Pollo Fritto – MTC n.63

 

Il pollo fritto, quello tanto adorato, quello che ogni volta che vado a Malta un salto da KFC non me lo nega nessuno, quello con la crosta croccante, buono che lo assapori fino all’osso, il fast food più buono… Il pollo fritto è arrivato all’ MTC!!

Ci voleva la vittoria all’mtc per far aprire un blog a Silvia, vincitrice di questo mese. Adesso, le ricette di Silvia, non li ammirero’ solo nei vari gruppi di giochi alla quale partecipiamo, ma li potro’ andare a commentare direttamente a casa sua. Quando ho letto la ricetta proposta da lei non ero contenta, ma di più! Io adoro il pollo fritto, ma non lo faccio mai, perchè se evitiamo le cose fritte è meglio…perchè il fritto fa ingrassare e tante altre paranoie, ma poi aspetto l’estate, e mi vedi li, seduta su quei divanetti rossi,  con la vista del mare che si intravede dalla vetrina e con un “bucket” rosso a strisce bianche davanti, e li posso morire felice!

Continue reading “Pollo Fritto – MTC n.63”

Peperoni Gratinanti Aromatizzati

 

 

Accendere il forno con questo caldo non è il massimo, se si può evitare è meglio, ma poi ci sono delle volte che non puoi fare a meno. Prima delle vacanze faccio in modo di fare poca spesa e consumare le cose che già mi ritrovo in dispensa, e poi c’è il solito “svuota frigo” e si accomoda con quello che c’è.  Cosi con un paio di peperoni e un po’ di olive da finire, il contorno è stato fatto!

Peperoni Gratinanti

3 peperoni
1 spicchio d’aglio
1 cipolla piccola
olio evo q.b.
50g di olive nere
50g di pangrattato
50g di parmigiano grattugiato
foglioline di menta fresca

Lavate i peperoni sotto acqua corrente, tamponate con carta assorbente, adagiate in una teglia da forno rivestita da cartaforno e infornate a 200° per circa 30 minuti, girandoli spesso, quasi ogni 5 minuti.
Nel frattempo, preparate il pangrattato aromatizzato, tritate finemente l’aglio e la cipolla e fate soffriggere in una padella con un filo d’olio evo. Unite le olive nere tagliati a piccoli pezzi e infine il pangrattato, mescolando sempre con un cucchiaio di legno per non farlo bruciare. Appena il pangrattato diventa bello dorato e croccante spegnete il fuoco, versate in una ciotola capiente e aromatizzate con le foglioline di mente tritata e il parmigiano.

Una volta cotti i peperoni, fateli raffreddare per un paio di minuti e poi spellateli ancora tiepidi. Eliminate il picciolo e i semi interni e tagliate a piccoli pezzi. Versate i peperoni insieme al pangrattato aromatizzato e amalgamate  tutto insieme.
Si può mangiare sia appena fatta che fredda, si conserva bene anche in frigorifero per un paio di giorni.

A Presto
Terry

Patate Hasselback per The Recipe-tionist di Ottobre.

Era da tanto che queste patate mi incuriosivano, se poi  trovo la ricetta nel blog  della simpatica Francesca che questo mese ospita il Recipe-tionist non mancava altro che provarle.
La ricetta è riuscita perfettamente, è un ottimo contorno, ma anche da sole come piatto unico sono ideali così come dice Francesca.

Patate HasselBack per 4 persone;

circa 6/8 patate
80g di pancetta arrotolata tagliate sottile
salamoia Maltese – mix di sale grosso menta, prezzemolo, aglio e peperoncino
parmigiano grattugiato a scaglie grosse
pepe nero
pangrattato
burro e olio evo q.b.

Pre riscaldate il forno a 200°. Pelate le patate e  incidete le patate nel senso della larghezza senza tagliare fino in fondo ottenendo cosi delle fette sottili attaccate alla base della patata. Con tanta pazienza e con l’aiuto della lama di un coltello infilate delle strisce di pancetta in ogni fessura.
Disponete le patate in una teglia rivestita di cartaforno, cospargete con la salamoia, spolverate leggermente con il pangrattato e il parmigiano. Adagiate dei fiocchi di burro su ogni patata e un filo d’olio, coprite con la carta alluminio e infornate per circa 30/40 minuti in base della grandezza delle patate. Verso fine cottura scoprite la teglia in modo da ottenere una gratinatura dorata e croccante.

Con questa ricetta partecipo a The Recipe-tionist Ottobre2014

A Presto

Terry

Jacket Potates & Garlic Butter

Ricordo della mia infanzia che, ogni fine settimana, insieme alla mia famiglia, la sera ci riunivavamo a mare per passare la serata in compagnia. Ovviamente si doveva mangiare e quello che tutti aspettavamo era il famoso B-B-Q!  Si accendeva il fuoco e si cominciava ad arrostire, salsiccie, hamburger, carne, insomma ognuno si mangiava quello che gli piaceva.
Oltre a tutti i tipi di carne, sulla brace c’era anche il contorno, quello che io aspettavo di più, le “jacket potatoes” ovvero le patate con  la buccia cucinate sulla brace, ed una volta cotte si univa il burro aromatizzato all’aglio che colava e insaporiva il tutto.

Ancora oggi quando Pipinu accende la brace due jacket potatoes me li faccio sempre, specialmente se ho il burro aromatizzato pronto in frigo.

Preparare queste patate è facilissimo, scegliete delle patate di media grandezza, lavatele bene sotto l’acqua corrente, con un coltello incidete una croce sulla parte superiore della patata, dopodichè avvolgete ogni patata nella carta alluminio e disponetele sulla brace. Controllate la cottura infilando il coltello al centro.

