Sartù con polpette di pane, piselli e funghi – MTC n.65

Altro mese, altra sfida…

Questa volta, la vincitrice dell’ MTC, Marina ci propone sua maestà il Sartù, un piatto tipico della cucina napoletana. E se il mese scorso ho comprato una terrina, questo mese ho comprato ben due stampi. Mentre compravo il primo ero consapevole che non andava bene perché non era abbastanza alto, così chiedendo alla community ho avuto conferma e sono dovuta uscire nuovamente alla ricerca di un altro stampo, purtroppo anche questa volta non ho trovato esattamente quello che cercavo… questo era un po più alto di quello che avevo comprato precedentemente, e mi sono dovuta accontentare, perchè se entrava  un altro stampo a casa c’era il rischio che uscivo io! 😀

Per l’ennesima volta, come spesso succede all’ mtc, mi ritrovo a provare una nuova ricetta. Ho seguito quella proposta da Marina, modificando qualcosina. Vi confesso che avevo paura che al taglio crollasse tutto e questo mi ha fatto andare in confusione, ed ho commesso uno sbaglio. Infatti ho fatto uno strato solo di ripieno, e tanto riso, cosa che esteticamente era brutto da vedere,  ma vi assicuro che era molto buono, motivo in più per riprovarlo alla prima occasione.

 

 

Con questa foto partecipo a Mtc n.65
Sartù con polpette di pane, piselli e funghi - MTC n.65
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Ingredienti
  • Per 4 persone; (stampo 18x10)
Per il riso;
  • 400g di riso Carnaroli
  • 1 mestolo di ragù di pomodoro
  • 4 uova bio
  • 70g di parmigiano grattugiato
  • pangrattato q.b.
  • burro per ungere lo stampo
Per il ragù di pomodoro
  • 200g di costine di maiale
  • 200g di salsiccia fresca
  • 1 cipolla
  • 1lt di passata di pomodoro
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • qualche foglia di basilico
Per le polpettine;
  • 4 fettedi pane vecchio
  • Latte
  • 1 uovo bio
  • 100g di parmiggiano grattuggiato
  • ½ spicchio d’aglio
  • farina
  • sale, pepe
  • olio extravergine d’oliva
Per il ripieno;
  • 150g di piselli freschi sgranati
  • 1 cipollotto
  • 100g di funghi freschi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 100g di scamorza affumicata
  • olio extravergine d’oliva
Procedimento
  1. Versate un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva in una pentola e rosolatevi le costine di maiale e la salsiccia sbriciolata. Aggiungete la cipolla tagliata grossolanamente, rosolatela e sfumate con il vino.
  2. Quando l’alcol è evaporato aggiungete la passata di pomodoro, salate leggermente e fate riprendere il bollore. A questo punto abbassate la fiamma, mettete il coperchio e fate cuocere a fuoco lento ma costante per circa 3 ore. Deve pippare in poche parole…
  3. Profumatelo con le foglie di basilico spezzettato con le mani.
  4. In una ciotola mettete il pane imbevuto nel latte e strizzato bene, l’aglio tritato finemente, il parmigiano, l'uovo, sale e pepe. Impastate bene e formate tante polpettine non più grandi di una nocciola. Infarinatele e friggetele velocemente in un tegame con l’olio extravergine. Disponetele sul piatto coperto da un foglio di carta da cucina assorbente.
  5. Mettete un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva in un tegame e cuocete i piselli con il cipollotto affettato sottilmente e l’aglio tagliato finemente per 5 minuti. Aggiungete i funghi trifolate per un paio di minuti, salate e pepate.
  6. In una pentola versate 1 litro abbondante di acqua e aggiungetevi un mestolo di ragù di pomodoro. Portate a abolizione, salate leggermente e cuocetevi il riso fino a ¾. Mescolate di tanto in tanto e se serve aggiungete altra acqua. Spegnete, mescolate bene e lasciate intiepidire. Condite con un paio di cucchiai di olio e il parmigiano, mescolate e aggiungete uno alla volta le uova. Mescolate molto bene.
  7. Accendete il forno a 180°.
  8. Imburrate accuratamente, meglio con le mani, uno stampo da sartù, (ideale sarebbe largo 20cm e alto 12) e spolveratelo ancora più accuratamente con il pangrattato.
  9. Coprite il fondo dello stampo con uno strato di riso alto un dito, circa 1cm. Ricordatevi di livellare bene con il dorso del cucchiaio. Armatevi di pazienza,dovete creare uno strato di riso di 1cm anche sulla parete dello stampo, sempre tamponando con il cucchiaio che, se serve, potete anche bagnare.
  10. Arrivate a metà dell’altezza dello stampo. Riempite la cavità con i funghi, i piselli e polpettine. Aggiungete la scamorza a dadini e qualche cucchiaiata di ragù di pomodoro. Io ho coperto con il riso rimasto, ma se avete lo stampo dell'altezza giusta potete fare un altro strato di riso alto sempre un dito, altro strato di condimenti e poi coprire con altro riso fino all'orlo.
  11. Livellate bene, cospargete di pangrattato e mettete di qua e di là qualche fiocchetto di burro.
  12. Infornate e cuocete per 30-35 minuti. Capirete che è cotto quando si vedrà chiaramente che i bordi si sono staccati dalle pareti.
  13. Lasciate riposare almeno 15-20 minuti, fate un bel respiro e sformate sul piatto da portata.
  14. Servite con il ragù di pomodoro caldo a parte.
 

 

A Pesto

Terry

3 comments

  1. Ma non crollava, ne sono certa ! Si vede dall foto quando è crudo ancora che il,riso era perfetto…non c’era bisogno delle incertezze ! Dammi retta la prossima volta e verrà una meraviglia 😊

  2. Bella proposta !!!
    Brava Therese

  3. Terry, mannaggia alle paure! E’ perfetto, questo sartu’, perfetto. Solo che, mancando il secondo strato, e’ sbilanciato nell’insieme… ma riprovaci, perche’ la tecnica c’e’ e il buon gusto pure. Bravissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: