50 E NON SENTIRLE! IL GIUBILEO DELL’MTC!

 

 

Sono entrata a far parte di questa community nel Settembre del 2011 con una semplice macedonia, e mi vergonavo da morire, (ma ero alle prime armi sul blog e sicuramente si era capito).
La prima sfida del MTC risale a Giugno 2010 con la Tortilla di Patate….Oggi, invece si festeggia la 50esima sfida!

La community cresce sempre di più, posizionandosi sempre piu’ in alto.
C’è chi lo chiama gioco, io invece la chiamo scuola, perchè c’e’ sempre da imparare..inoltre credibilità dei contenuti e l’affidabilità delle
ricette proposte sono il punto di forza.

Con le ricette proposte si può dire che abbiamo girato mezzo mondo.
Dal Riso al Chili…. dalla Fideua all’American Breakfast…. dai Canederli alla Pasta col Pomodoro…..
ogni ricetta sempre ben riuscita con tutti gli approfondimenti possibili.

Ora iniziamo con i festeggiamenti…, quindi stay tuned su MTC perchè le sorprese devono ancora iniziare!!

A presto

Terry

Dolci Regali perche non c’è 2 senza 3

Il primo libro della collana dell’MTC è uscito per il periodo natalizio dello scorso anno. Oggi a distanza di un anno, esce il terzo libro di questa collana.

Questa volta, un libro che parla di dolci, ma non di dolci comuni, bensi di “Dolci Regali”. Un  libro che prende spunto dalla sfida sul Babà, che si allarga e ci fa conoscere la  nascita e il
trionfo della pasticceria, intesa come arte autonoma.

“DolciRegali”racchiude le ricette di un’epoca, quella delle
grandi monarchie di questi anni, nelle cui cucine prese forma la
consapevolezza della nuova arte del pasticcere, grazie alla quale i dolci
diventarono ben presto il simbolo del potere che i monarchi assoluti
rappresentavano: ecco allora arrivare dolci gonfi,“cresciuti”, che nelle
loro forme alludono a tutte le manifestazioni del potere, sia quello
terreno (le corone deikugelhupf, dei babà, dei savarin, del
Ferdinandkrapfen, del kringel e così via), sia quello sovrannaturale (le
trecce che richiamano l’eternità e le forme a cupola, che alludono alla
potenza generatrice). “Regali”, significa  “dei re” anche se, a dire il vero, il libro racchiude anche
un’ampia sezione di dolci  poveri, come  krapfen, graffe, buchteln,  buns, torta delle rose e  molte altre ricette.

Insieme tutte queste ricette, ci sono creme, liquori, sciroppi e bagne, insomma tutto ciò che ci deve essee per presentare un Dolce Regale!

DOLCI REGALI
Collana “I libri dell’MTChallenge”
SAGEP Editori- Genova
Prezzo di copertina: 18,00 euro
Foto Paolo Picciotto
Illustrazioni Mai Esteve
Editor: Fabrizio Fazzari
Impaginazione: Barbara Ottonello


Acquistandouna copia di Dolci Regali, contribuirai alla creazione diborse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link:http://www.piazzadeimestieri.it/),un
progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica eche
si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, inuno
spazio che ricrea l’atmosfera di una vecchia piazza, con lebotteghe di
una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e,ovviamente,
anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispiradichiaratamente a
ricreare il clima delle piazze di una volta, dovepersone, arti e
mestieri si incontravano e, con un processo di osmosiculturale, si
trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: lacentralità del
progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovanoin questa Piazza un
punto di aggregazione che fonde i contenutieducativi con uno sguardo
positivo e fiducioso nei confronti della realtà, derivato proprio
dall’apprendimento al lavoro, dal modo diusare il proprio tempo libero
alla valorizzazione dei propri talentianche attraverso l’introduzione
all’arte, alla musica e al gusto.

INSALATA DA TIFFANY: PERCHE’ QUESTO E’ PIÙ BELLO!

A sette mese dall’uscita del primo libro dell’Mtc L’ora del Patè, oggi esce anche il secondo libro, e per la seconda volta all’interno troverete anche una mia ricetta!
Questa volta il libro che racconta l’insalate come non l’avete mai viste!

Insalata da Tiffany….

Un libro illustrato con 41 ricette di insalate pensate pensate non come
contorni o piatti veloci, ma come vere e proprie protagoniste delle
nostre tavole, secondo la moda inaugurata da Escoffier &Co al tempo
della nascita dell’alta ristorazione. Seguono poi 53 “pezzi facili”,
vale a dire insalate nel senso più classico del termine. Le prime sono
tutte ambientate nella Belle Epoque, con pezzi d’epoca originali e
preziosissimi mentre le seconde hanno una grafica assolutamente contemporanea. Troverete anche una rubrica sui condimenti:
emusioni stabili e instabili, aceti, olii, sali aromatizzati,
citronette, vinaigrette, maionesi e tutto quanto serve per condire
l’insalata in modo da renderla originale e sempre diversa.
Infine troverete: il c’era una volta, con la parte
storica, e la parte più tecnica, con le attrezzaure, i consigli e il
come si fa.

Anche questa volta la vendita del libro ha uno scopo benefico:
Acquistando una copia di Insalata da Tiffany, contribuirai alla
creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link:
http://www.piazzadeimestieri.it/),
un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e
che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in
uno spazio che ricrea l’atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe
di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e,
ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira
dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove
persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi
culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la
centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in
questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi
con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della  realtà,
derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il
proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche
attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

Un grazie di cuore va ad Alessandra Gennaro, che giuda questa community, sempre più battagliosa….
alla casa editrice SAGEP EDITORI- GENOVA , all’editor Fabrizio Fazzari,
Mai Esteve per le illustrazioni e a Paolo Picciotto  per le  fotografie di questo libro.
Quindi da oggi tutti in libreria a comprare “Insalata da Tiffany” al prezzo di 18€, lo trovate  anche sui migliori siti online come Amazon   o IBS e anche sul sito della Sagep.

A presto

Terry

MasterFoodie Catania 12/5/2014 – La mia Avvenutra!

Oggi, non avrei mai potuto immaginare di trovarmi in mezzo a tutto questo, io che con  la mia timidezza rimango sempre un passo indietro a tutto… ed invece questa volta grazie a Francesca ed Alessandra che mi hanno spronata piu’ e piu’ volte a partecipare,  mandai la mia candidaura per le selezioni della tappa di Catania, convinta che mai avrebbero considerato la mia proposta.  Poi un giorno apro la mail e trovo una risposta….. mi avevano PRESAAAAA!!!!  Felicissima, chiamai subito mio marito ma non rispose cosi’ chiamai Francesca, non riuscivo a parlare ridevo soltanto e lei capì. Saltavo per casa, ridevo e piangevo di felicità, le bimbe mi seguivano saltellando anche loro, cercando di capire cosa stessi facendo, poi sentendo che dicevo al telefono la parola “Master Foodie” l’ha cambiarono a modo loro e in coro tutte gridavano ” mamma va a MASTERCHEFFF…mamma va a MASTERCHEFFF!!!”…..

Questo è stato l’inizio di prove e prove del mio piatto. Ora vi chiederete quale piatto avessi scelto.
Beh, per un’appassionata di dolci come me, non potevo non scegliere il dolce!!
Scelsi cosi’ ” Il cannolo Siciliano “un tradizionale dolce della terra Siciliana, che come dico in un mio vecchio post, unisce anche le mie radici.
Povero mio marito di quanto ne ha mangiato, ogni giorno era buono per una prova, per un nuovo impiattamento!Diabete alle stelle!

Arrivò il giorno della conferenza stampa dove conobbi le altre due partecipanti Elena e Pinella, l’ organizzatrice di questo fantastico evento Alessandra Verzera, nonchè direttrice del giornale enogastronomico Scelte di Gusto, la giornalista Gilda Sciortino ed Andrea Piovesan.
Alla mia prima intervista, le parole uscivano lentamente, balbettando, mentre le gambe tremavano come se ci fosse l’Etna in eruzione sotto i piedi.

Infine il giorno tanto atteso arrivò, il 12 Maggio  rimarrà un giorno fisso nella storia della mia vita. La giornata era caldissima, quasi estiva, ci siamo riunite tutte e 5 le
foodblogers nella hall del ristorante Minà alla Vecchia Dogana di
Catania, dove ad accoglierci c’era il Sig. Bivona responsabile del locale ed insieme ci gustammo un freschissimo sorbetto per
ricaricarci.

Iniziarono subito i primi scatti fotografici e riprese video, io mi vergonanvo da morire!!

Alessandra Verzera, 
ci consegnò le divise.
Chi l’avrebbe mai detto che un giorno
avrei indossato una divisa da chef tutta personalizzata con il mio nome
sopra!
Indossate le divise, ci sono state le interviste con Gilda, che con la sua dolcezza ha saputo calmarci, (almeno ci ha provato), io ero fucsia, le vampate di calore erano al massimo e sentivo le farfalle andare a mille nello stomaco.

Finite tutte le formalità, siamo entrati in cucina, con addosso le nostre divise. Tutte le farfalle sono volate via, mi sentivo a mio agio, guardavo i fornelli e mi sentivo rilassata. Ognuna di noi si sistemò le proprie cose nella sua postazione ed iniziò a cucinare. Eravamo un gruppo davvero affiatato, ci aiutavamo l’una con l’altra.
La nostra passione per la cucina ci ha unito mettendo da parte la competizione, eravamo un team, una vera squadra di cuochi.

Ogni tanto entravano in cucina Vincenzo Leone con le sue riprese video e Dominick Giliberto con i suoi scatti fotografici, dove hanno svolto il loro lavoro con tanta discrezione senza mai invadere il nostro lavoro.

Il tempo trascorse velocemente fino ad arrivare al momento d’inizio del servizio.

 
Ad aprire la serata, Alessandra con i suoi Arancinetti alla Brontese e allo Zafferano;

Pinella con il suo primo piatto, Cannelloni con macco di fave, gamberetti e pomodori;

 Elena che ha presentato come secondo piatto, un burger di mare con salsa di mandorle e arancia;

 Anche Francesca ha presentato un secondo piatto, Tagliata di tonno con salsa di capperi e prezzemolo;

Infine arrivò anche il mio momento, il dolce che ha concluso la serata, Il cannolo Siciliano  scomposto.
Ed eccomi, con il piatto in mano davanti alla giuria, con il microfono davanti  a Iacona che  mi intervistava, imbarazzata più che mai e con le gambe che nuovamente avevano ripreso a tremare.

Finito tutto vado a sedermi e riprendere fiato.

Ritorniamo in sala per la consegna delle medaglie ed il premio per il miglior global menù che andò a Pinella con i suoi piatti Siciliani.

Infine la proclamazione della vincitrice….Elena è il suo Burger di  mare.

Una serata piena di emozione dall’inizio fino alla fine, porterò tutto e tutti nel cuore.
Un grazie allo chef  Peppe Giuffè e alle sue bellissime parole,
Grazie ad Alessandra Verzera, per avermi concesso questa opportunità,
Grazie ad Andrea Piovesan,
Grazie Gilda Sciortino per ogni sua carezza e sorriso,
Grazie a Cicco Vitale, Vincenzo Leone e Dominick Giliberto,
Grazie a Sig. Bivona per la sua gentilezza e disponibilità,
Grazie a mio marito per il suo supporto e l’aiuto con i cannoli di prova,
Grazie a mia suocera che quella sera ha tentuto tutte e tre le mie bimbe,
Grazie a Patrizia che è venuta in sala,

Grazie a Francesca, Alessandra, Elena e Pinella per la bella avventura insieme,

Grazie di cuore a TUTTI!!

Finita questa fantastica avventura ritorno a casa con mille ricordi nel cuore, a cucinare per le mie bimbe tra i miei fornelli.

A presto

Terry

Tra le 5 ci sarò anche Io!! MasterFoodie 2014 – Catania.

AL
VIA CON LA CONFERENZA STAMPA DI DOMANI, I GIOCHI PER LA TAPPA CATANESE DEL  I° “MASTER FOODIE 2014 – SICILIA”. AL MINA’,
ALLA VECCHIA DOGANA, LA SFIDA TRA CINQUE FOOD BLOGGERS
Sarà
presentata alle 11.30 di domani, martedì
6 maggio,
alla Vecchia Dogana, la seconda tappa della prima edizione di
“Master Foodie – Sicilia”, cooking show rivolto ai food bloggers siciliani, esperti in preparazioni culinarie di alto
livello.
L’evento
si svolgerà alle 20.30 di lunedì 12
maggio
al Ristorante Minà, in
via Dusmet 2, con una serata glamour ma soprattutto di qualità che riconfermerà
il parterre palermitano,
accrescendolo di valore grazie alla presenza di rappresentanti etnei delle
diverse organizzazioni coinvolte.
Una
manifestazione, “Master Foodie”, la cui caratteristica, oltre quella di dare il
giusto merito e risalto a questi speciali “internauti” amanti della buona
cucina, è quello di toccare tutte le province siciliane, per parlare e proporre
la cultura del cibo rigorosamente siciliano attraverso una formula collaudata e
ricercata.
Come in ognuna
delle location scelte per l’occasione, le 5 food bloggers che si sfideranno il
12 maggio (Alessandra Adorno, Elena Benfante, Terry Caruana, Francesca Merlino
e Pinella Scafile)  coadiuvate dai cuochi
del ristorante, prepareranno ognuna il loro piatto (insieme
realizzeranno un intero menù, dall’antipasto al dolce) per la giuria
critica, composta da elementi scelti tra giornalisti enogastronomici,
sommelier, critici del settore, così come per quella tecnica, della quale
faranno parte chef, ristoratori e rappresentanti di specifiche
associazioni di categoria. I loro voti, sommati a quelli della giuria
popolare, composta da quanti acquisteranno il ticket per “partecipare alla
serata, gustare e dare il proprio parere”, decreteranno il “Master Foodie”
locale. Un’occasione importante, anche per quanti non fanno parte di
questo mondo, per vivere un momento volto a promuovere e valorizzare la cucina
siciliana.
Alla fine,
saranno nove gli sfidanti che, tra coltelli, forchette e pentole, si dovranno
scontrare in una battaglia “all’ultimo mestolo”, che proclamerà il primo
“Master Foodie 2014 – Sicilia”. Un’occasione veramente importante, per
promuovere e valorizzare la cucina siciliana e per portarla in alto attraverso
i prodotti più genuini e qualificati della nostra terra.
Il
primo appuntamento, quello che si è svolto il 14 aprile, al Castello a
Mare di Palermo
, ha vissuto e fatto vivere una serata veramente “stellata”,
raccogliendo ampi e documentati consensi non solo di pubblico ma
anche da parte della stampa e degli addetti ai lavori. Vi hanno, infatti, preso
parte chef come Peppe Giuffrè (presidente della giuria tecnica), Max Mangano e
Natale Giunta (patron della struttura
ospitante), che hanno certificato la riuscita dei piatti. Hanno partecipato
realtà come la Chaine des Rôtisseurs, l’Amira, Slow Food, l’Accademia italiana
della Cucina, l’Associazione Italiana Food Blogger, l’Ordine dei Giornalisti di
Sicilia: ognuna presente con i propri rappresentanti locali, a dimostrazione
che si tratta di un percorso pensato e voluto per dare valore e risalto
all’eccellenza gastronomica siciliana.
La tappa
catanese riconfermerà come presidenti delle giurie tecnica e critica,
rispettivamente lo chef Peppe Giuffrè e la giornalista enogastronomica
Alessandra Verzera, direttore della rivista online “Sceltedigusto.it”, che ha
pensato e sta promuovendo la manifestazione. Sarà nuovamente presente, questa
volta non come padrone di casa ma nella giuria tecnica, lo chef Natale Giunta, accanto
al quale siederanno: lo chef Gigi Mangia; Domenico Privitera, vicepresidente
della Federazione Cuochi Etnei di Catania; Giuseppe Ignoto, Bailli del Bailliage
Catania de “La Chaine des Rôtisseurs”; Vittorio Cardaci, delegato  Fisar Catania; Luciano Graziano, GMR Amira
Catania.
«La tappa catanese si
preannuncia di altissimo profilo – afferma Alessandra Verzera – esattamente
come è successo per quella inaugurale a Palermo. Catania ha accolto con
entusiasmo e grande partecipazione l’arrivo della brigata di “Master Foodie”,
dimostrandosi ancora una volta città allegra, che ama il divertimento e le
novità . Grazie anche al mio vice, Giuliana Avila di Stefano, che è un’etnea
doc nonchè esperta di pubbliche relazioni, si è creata una rete di
comunicazioni e un interesse davvero enorme intorno alla kermesse. La risposta
che abbiamo ricevuto sia dagli enti locali che dalle aziende è stata quella
delle grandi occasioni e la location prescelta, il ristorante Minà alla Vecchia
Dogana, è un luogo contemporaneo ed estremamente raffinato: la degna cornice
per un evento che diventa di tappa in tappa sempre più atteso e sempre più
glamour e che culminerà, questo posso dirlo già da adesso, con un Gran Gala di
finalissima che rimarrà impresso nella memoria di molti per molto tempo. Anche
nel caso di Catania, come già successo a Palermo in casa di Natale Giunta, le
concorrenti hanno fatto ” squadra”, ben lungi dal definirsi rivali; e
questa atmosfera gioiosa di grande eccitazione che vede nascere anche nuove
amicizie e nuovi sodalizi, fa si che, al di la del concorso enogastronomico, vi
sia la festa, un momento associativo di ottima qualità in cui, oltre a gustare
buon cibo in un’atmosfera incantata, nascono spunti per il sano divertimento:
credo che sia questa caratteristica a rendere “Master Foodie” un po’ speciale
rispetto ad altri eventi, forse più “tecnici” ma forse anche meno
divertenti. Ringrazio sin d’ora la città di Catania e i catanesi per
l’accoglienza che ci riserveranno e per  l’entusiasmo con cui si
apprestano a ricevere, e a incoronare,  il primo “Master Foodie Catania».
Della giuria
critica, che dovrà parimenti votare i piatti delle food bloggers, faranno
parte: Daniele Sgroi, Gambero Rosso; Concetto Mannisi, segretario dell’Ordine
dei Giornalisti di Sicilia; Rosetta Cartella, Accademia Italiana della Cucina;
il PR Fulvio Pastorella e, per dare un ulteriore tocco fashion all’evento, ma pure
per parlare di eccellenze siciliane, la stilista Marella Ferrera.  Condurrà la
serata il giornalista Antonio Iacona.
Alla conferenza
stampa saranno presenti le food bloggers ma non solo, per svelare l’atteso menù
e le tante sorprese in programma.
“Master Foodie” è pensato e organizzato dal giornale di enogastronomia
“Sceltedigusto.it” in collaborazione con l’associazione culturale “Papille di
Bacco”. L’evento catanese si svolge in sinergia con il Ristorante “Minà “ di
Emanuele Coniglione e gode del patrocinio del Comune di Catania, dell’Associazione
Italiana Food Bloggers e della Fidapa.
 