Per il burro aromatizzato;

1 panetto di burro bavarese
1 mazetto di prezzemolo
2 spicchi d’aglio
pizzico di sale

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, in un frullatore tritate il prezzemolo e l’aglio, poi unite il burro e amalgamate tutto insieme.

Una volta cotte le patate tagliate a meta e adagiate un cucchiaino di burro al centro, con il calore della patata il burro si scioglierà  e tutti i sapori si amalgameranno insieme.

A Presto

Terry

Antipasto misto di casa mia.


Prima di iniziare un pranzo o una cena, un  antipastino non può mancare….. ecco cosa faccio spesso io…..

Melanzane condite e carciofi sott’olio fatti in casa,

Grokk gusto deciso

Salumi misti

Funghi misti sott’olio (comprati)

Per le melanzane grigliate condite;
2 melanzane
2 spicchi d’aglio
olio evo q.b.
aceto di vino bianco q.b.
sale e pepe
origano

 Lavate e asciugate le melanzane, tagliate a rondelle, disponete in uno scolapasta e cospargete di sale e fate riposare per un’oretta.
Ora mettete una griglia sul fuoco e fate riscaldare per bene. Appena è ben calda cospargete un pochino di sale e iniziate a grigliare le melanzane, rigirandole da entrambi i lati. Man mano che sono pronte trasferite su un piatto da portata e cospargete sempre con il sale la griglia prima di mettere altre melanzane sopra.
Ora preparate il condimento con olio, aceto, pepe e origano e versatelo sopra le melanzane. Irrorate bene le melanzane in modo che assorbono bene il condimento.
Queste melanzane li potete conservare in un contenitore o barattolo chiuso ermeticamente per una settimana in frigo.

Carciofi sott’olio; questo è il periodo giusto per farli e conservarli in modo da gustarli tutto l’anno.

2 kg di carciofi – il cuore e la parte del gambo
500ml di aceto di vino bianco
1 limone
4 spicchi d’aglio
sale
olio  di semi di mais

La ripubblicazione su altri siti o blog di questo testo è severamente vietata.

Lavare
le melanzane, asciugarle bene e tagliarle a rondelle larghe circa 4-5
millimetri. Mettere sul fuoco una bistecchiera e, quando è diventata ben
calda, cospargerne il fondo con un po’ di sale. Iniziare la cottura
delle rondelle di melanzane, rigirandole per farle cuocere su entrambi i
lati. Man mano che sono pronte, trasferirle in un piatto e continuare
la cottura delle restanti melanzane, rispolverizzando ogni volta il
fondo della bistecchiera con il sale, in modo che non si attacchino

La ripubblicazione su altri siti o blog di questo testo è severamente vietata.

Lavare
le melanzane, asciugarle bene e tagliarle a rondelle larghe circa 4-5
millimetri. Mettere sul fuoco una bistecchiera e, quando è diventata ben
calda, cospargerne il fondo con un po’ di sale. Iniziare la cottura
delle rondelle di melanzane, rigirandole per farle cuocere su entrambi i
lati. Man mano che sono pronte, trasferirle in un piatto e continuare
la cottura delle restanti melanzane, rispolverizzando ogni volta il
fondo della bistecchiera con il sale, in modo che non s

Per prima cosa preparate una ciotola ampia con acqua e limone, cosi i carciofi non diventano neri durante la preparazione.
Pulite i carciofi, eliminando tutto le foglie attorno, lasciando solo il cuore, che poi tagliate in 4 (a spicchi). Immergete tutti i carciofi tagliati nell’acqua preparata.
In una pentola, versate acqua e aceto nella stessa quantità e  una presa di sale, portate ad ebollizione.

Ora fate cuocere i carciofi per circa 5 minuti, e dopo scolate ed asciugate bene. Fate raffreddare.

Preparate il condimento, tritando l’aglio, origano e aggiungete l’olio. Unite i carciofi ormai freddi ed amalgamate.
Versate nei barattoli dove li volete conservare (ben sterilizzati), e ricoprite con altro olio.

Quando consumate tutti i carciofi  l’olio rimasto nel vasetto lo potete utilizzare per condire le insalate.

A presto

Terry

Olive schiacciate e condite

L’ultima volta che è venuta a trovarci la zia di Pipinu da Enna, ha portato con se una buste di olive raccolte dalla sua campagna, l’abbiamo divisa io e mia suocera.

Ecco come li ho fatti io.
Erano circa 500g
Per prima cosa, facendo attenzione a non rompere il nocciolo battete con il batticarne in modo di schiacciarle.
Dopo prendete una grande ciotola o pentola piena d’acqua e immergete le olive, sopra mettete un piatto con un peso sopra(io un barattolo) in modo d’aiutarvi a tenere le olive sempre coperte con l’acqua. Devono stare cosi per 4 giorni, cambiando l’acqua ogni 24ore. Il quinto giorno aggingete circa 100gr di sale all’acqua e fate riposare altre 24ore.
Il sesto giorno scolate, rimettete nella ciotola e versateci circa 500ml di aceto bianco. Lasciate riposare cosi per 3 ore, mescolando ogni tanto.
Passato questo tempo, con le mani schiacciate le olive poco a poco, in modo da eliminare i liqiudi in eccesso che hanno assorbito.
Dopo condite con sedano, aglio, carote. Versateci un filo d’olio evo ed amalgamate bene il tutto.
Versate in barattoli con chiusura ermetica e conservate in frigo.

A presto

Terry