Pollo Fritto – MTC n.63

 

Il pollo fritto, quello tanto adorato, quello che ogni volta che vado a Malta un salto da KFC non me lo nega nessuno, quello con la crosta croccante, buono che lo assapori fino all’osso, il fast food più buono… Il pollo fritto è arrivato all’ MTC!!

Ci voleva la vittoria all’mtc per far aprire un blog a Silvia, vincitrice di questo mese. Adesso, le ricette di Silvia, non li ammirero’ solo nei vari gruppi di giochi alla quale partecipiamo, ma li potro’ andare a commentare direttamente a casa sua. Quando ho letto la ricetta proposta da lei non ero contenta, ma di più! Io adoro il pollo fritto, ma non lo faccio mai, perchè se evitiamo le cose fritte è meglio…perchè il fritto fa ingrassare e tante altre paranoie, ma poi aspetto l’estate, e mi vedi li, seduta su quei divanetti rossi,  con la vista del mare che si intravede dalla vetrina e con un “bucket” rosso a strisce bianche davanti, e li posso morire felice!

Continue reading “Pollo Fritto – MTC n.63”

Zuppa di Porri, Patate e Bacon

Ormai siamo tutti più tecnologici, anche mia mamma con il suo nuovo cellulare è diventata “social”! Tutti i giorni tramite WhatsApp mi fa vedere quello che prepara e cucina. Lei in inverno è amante delle zuppe, e ne fa di tutti i tipi. L’altro giorno mi ha mandato la foto della zuppa ai porri che aveva preparato, non avendola mai mangiata mi è venuta la curiosita’ di assaggiarla. Continue reading “Zuppa di Porri, Patate e Bacon”

Spirale di Bietole

 

Se fuori piove e sei costretta a stare a casa, impastare ed accendere il forno è un modo rilassante per passare la giornata. Se poi la ricetta è una garanzia è ancora meglio! Per la seconda volta, per lo scambio di ricette delle Bloggaline sono abbinata a Tiziana, del blog Deliziosa Virtù. Le sue foto fanno venire l’acquolina solo a vederle, i suoi dolci sono dei capolavori…però a me è caduto l’cchio su una torta salata, leggera, per non squilibrare molto la mia dieta 🙂 Continue reading “Spirale di Bietole”

Involtini di Zucchine, Robiola e Tonno

involtini zucchine e tonno

Oggi di fretta, vi lascio una ricetta facile e veloce, presa dal blog di Sussanna di ” Lo scrigno delle bontà“, (la mia socia per questo mese per lo scambio delle ricette delle Bloggalline).  Anche se in questi giorni, il tempo è contro di me, ho fatto di tutto per non mancare a questo appuntamento, anche perchè, se saltavo mi veniva addosso una sfiga di #tortemosce, per carità, meglio evitarle certe cose! 😀 Continue reading “Involtini di Zucchine, Robiola e Tonno”

Terrina di Verdure al Forno

terrina verdure2

 

Il tempo sembra migliorato… le belle giornate sono arrivate e con esse anche le temperature più calde. Iniziamo a pensare alla prova costume, anche se non dobbiamo prenderci in giro, se per tutto l’inverno abbiamo mangiato di tutto e di più,  solo un miracolo ci può fare dimagrire in un mese!
Continue reading “Terrina di Verdure al Forno”

Peperoni Gratinanti Aromatizzati

 

 

Accendere il forno con questo caldo non è il massimo, se si può evitare è meglio, ma poi ci sono delle volte che non puoi fare a meno. Prima delle vacanze faccio in modo di fare poca spesa e consumare le cose che già mi ritrovo in dispensa, e poi c’è il solito “svuota frigo” e si accomoda con quello che c’è.  Cosi con un paio di peperoni e un po’ di olive da finire, il contorno è stato fatto!

Peperoni Gratinanti

3 peperoni
1 spicchio d’aglio
1 cipolla piccola
olio evo q.b.
50g di olive nere
50g di pangrattato
50g di parmigiano grattugiato
foglioline di menta fresca

Lavate i peperoni sotto acqua corrente, tamponate con carta assorbente, adagiate in una teglia da forno rivestita da cartaforno e infornate a 200° per circa 30 minuti, girandoli spesso, quasi ogni 5 minuti.
Nel frattempo, preparate il pangrattato aromatizzato, tritate finemente l’aglio e la cipolla e fate soffriggere in una padella con un filo d’olio evo. Unite le olive nere tagliati a piccoli pezzi e infine il pangrattato, mescolando sempre con un cucchiaio di legno per non farlo bruciare. Appena il pangrattato diventa bello dorato e croccante spegnete il fuoco, versate in una ciotola capiente e aromatizzate con le foglioline di mente tritata e il parmigiano.

Una volta cotti i peperoni, fateli raffreddare per un paio di minuti e poi spellateli ancora tiepidi. Eliminate il picciolo e i semi interni e tagliate a piccoli pezzi. Versate i peperoni insieme al pangrattato aromatizzato e amalgamate  tutto insieme.
Si può mangiare sia appena fatta che fredda, si conserva bene anche in frigorifero per un paio di giorni.

A Presto
Terry

Bocconcini di Spinaci con Farina di Ceci

 

Finalmente sembra sia  arrivata la primavera, il sole e le belle giornate. Tempo di uscire all’aria aperta, tempo di pic-nic, tempo di goderci il sole prima di tuffurasi al mare.

Questi bocconcini sono ideali per portarli con noi e consumarli durante il nostro pranzo al sacco.

Bocconcini di Spinaci con Farina ci Ceci;

100g di farina di ceci
60g di farina di riso
60g di olio evo
60g di latte
1 cipolla piccola
1 mazzetto di spinaci fresche
50g di parmigiano grattugiato
1 uovo
1 cucchiaino di bicarbonato
sale e pepe

Pulite per bene gli spinaci, lavateli dalla loro terra, spezzettateli e versatli in una padella antiaderente, unite la cipolla tritata finemente, un filo d’olio e un pizzico di sale e pepe, coprite con un coperchio e cucinate a fuoco dolce per un paio di minuti, finche gli spinachi  saranno cotte.
Nel frattempo amalgamate tutti gli ingredienti secchi, le farine, il bicarbonato e il parmigiano,  e in un’altra ciotola amalgamate il latte l’olio evo e l’uovo. Amalgamate i due composti insieme ed infine unite gli spinaci.
Adagiate il composto negli stampi a scelta e infornate, in forno prescaldato a 180°C per 10/15 minuti.

 

Con questa ricetta partecipo al 100%GFFD

A Presto

Terry

Ketchup Home-Made e Patatine di Polenta

La mia piccola Picipi è una gran mangiona. Sarà colpa dei super mega pranzetti che facevo con le mie amiche durante la gravidanza. Davanti al cibo non la ferma nessuno(anche se a guardarla non si direbbe), mangia il suo piatto, e dopo non si spaventa a rimettersi a tavola e mangiare anche quello nostro. Se sia speziato o piccante, dolce o amaro lei mangia e non rifiuta niente. A solo due anni e mezzo e già si capisce che sarà una buona forchetta.

Per una cosa in particolare è davvero ghiotta……….”il Ketchup”.
Mangerebbe qualsiasi cosa pucciata dentro.
Cosi per evitare i conservanti e optare per un prodotto fresco ho deciso  di prepararlo in casa.
Dopo una lunga ricerca, ho scelto di provare la ricetta di Jamie Oliver dal libro “Jamie at home”.
La ricetta è molto valida, profumata di tutti gli aromi e equilibrata, solo che 200ml di aceto mi sono sembrati troppi, quindi ho diminuito la dose a 100ml ed il risultato non mi ha delusa affatto.
 Picipi ve lo conferma!

E per accompagnare questo ketchup ho preparato delle patatine, però sono fatte con la polenta!

Ecco la ricetta per il Ketchup;
 (con le mie modifiche accanto)

1 cipolla rossa
mezzo  finocchio
1 gambo di sedano
olio d’oliva
1 pezzo di zenzero fresco (io ho usato quello in polvere, 1 cucchiaino)
2 spicchi d’aglio
mezzo peperoncino rosso fresco ( per paura che risultasse piccante ho messo mezzo peperone rosso)
1 mazzetto di basilico fresco
1 cucchiaio di semi di coriandolo ( io ho usato corriandolo in polvere)
2 chiodi di garofano
1 cucchiaio di pepe nero
sale marino
500g di pomodorini ciliegino o pomodori san marzano ( io ho usato i pomodori datterini)
500g di pelati in scatola (io ho usato la passata di pomodoro)
200ml di aceto di vino rosso ( io ho utilizzato solo 100ml)
70g di zucchero di canna semolato
200ml di acqua fredda.

