i miei piatti, ma ora sono a casa mia davanti ai “miei fornelli”, dove posso inventare e sperimentare ricette nuove, dove posso attivare nuovamente la mia pasta madre e panificare.

Ed ecco qui la prima richiesta di casa mia, mentre facevamo la spesa….

Pipinu: Sai che quest’estate la granita di mandorle non me l’hai fatta??!
Io: è vero….ho fatto tante volte le brioche col tuppo e gelati diversi…ma la granita no….
Pipinu: compriamo un panetto di mandorle cosi me la fai?
Io:…. ma no… a casa  ho le mandorle….poi te la faccio!

Ed ecco che quella sera stessa  la granita giaceva in freezer pronta per la colazione dell’indomani, e mentre che c’ero ho fatto anche un litro di latte di mandorla!

Per la pasta di mandorle con il Bimby;

 
400g di zucchero
400g di mandorle pelate, se come me avete le mandorle da spellare, basta versarli in acqua bollente per un minuto circa e poi spellarli facilmente tra le mani.
2 albumi
una bustina di vanillina

Versate lo zucchero nel boccale, 30sec vel8.
Unite le mandorle; 40sec vel10.
Unite la vanillina e l’albume; 1min vel4/5.
Raccogliete l’impasto, formate un panetto e conservate avvolta nella pellicola. Può essere conservata in frigo per 7 giorni.

 
Per la granita;

250g di pasta di mandorle
500g di ghiaccio
mezzo misurino di latte

Nel boccale del bimby spezzettate la pasta di mandorle in piccoli pezzi, unite il ghiaccio e il latte e fate 4 colpi a vel.Turbo.
Poi 2min vel 6, e dopo 20sec spatolando vel 8.

                                                                              
Per il latte di Mandorla;

Sciogliete 250g di pasta di mandorle in mezzo litro di acqua calda facendo sciogliere bene il panetto, una volta ben sciolto unite altri 200ml di acqua fredda e 300ml di latte. Imbottigliate e posate il latte di mandorla in frigo. Servite ben freddo.

A presto

Terry

Il Battesimo di Picipì…..Tra torta e gelato!

Come  accennato nei post precedenti, la scorsa settimana abbiamo festeggiato il battesimo di Picipì.
Tutto è andato bene, durante la cerimonia Picipì ha dormito tutto il tempo, anche durante la funzione  dormiva beatamente….. al contrario delle sorelline che hanno pianto tutto il tempo della messa!!


Il buffet è stato un successone…. tutti mi hanno fatto i complimenti e a breve vi farò vedere le foto e le ricette:)

Intanto questa è la torta che ho fatto in collaborazione con le mie amiche del cuore

La torta e sempre fatta con il mio pan di spagna , composta da una base da 30cm farcita con crema al cioccolato versione Bimby;
2 tuorli
400gr zucchero
1 litro di latte intero
100gr di cacao amaro
200gr di amido di mais 
 Versare tutti gli ingredienti nel boccale, 12min,90°,vel.4.
 e una base da 20cm farcita con crema pasticcera sempre versione Bimby;
500ml di latte intero
5 tuorli
1 cucchiaino di vanilia
50gr di fecola di patate
100gr di zucchero
Versare tutti gli ingredienti nel boccale, 7min,90°,vel.4.
Per la copertura della torta ho usato la pdz con l’aggiunta di cmc per renderla più elastica e modellabile.
Il topper, la bambolina è stata fatta da Lauretta, il fiocco è stato fatto dalla maestra Patty,
l’anemone è stato fatto da Flavia.


Ora passiamo al gelato…….
a Malta ad ogni battesimo e matrimonio come la vecchia tradizione vuole, viene servito un gelato dal nome di:  “il Gelato Antico della Nonna”. Secondo le vecchie dicerie questo gelato è un agurio di buona vita.
Volevo tanto preparare questo gelato per servirlo durante la festa, ma purtroppo, mi serviva un ingrediente che qua non trovo, ( il latte in scatola), e  tra l’altro mia mamma è arrivata solo un giorno prima e tra le tante cose che avevo da fare, non ci sono arrivata a preparalo.

Ci  tenevo tanto a fare questo gelato, ed appena ho trovato il tempo l’ho fatto!

