Spaghetti biz-zalza tal-qarnit – Spaghetti con sugo di polpo

 

Ricordo ancora oggi le domeniche d’autunno, quando papà ci portava a fare la solita passeggiata. Il post era sempre uno, Marsaxlokk, una piccola località di mare, dove il porticciolo è pieno di barchette colorate dei pescatori, ed il molo pieno di reti da pesca. In questo luogo, la domenica fanno anche il mercato, dove c’è anche l’angolo dei pescatori, dove ognuno vende il proprio pescato del giorno. L’odore del mare e del pesce in questo posto la fa da padrone, e non nascondo che quando ero bambina, insieme ai miei fratelli, camminavamo li in mezzo a tutto questo con le dita sul naso.

foto presa dal web

Finita la classica passeggiate, ad ora di pranzo, papà portava tutti noi al solito ristorante, dove ormai eravamo di casa. Si, perché, se i miei si trovavano bene in un posto, ci tornavano e non cambiavano più con nessun altro. Un piatto tipico maltese che spesso mangiavamo lì erano gli spaghetti con il sugo di polpo, ” spaghetti biz-zalza tal-qarnit”. Un piatto che a me piaceva e piace tutt’oggi. Questo piatto lo mangio solo quando sono a Malta, non lo cucino mai solo per me, visto che figlie e marito mangiano solo il polpo fatto ad insalata.

Però, ci sono occasioni  in cui vale la pena tornare indietro nei ricordi, e preparare un pasto solo per me. Questa occasione si chiama MTC! Cristina, ultima vincitrice, donna del pesce, non poteva proporci altro. La scelta era tra “pasta allo scoglio” o “pasta alla pescatora”. Io ho scelto la prima, con un piatto tipico della cucina maltese, seguendo la ricetta che mi ha passato mia zia, ottima cuoca della cucina maltese.

 

Spaghetti biz-zalza tal-qarnit - Spaghetti con sugo di polpo
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Piatti Maltesi
Ingredienti
  • Per 2 persone;
  • 500g di polpo fresco, i miei erano tre piccoli
  • foglie d'alloro
  • mezzo limone
  • 500g di passata di pomodoro
  • mezzo bicchiere vino rosso
  • 1 scalogno
  • 2 spicchi d'aglio
  • olive nere e bianche q.b.
  • prezzemolo
  • menta
  • basilico
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di dado vegetale fatto in casa
Procedimento
  1. Riempite una pentola capiente con l’acqua.
  2. Aggiungete l'alloro e il mezzo limone e ponete sul fuoco.
  3. Nel frattempo pulite il polpo lavandolo sotto l'acqua corrente, eliminate le viscere, gli occhi e il becco.
  4. Quando l’acqua raggiunge il bollore, infilzale il polpo dalla testa con una forchetta ed immergete nell'acqua tre volte, per far arricciare i tentacoli. Lasciate cucinare per circa 30 minuti, fino a quando la forchetta si infila morbida nella carne.
  5. Una volta cotto, spegnete il fuoco, coprite e lasciate raffreddare nella pentola con tutta l'acqua di cottura.
  6. Una volta freddo del tutto, filtrate l'acqua di cottura del polpo e tenete da parte. Tagliate il polpo in piccoli pezzi.
  7. Tritate finemente lo scalogno e l'aglio, versate un filo d'olio evo in una casseruola e fate appassire.
  8. Versate nella casseruola, circa 400ml del liquido di cottura del polpo, aggiungete il dado e fate sciogliere.
  9. Unite il polpo a pezzetti e fate insaporire il tutto con le erbe aromatiche tritate.
  10. Versate il vino e fate evaporare a fuoco forte, poi abbassate nuovamente la fiamma, unite le olive denocciolate e tagliate a pezzi piccoli e la passata di pomodoro.
  11. Aggiustate con un pò di zucchero e continuate la cottura per circa 40 minuti a fuoco lento, fino a quando si otiene un sugo denso. Al bisogno potete sempre allungare con altro liquido di cottua del polpo.
  12. Cucinate gli spaghetti al dente in abbondante acqua salate, scolate e mantecate insieme al sugo.
 

 

con questa ricetta partecipo a mtc.67

A presto

Terry

2 comments

  1. Grazie Theresa che ci porti sempre in quella splendida isola in cui abiti!! Degli spaghetti gustosissimi e succulenti con un sugo di polpo super classico che non ti delude mai!!

  2. WOW!!! Potrebbe bastare come commento?
    Complimenti non mi escono le parole, ma sto sbavando!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: