Salame di Cioccolato senza uova

 

Sorseggiare un tè sul divando, guardando foto su instagram è diventato un appuntamento fisso tra me e farfallina. L’altro giorno mentre scorrevo tra le foto, lei fu’ colpita da un salame di cioccolato tutto ricoperto di codette colorati (foto di unamericanatragliorsi), dolce che lei adora tantissimo. Cosi’ mi chiese se potevo preparaeglielo per la festa in maschera della scuola.  Non ho perso tempo ad esaudire la sua richiesta, e proprio in questo momente sicuramente lo starà mangiando con i suoi compagnetti. Continue reading “Salame di Cioccolato senza uova”

Bomboloni Fritti

bomboloni fritti

Potevo fare finire le feste di carnevale senza friggere? ovvio che no! Volevo farlo prima, ma il raffreddore e la febbre  hanno fermato tutte le attività di casa. Siamo stati tutti ko e la voglia di fare non c’è stata più di tanto. Cosi oggi che stiamo tutti un pò meglio, mi sono svegliata con la voglia di  friggere, almeno concludiamo queste feste con un bel bombolone ripieno! Continue reading “Bomboloni Fritti”

Frittelle di Carnevale

Oggi è l’ultimo giorno di carnevale, ed io mi sono svegliata ispirita per fare le frittelle. Cosi mentre fuori piove a dirotto io friggo.
Ovviamente la ricetta che ho seguito è quella della carissima Alessandra,mamma papera, quindi il successo è assicurato!
Alessandra farcisce queste frittelle con la crema, “noi li abbiamo mangiate cosi come sono”, e mentre  friggevo, alle mie spalle…le bimbe svuotavano il vassoio.

Ingredienti;

300g di acqua
220g di farina 00
80g di burro
un pizzico di sale
3 uova grandi ( nella ricetta di Alessandra ci sono 4 medie)
la scorza grattugiata di un limone bio
1 litro d’olio di semi d’arachidi per friggere
zucchero a velo per spolverare.

Preparazione;

Portate a bollore, l’acqua, il burro tagliato a cubetti, il sale, lo zucchero e la buccia finemente grattugiata del limone.

Aggiungete
tutta insieme la farina e mescolate velocemente per evitare la formazione di
grumi. Fate cuocere ancora fino a formare una palla, e aspettate che si formi una patina sul fondo della pentola, ci vorranno due minuti circa. Mettete
l’impasto in una ciotola, e fate intiepidire per circa 15 minuti.Aggiungete le uova, uno alla volta, incorporandoli bene con un cucchiaio di legno. Dovete ottenere un impasto denso e cremoso. Versate l’olio in una pentola e fate riscaldare, l’ideale e friggere con una temperatura intorno ai 160°.

Formate le frittelle, facendo delle piccole palline con l’impasto, bagnatevi spesso le mani in modo da evitare che si appiccicano tra le mani. Friggete poco per volta le frittelle, fate cuocere da tutti i lati, rigirando spesso durante la cottura. L’olio non deve superare i 175°/180°.  Devono risultare belli dorati.
Quando saranno pronte, scolate con una schiumarola e adagiate su della carta assorbente per fare asciugare l’olio in eccesso. Infine spolverizzate con lo zucchero a velo, e se avete più tempo e nessuno vi perseguita per mangiarle, farciteli con della classica crema pasticciera.

A Presto

Terry

Ingredienti:
300 gr di acqua
220 g di farina 00 (io ho usato la farina di farro monococco)
80 gr di burro
1 pizzico di sale
60 gr di zucchero semolato
1 pizzico di sale
4 uova medie (valutare in base all’assorbimento della farina)
3 gocce di olio essenziale al limone (oppure la scorza grattugiata)
Per friggere
1 litro di olio di semi di arachide
Per farcire:
crema pasticcera (io ho usato questa)
zucchero a velo per spolverare
Preparazione:
Portate a bollore, l’acqua, il burro tagliato a cubetti, il sale e lo
zucchero, gli aromi se usate gli oli essenziali altrimenti la buccia va
messa alla fine. Aggiungete tutta insieme la farina e mescolate
velocemente per evitare la formazione di grumi. Fate cuocere ancora fino
a formare una palla, e aspettate che si formi appena la patina sul
fondo della pentola ci vorranno appena due minuti. Mettete l’impasto in
una ciotola giusto il tempo di fare intiepidire, circa 15 minuti.
Aggiungete  le uova uno alla volta, mescolando a mano o con il gancio
spatola in planetaria. Alla fine vi ritroverete con un impasto denso e
cremoso allo stesso tempo e se fate la prova con un cucchiaio, scende a
nastro spezzandosi ma a fatica. Fate riposare l’impasto giusto il tempo
di portare l’olio a temperatura.
Fondamentale la cottura, l’olio deve essere caldo ma non troppo se
l’olio è troppo caldo le vostre frittelle non si apriranno nel modo
corretto e risulteranno piene e pesanti allo stesso tempo. la migliore
cottura l’ho avuta con l’olio intorno a 160°, inserite le palline di
impasto e alzate il fuoco, da questo momento controllate che comunque la
temperatura dell’olio non superi i 175/180 gradi. Facendo così si
espandono in modo corretto e verso la fine colorano. Fate cuocere tutti i
lati fino a doratura. Quando saranno pronte con una schiumarola
appoggiate su un piatto coperto con carta assorbente per fare asciugare
l’olio in eccesso.
Per formare le frittelle, io mi sono leggermente bagnata le mani formato
delle palline come per le polpette e appoggiato su carta forno, mentre
aspettavo che l’olio si scaldasse. In questo modo ho ottenuto una forma
più tondeggiante eventualmente potete fare con un cucchiaino. Mi
raccomando la pallina da crudo deve essere una quantità minima,
altrimenti poi raddoppieranno, pertanto attenzione anche a non inserire
troppe frittelle nell’olio, basatevi sulla grandezza della pentola
– See more at: http://mammapapera.it/2015/01/le-frittelle-venete-alla-crema/#sthash.2MbYsS7r.dpuf

é Arrivato Carnevale……..Graffe di Patate

 

Carnevale, la festa dei grandi e dei bambini, maschere e colori ci circondano………
e come in ogni festa ci sono i dolci tipici…….ecco le frittelle o graffe di carnevale!! Per questa ricetta useremo il bimby, in attesa della planetaria!

Per l’impasto;
300gr farina 00
25gr di lievito di birra
250gr di patate lesse
50gr di zucchero
1 bustina di vanillina
scorza grattugiata di 1 limone e 1 arancia
mezzo cucchiaino di sale
1 uovo e 1 tuorlo
50gr burro liquefatto
50 ml latte tiepido
Olio di Semi d’arachidi per friggere

Per cospargere:
Zucchero semolato q.b.

Inserite il burro nel boccale 1 Min. 30 Sec. 50° Vel. 1. Mettete da parte.

Inserite nel boccale le patate a tocchetti e cuocete. 25 Min. Temp. Varoma Vel. 1.
Aggiungete tutti gli altri ingredienti tranne il latte e mescolate. 30 Sec. Vel. 5/6.
Infine aggiungi il latte e impastate. 1 Min. Vel. 6 e poi 1 Min. Vel. Spiga.

Ora prendete l’impasto, staccate dei pezzi di pasta di circa 60gr e formate dei salsicciotti o cilindri( chiamateli come volete) dello spessore di circa 1cm,  chiudete  le due estremità sovraponendoli.
Trasferite le vostre graffe
su dei vassoi cosparsi di farina.Copritele con un panno asciutto e mettetele a lievitare in un posto tiepido, fino a che triplicano di volume. Devono diventare belle gonfie e soffici.
Aiutandovi con una spatola, prendetele e tuffatele in olio profondo ben caldo. Una volta che l’olio è caldo, fatele friggere a fuoco moderato,
rigirandole spesso, per avere una doratura omogenea. Dovranno essere belle dorate. Posatele
su della carta assorbente solo per un’attimo e  subito dopo passatele nello
zucchero semolato altrimenti rischierete che non si attacchi
adeguatamente.

Buon Carnevale a tutti voi!!!

Terry

PRINJOLATA – Il dolce di Carnevale Tradizionale Maltese

Ecco a voi il dolce di Carnevale tradizionale Maltese!!
 La prinjolata,  comincia ad apparire nei bar e pasticcerie a fine gennaio, quindi ben prima del carnevale, è un mucchio di confusione, tra cioccolato fuso, pinoli e ciliegie candite verde e rossi.
 Il suo nome deriva da prinjol, pinoli, che è simile alla parola italiana, pinoli. Ma pinoli sembrano essere solo un po’ di decorazione. La  torta,  è fatta di crema, pandispagna, scorze di agrumi e biscotti. Ha un notevole numero di calorie visto  la crema di burro e latte condensato!!
Per la farcia:
Mezza dose di pan di spagna
100gr di biscotti secchi
100gr di cioccolato al latte
100 gr di canditi misti
100gr di mandorle
100gr di nocciole
Per la crema:
120gr di margarina
2 cucchiai di zucchero a velo
100ml di latte condensato
2 cucchiai di Vermouth
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
Per la copertura:
100gr di zucchero
15ml di acqua
1 albume
1 cucchiaino di essenza alla vaniglia
un pizzico di  cremor tartaro
Per la decorazione:
50gr di ciliege candite
50gr di cioccolato fondente
pinoli tostati e tritati
 Con il mixer tritate leggermente le mandorle e le nocciole (non ridurre in polvere). In una ciotola abbastanza ampia  sbriciolate il pan di spagna, i biscotti, aggiungete le nocciole e le mandorle, i canditi e il cioccolato al latte tagliato a pezzettini piccoli con un coltello.
Passiamo alla crema, con le fruste elettriche amalgamate il burro ammorbidito con lo zucchero a velo, versate piano piano il latte condensato, il liquore e l’assenza di vaniglia. Lavorate con a bassa velocita per circa 5 minuti fino ad ottenere una crema liscia senza grumi.
Una volta che questa crema è pronta, versate sopra il composto precedente ed amalgamate il tutto. Deve risultare un composto morbido ed appiccicoso.
Rivestite un zuccotto con della pellicola, versate il composto, pressate bene e ricoprite di pellicola. Fate riposare in frigo con un peso sopra per almeno 5 ore. Io ho fatto riposare tutta la notte.
Passato il tempo di riposo, sformate il dolce su di un vassoio.  

L’ultimo passo che manca da fare è preparare la copertura,
In un pentolino, a fuoco basso sciogliete lo zucchero e l’acqua, mescolate bene e far bollire la miscela  per circa 3minuti. Nel frattempo montate a neve fermissima gli albumi insieme a cremor tartaro. Sempre con le fruste accese, aggiungete la miscela calda di zucchero molto lentamente sopra, fate amalgamare bene il composto.
Con questo composto rivestite il dolce. Decorate con le ciliege candite, i pinoli e il cioccolato fondente fuso.
Con questo dolce partecipo al Contest  Mani in pasta – I Dolci di Carnevale
e anche al Contest Ogni ricetta dolce vale!! 

 

Ciao
Terry.

Le Chiacchiere di Carnevale

Periodo di carnevale, tra feste in maschera, balli, e scherzi…… chiacchieri amo!!

Per credere alla bontà di questi dolci non posso dirvi altro che…provateli!! Sono uno tira l’altro, ed il successo è assicurato!

Allora per fare le chiacchiere ci vogliono:

300gr farina00  Molino Chiavazza
25gr di zucchero
30g di burro
1 bicchierino  di grappa o rum
la scorza di un’arancia grattugiata
2 uova grandi o 3 piccoli
un pizzico di sale
1 litro di olio di mais per friggere
100gr di cioccolato fondente fuso per decorare

Versate la farina a fontana, aggiungete lo  zucchero e un pizzico di sale, la scorza d’arancia  e le uova sbattute leggermente.  Aggiungete il burro a temperatura ambiente a pezzettini e lavorate con la punta delle dita. Impastate e aggiungete la grappa piano piano. Quando l’impasto è pronto  lasciate a riposare e lievitare per circa  2 ore. Durante il riposo la grappa fermenterà, donando fragranza e friabilità al impasto. A questo punto l’impasto sarà raddoppiato di volume. Ora con la macchina per la pasta, io uso la vecchia imperia della nonna a manovella, stendete la pasta sottile sottile.
Tagliate con l’aiuto di una rotellina  le chiacchiere nella forma che più vi piace, io li faccio rettangolari e quadrati e posateli su un vassoio leggermente infarinato.

Accendete la friggitrice e friggete le vostre chiacchiere, il loro colore deve essere leggermente dorato. Scolateli bene e fateli raffreddare completa mente su della carta assorbente.

Una volta raffreddati, decorate a piacerà con del cioccolato fuso e zucchero a velo.

Con queste chiacchiere partecipo al contest di  A carnevale ogni ricetta dolce vale di Tina e Silvana

e al contest Mani in pasta – I dolci di Carnevale

Buon Carnevale
Terry