Ecco la ricetta;
400ml di latte in scatola
400ml di acqua
100gr di zucchero
una stecca di cannella
la scorza di un limone non trattato
1 cucchiaino di vanilia
2 cucchiai di nocciole tritate
In un pentolino  versate l’acqua, la stecca di cannella e la scorza di limone. Portate ad ebollizione per circa 10 minuti. Filtrate con un colino e fate rafreddare completamente.
Una volta che questo liquido si è raffreddato, aggiungete la vaniglia e il latte in scatola
Versate tutto in una ciotola di vetro o acciaio e tenetelo in freezer per un’ora.
Passato questo tempo,  uscite il composto dal freezer, mescolate bene con una forchetta ed aggiungete le nocciole tritate, dopo di che’  versate il tutto dento la gelatiera.
Fate andare per circa 20 minuti.
Una volta fatto, si conserva in un contenitore chiuso ermeticamente in freezer. Prima di servire trasferitelo per 10 minuti in frigo.

Servite con altre nocciole tritate sopra.

Con questo post auguro a tutte voi buone vacanze……. io vado a godermi il sole ed il mare della mia isola! Ma soprattutto vado a passare un paio di giorni con i miei genititori, fratelli, cognate e nipoti… nonni, zii, cugini….. insomma con tutta la famiglia!! 🙂

Baci 
Terry

Cupola Torrone e cioccolato……sempre MTC

Qualche giorno fa, insieme alla amiche del cuore abbiamo organizzato un American-Sicilian B-B-Q  con i rispettivi mariti. Non vi dico quante cose abbiamo mangiato…. hamburgers e hotdogs americani, salsiccia catanese, insalata di patate, pastizzi maltesi, cous cous e caponata e sicuramente altre cose che non mi ricordo:)…… infine ci sono stati anche i dolci, tra cupcakes e crostate c’èra anche un gelato. Pipinu di questo gelato ha fatto il bis,tris e qua tris!! Ritornando a casa di continuo mi diceva di quanto c’ era piacuto quel gelato, e anche l’indomani  ha continuato…… il suo messaggio anche se non è stato chiaro  l’ho capito e quindi visto che volevo fare qualcosa in più per l’MTC ho dedicato un giorno in cucina ed ho esaudito la sua richiesta!
 Il risultato è stato molto vicino a quello mangiato durante quella serata e Pipinu ha gradito anche questa versione.
Gli ingredienti per la crema inglese sono gli stessi di Mapi ma il procedimento è diverso. Ho usato il Bimby.
Per il gelato al torrone;
2 uova 
2 tuorli
300ml di latte
200ml di panna liquida
50gr di zucchero extra fine
1 cucchiaino di vaniglia
1 pizzico di sale
150gr di Torrone Flamigni
 
Inserite nel boccale il torrone a pezzi e tritatelo per 10 sec. a vel. 4 e mettete da parte.Nel boccale mettete latte, panna, sale e vanillina e fate andare per 7 min.a 80° vel. 1.
Dal foro del coperchio mentre è ancora in movimento cambiando la vel. a 4, uniteci uova, tuorli e zucchero per 7 min. a 70° vel. 4. Unite il torrone 5 sec. a vel. 2.
Mettete il composto in un contenitore largo e basso e ponetelo nel freezer fino a farlo diventare bello solido. Una volta solidificato, tagliate a cubetti, inserite nel boccale e lavorate per 10 sec. a vel. 4 ed altri 20 sec. a vel. 6, spatolando. 
Per il gelato al cioccolato fondente;
400gr di latte intero
150gr di zucchero
100gr di panna fresca
4 tuorli
80gr di cioccolato fondente
 
Inserite il cioccolato a pezzi grossolani nel boccale del bimby e tritate con 3 colpi di Turbo.
Aggiungete tutti gli ingredienti rimanenti, vel. 4 per 5 min. 80°.
Versate il composto in un contenitore basso con chiusura ermetica, posate nel freezer per circa 12 ore. Passato questo tempo tagliate a cubetti e mantecate 15sec. vel. 9  e dopo con la spatola 30sec. vel.6.
Per la presentazione;
Prendete una ciotola o stampo per zuccotto e  rivestite di pellicola. Con il gelato al cioccolato spalmate l’esterno e mettete in freezer per circa 30minuti in modo che si solidifica. Una volta solidificato il “guscio” versate uno strato di gelato al torrone e riponete in freezer per circa 2 ore.
Passate anche queste 2 ore versate uno strato di gelato al cioccolato, poi ricoprite con delle fette di colomba classica Flamigni. Bagnate le fette di colomba con del liquore amaretto ricoprite di pellicola e rimettete in freezer per 12 ore.
Passato questo tempo ho sformato il gelato e  cosparso con granella di mandorle.