A presto

Terry

…è scoccata L’ORA DEL paTE’

Oggi non scrivo nessuna ricetta……

Presentero’ un libro…..
Un libro della quale faccio parte…..

Inizio’ tutto 22 mesi fà, quando
sono entrata a far parte di una magnifica community. Sto parlando del
MTC…..una community piena di gente stupenda, tutti con una passione
infinita per la cucina. In questi mesi, si sono strette amicizie
virtuali  e le risate tra noi sono sempre infinite.
Ogni mese, grazie ad ogni sfida, vengo a conoscenza ed imparo cose nuove, trucchetti e abbinamenti a me insoliti.

In questo gruppo le novità sono all’ordine del giorno….come quando è
arrivata quella famosa mail…. quella mail che  proprio io, non mi sarei mai aspettata di ricevere.

Un libro con le  nostre ricette stava per essere pubblicato,  il tema scelto è stato quello dei patè, ed il mio patè è stato scelto per essere inserito nel libro.
Non potevo crederci, che proprio una
mia ricetta, una ricetta tipica della mia isola, che  il mio nome,
sarebbe stato scritto nero su bianco, in un libro di ricette!! E chi me
lo doveva mai dire!!??

L’emozione è tanta, e la sodisfazione ancora di più!

Con questo libro, la community dell’MTChallenge sostiene il progetto “cuore di bimbi”, della
Fondazione“aiutare i bambini”: nata nel2000, per iniziativa
dell’ingegner Goffredo Modena, la fondazione si propone di  dare un aiuto
ai bambini poveri, ammalati, senzaistruzione, che hanno subito violenze
fisiche o morali e garantire loro l’opportunità e la speranza di una
vita degna di una persona, nel mondo e in Italia. Sono 71 i Paesi del
Mondo in cui  la Fondazione interviene, realizzando progetti mirati,
concreti, nati per rispondere a emergenze reali e portati avanti con
abnegazione, serietà e competenza. Fra questi, appunto, c’è
cuore di bimbi,
attivo dal 2005 in 10 Paesi, che ha permesso ad oggi di salvare la vita a
857 bambini altrimenti condannati da gravi cardiopatie congenite, con
esiti spesso letali.

La Fondazione opera nella più assoluta
trasparenza, nella convinzione che sia doveroso certificare  ogni voce
con la massima chiarezza, in un dialogo continuo che unisce chi è
desideroso di fare del bene con chi ha la possibilità di farlo in modo
concreto, rispettoso e consapevole di muovere nella stessa direzione:
quella dell’aiuto alle tante vittime di questo mondo, rese ancora più
indifese dall’essere bambini.

Da oggi, anche noi remiamo
con Goffredo, con Sara e con gli oltre mille volontari sparsi sul
territorio italiano – e lo facciamo con questo libro che è il primo
tassello di quella che ci auguriamo possa essere una collaborazione
duratura e proficua.

Tutte le copie L’
ORA DEL paTE’ contribuiscono a “cuore di bimbi” potete trovarlo in tutte le librerie d’Italia,
su Amazon e su Ibs, sul sito della casa editrice SAGEP e sul sito della Onlus.

Questo bellissimo libro di cucina contiene 144 pagine, con ben,
41
ricette di patè,
11 burri composti,
33 pani e crackers, grissini,
muffins, scones e chips.
Rapresenta la 17° sfida dell’ MTC, e sempre
trattandosi di MTC…..
questo è ovviamente il primo di una collana di libri…..
Il prezzo?….  Soltanto 18€ ( ricordatevi che i soldi spesi per comprare questo libro vanno per una buona causa)

Un grazie di cuore va ad Alessandra Gennaro, che è alla giuda di questa community,  battagliosa più che mai!….
alla casa editrice SAGEP EDITORI- GENOVA , che ha creduto in tutte noi,
a  RobertaSapino – lechategoiste.blogspot.it per le illustrazioni
e a Sabrina dePolo per le meravigliose fotografie di questo libro.

Quindi cosa aspettate….correte nella libreria più vicina a voi, ed
aquistate questo fantastico libro, prima di tutto per aiutare  questi
bambini, secondo perchè è troppo interessante ed è un peccato non averlo
nella vostra libreria,
e terzo….Questo Natale Basta Biscotti….. E’ Scoccata L’ORA DEL paTE’ !!!

A Presto

Terry

Sweet&Sweeties – Ciambelline croccanti e bevanda calda

Un anno fà io e le mie amiche “tortare pazzerelle” ci siamo convinti ad aprire un gruppo su Facebook,  Sweet&Sweeties dove si parla di dolci…. dolci della tradizione, dolci decorati, biscotti, gelati, creme crostate… chi più ne ha più ne mette.

Per festeggiare questo primo anno di sucesso, abbiamo organizzato un giveaway….. partecipare è semplice,
Per prima cosa dovete diventare membri del nostro gruppo e  dopo condividere l’avvenimento sulle vostre bacheche.

I premi in palio sono;

1° premio- cupcakes cases, cameo (molud in silicone), essenza alla vaniglia, taglia biscotti.

2°premio – Cameo(molud in silicone), Plunger cuori, attrezzino per pdz rotellina, zuccherini scintillanti

Io, Laura, Flavia, Patrizia e Francesca auguriamo a tutti voi un buon giveaway……Partecipate numerosi!!!!

Ora passiamo alla ricetta di oggi;

Ciambelline croccanti accompagnati da una bevanda calda per combattere il freddo di questi giorni.

100gr di farina 00
100gr di McVitie’s Digestive al cioccolato
100gr di burro t.a.
140gr di zucchero
3uova 
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
50gr di scaglie di cioccolato

Prescaldate il forno a 180°.
Montate lo zucchero con il burro ammorbidito, affinche non diventa chiaro e spumoso. Aggiungete le uova, uno alla volta, incorporate bene. Tritate leggermente i biscotti con un mixer. Versate sopra i biscotti la farina e il lievito setacciate. Amalgamate bene il composto di burro a quello della farina, infine unite le goccie di cioccolato.
Versate negli stampini precedentemente imburrati, infornate per circa 25minuti.

La cioccolata calda è un preparato pronto della linea  S.Martino.

 Buona giornata

Terry

Vincitori La pasqua a tavola – Il mio primo contest

 Finalmente dopo circa 15 giorni dalla fine del mio primo contest “La pasqua a Tavola”   posso proclamare  i vincitori.