Pulite la cipolla, il finocchio, il sedano, aglio e il peperone. Tritate finemente tutte le verdure e adagiateli in una pentola dal fondo spesso insieme a tutte le spezie, zenzero, coriandolo e
i chiodi di garofano. Unite anche i gambi del basilico, abbondante olio evo sale e pepe. Fate appassire il tutto a fuoco dolce per circa 10 minuti.
A questo punto aggiungete i pomodori tagliati a meta e la passata di pomodoro insieme a 200 ml di acqua fredda. Portate ad ebollizione e cucinate la salsa finché si sarà ridotta della metà. Unite le foglie di basilico, poi con un frullatore ad immersione frullate il tutto. Filtrate la salsa con un colino, io ho usato un passa verdure in modo da eliminare i semi e le bucce, in modo da ottenere una salsa liscia e vellutata.

Versate nuovamente tutto nella pentola, aggiungete lo zucchero e l’aceto e rimettete sul fuoco. Fate sobbollire dolcemente, Se sentite che ancora il sapore d’aceto è forte aggiungete un po’ d’acqua, aggiustate di sale e continuate la cottura finché avrà raggiunto la consistenza giusta del ketchup.
Una volta pronta la salsa, versate in bottiglie precedentemente sterelizzate, sigillate ermeticamente e fate raffreddare a testa in giù per circa 4 ore.
Come tutte le salse fatte in casa, conservatele in un luogo fresco e al riparo
dalla luce. Una volta aperto conservate  in frigorifero.

 Per le patatine di polenta;

180g di farina di mais
700ml d’acqua
pizzico di sale

Olio di semi di mais per friggere.

Ponete una pentola capiente  d’acqua sul fuoco, una volta che raggiunge il bollore unite il sale e versate a pioggia la farina di mais, sempre mescolando con una frusta per non fare formare i famosi grumi. Continuate la cottura per circa 20 minuti sempre mescolando ora con un cucchiaio di legno.
Versate la polenta in un contenitore rettangolare dai bordi alti leggermente unto di olio, livellate  e fate raffreddare. Io ho lasciato raffreddare per un paio d’ore a temperatura ambiente e poi ho posto in frigo per tutta la notte.
Passato il tempo di riposo, capovolgete il contenitore sul tagliere e sformate la polenta. Affettate in fette circa 2 cm e poi ricavate dei bastoncini. Riscaldate una pentola con abbondante olio e friggete i bastoncini.

Con questa ricetta partecipo al 100% GFFD

A Presto

Terry

Patate Hasselback per The Recipe-tionist di Ottobre.

Era da tanto che queste patate mi incuriosivano, se poi  trovo la ricetta nel blog  della simpatica Francesca che questo mese ospita il Recipe-tionist non mancava altro che provarle.
La ricetta è riuscita perfettamente, è un ottimo contorno, ma anche da sole come piatto unico sono ideali così come dice Francesca.

Patate HasselBack per 4 persone;

circa 6/8 patate
80g di pancetta arrotolata tagliate sottile
salamoia Maltese – mix di sale grosso menta, prezzemolo, aglio e peperoncino
parmigiano grattugiato a scaglie grosse
pepe nero
pangrattato
burro e olio evo q.b.

Pre riscaldate il forno a 200°. Pelate le patate e  incidete le patate nel senso della larghezza senza tagliare fino in fondo ottenendo cosi delle fette sottili attaccate alla base della patata. Con tanta pazienza e con l’aiuto della lama di un coltello infilate delle strisce di pancetta in ogni fessura.
Disponete le patate in una teglia rivestita di cartaforno, cospargete con la salamoia, spolverate leggermente con il pangrattato e il parmigiano. Adagiate dei fiocchi di burro su ogni patata e un filo d’olio, coprite con la carta alluminio e infornate per circa 30/40 minuti in base della grandezza delle patate. Verso fine cottura scoprite la teglia in modo da ottenere una gratinatura dorata e croccante.

Con questa ricetta partecipo a The Recipe-tionist Ottobre2014

A Presto

Terry