Baci
Terry

Il Gelato fatto in casa per l’Mtc di Luglio – Brioche ripiena di gelato all’ orzo e cacao

Buongiorno…… 
come ogni mese non mi faccio mai mancare l’appuntamento con l’MTC……
questa volta la sfida è sul gelato. Appena Mapi  ha annunciato la sfida, dopo qualche giorno mi sono messa a fare la mia prima versione di gelato, ma….. siccome questo mese sono stata molto impegnata a realizzare il buffet per il battesimo di Picipì, non avevo ancora trovato il tempo per scrivere il post…… quindi mi sono ridotta alla fine a fare una corsa contro il tempo per riuscirci. E durante questa corsa ho realizzato anche altre due gelati!!
Intanto ecco il primo gelato dal gusto semplice, che è stato divorato tutto in una serata accompagnato dalle brioche!
Seguendo alla lettera la ricetta di Mapi ecco il mio gelato  gusto orzo-cacao.
Per il gelato;
375 ml latte fresco intero
250 ml panna fresca
100gr di orzo e cacao(orzoro)
80 g zucchero semolato
3 tuorli
In una ciotola versate  l’orzo-cacao e metà dello zucchero e mescolate. Unite un po’ di latte. Scaldate  il resto del latte e portate quasi a bollore. Versatelo a filo sul composto di orzo-cacao mescolando  con una frusta per impedire la formazione di grumi. Ritrasferite tutto nella pentola e portate a bollore a fuoco dolce, mescolate continuamente con una frusta per non far bruciare il cacao. Fate bollire per 5/ 6 minuti. Togliete dal fuoco. Apparte montate i tuorli con lo zucchero restante finché il composto “scrive”. Versate a filo il composto al cioccolato mescolate velocemente e rimettete sul fuoco. Portate la crema a  85 °C se avete un termometro, io che non ne ho, ho usato il metodo del cucchiaio, cioè, una volta che immergete un cucchiaio di legno il dorso risultasse velato. Togliete dal fuoco, mescolate sempre e immergete  la base della pentola in un contenitore con acqua fredda e ghiaccio per abbattere la temperatura.
 Continuate sempre mescolando in modo che la crema si raffredda. Versate in un contenitore con chiusura ermetica, e mettete in frigo per almeno un’ora, passato questo tempo unite la panna. Ora il procedimento senz gelatiera preso passo passo- parola parola da Mapi 🙂
Trasferite il composto in un contenitore basso, lungo e stretto munito di coperchio (le misure ideali sono cm 23x16x38), tappate e riporre nella parte più fredda del freezer per 60-90 minuti. Trascorso questo tempo la miscela sarà ghiacciata sulla base e sui bordi, ma morbida al centro. Mescolarla molto velocemente con uno sbattitore elettrico per uniformarne la densità (volendo la si può trasferire velocemente nel robot da cucina per frullarla), poi riporla nuovamente nella vaschetta livellandola bene e rimettetela in freezer. Ripetere il procedimento per altre 2 volte a intervalli di un’ora e mezza ciascuno; dopo la terza volta trasferire il gelato nella vaschetta che lo conterrà, preferibilmente in polipropilene e riempita fino a 6 mm dal bordo; coprire il composto con un rettangolo di carta forno fatto aderire alla sua superficie (per limitare la presenza di aria umida e impedire la formazione di fastidiosi cristalli di condensa sulla superficie), tappare e rimettere in freezer per almeno 2 ore. Prima di servirlo, passarlo in frigorifero per 20-25 minuti.

La ricetta per le  brioche la trovate qui.

 A presto con altri gelati.

Terry