Vi rubo solo 2 secondi per dire……..  GRAZIE a tutti quelli che hanno partecipato, sono arrivate  ben 134 ricette, una più bella dell’altra, non mi sarei mai aspettata un riscontro cosi positivo.
Durante questa avventura mi sono imbattuta in molti blog belli che non conoscevo. La scelta è stata dura perchè tutte le ricette che sono arrivate erano molto invitanti.

La  scelta e stata fatta  sul gusto personale, sempre rispettando il tema della Pasqua, quindi senza allungarmi troppo ecco che  vi annuncio i vincitori…………

Per la sezione Dolci………

                     uno stampo in silicone di 1kg e 6 miniporzioni Colomba della linea Happyflex

il premio va a ……….

Oggi pane e salame Domani….. con la ricetta Hot Cross Buns

  E’ stato amore a prima vista, mi ha fatto venire in mente la mia infanzia,  da me questi dolcetti sono una tradizione, non c’era pasqua senza hot cross buns e questa versione con frutti di bosco e cioccolato bianco mi ha incuriosita molto… sicuramente la proverò!

Per la sezione Salati……….

                                         uno stampo Angello in silicone della linea HappyFlex

il premio va a ……..

L’officina dell’cibo …………. con la ricetta Vridett

Per me non c’è Pasqua se a tavola non c’è l’agnello, almeno cosi sono cresciuta! Questa ricetta mi ha colpito per il suo racconto, la tradizione tramandata e il suo modo diverso di presentare l’agnello alle ricette classiche alla quale sono abbituata a vedere e mangiare.

Il terzo ed ultimo premio per la miglior foto…………..
(che sia chiaro, io di fotografia  capisco  ben poco se non niente, ma se vedo una foto fatta bene so apprezzare:) )

uno stampo Pulcino in silicone della linea Happyflex 

va a ……..
DolciPensieri………. con la foto per la ricettta “Resta” Pasquale di Como

Ringrazio in particolare per la collaborazione e i regali offert la  HappyFlex.

Grazie di cuore a  tutti i partecipanti che hanno reso possibile questa mia prima avventura,
alle giudichesse FrancescaFlavia che mi hanno accompagnata
e infine
complimenti alle vincitrici, che invito a mandarmi tramite mail i loro dati.

A Presto

Terry

My Baby Shower Party!!

Appena 8 mesi fà  ho dato la notizia alle mia amiche tortare che ero incinta,  la prima cosa che mi hanno detto era  che mi avrebbero organizzato  una festa…. il baby shower…. un festa molto diffusa in america per festeggiare la futura  nascita di un bambino/a.

Alla fine questo giorno tanto atteso sia da parte mia (che devo dire io non ho mai ne partecipato ne mai organizzato per qualcun’altra una festa di questo genere) che da parte  dalle mie amiche è arrivato.

Come descrivere questo giorno?
Un giorno indimenticabile, dal inizio che ci siamo incontrati fino alla fine che ci siamo salutati.
Un emozione e una sorpresa dopo l’altra.
Appena arrivata, vedendo un tavolo tutto addobbato e pieno di dolci meravigliosi fatte delle loro manine sono rimasta senza parole!

Una giornata piena insieme:

Colazione con waffels americani, con panna e cranberrys, di Patrizia
Spuntino con nachos e dip philadelphia peperoni ed arancie.
Pranzo con focaccia alla mortadella, parmigiana di melanzane, lasagne con melanzane, salsiccia e patate fatte sul b-b-q, spareribs con salsa b-b-q americane(che io amo da morire).
Peccato che non ci sono le foto di queste pietanze!

E poi tutti i dolci…..

I fantastici cake pops di Francy

  tenerissimi cupcakes di Laura  
                  

  la stupendissima baby shower cake di Ale

e per ricordarci di questo evento le graziosissime bomboniere biscotti decorati di Flavia

Per non parlare di tutti i vestitini che mi hanno regalato, uno più bello dal altro!

Che devo dire?? Ho un gruppo di amiche straordianarie alla quale non smettero mai di ringraziare di questa bella festa che mi hanno fatto e della bella amicizia che si è creata tra di noi in cosi poco tempo.

GRAZIE GRAZIE GRAZIE A TUTTE VOI DI CUORE!!

Francesca,Partizia,Flavia,Alessandra,Laura,Mimma vi adoro!!

Baci
Terry