Pizza Bianca Romana

Oggi per la prima volta, pubblico una ricetta per  partecipare al nuovo progetto Il calendario del cibo Italiano. Ogni giorno sarà dedicato ad un piatto o ad una ricetta, o semplicemente ad un ingrediente. La lista di Aprile è bene piene di prelibatezze, ma la mia scelte è caduta su quello che più mi piace, i  lievitati, scegliendo cosi la pizza bianca romana. Non conoscevo questa ricetta, ed ero molto curiosa di provarla. La conferma della sua bontà me l’hanno data le mie bimbe, praticamente il tempo che infornavo la seconda teglia, la prima era già sparita!

La ricetta che ho seguito si trova qui.

 

 

5.0 from 3 reviews
Pizza Bianca Romana
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Lievitati/Pizza
Ingredienti
  • 500g di farina O
  • 25g di semola rimacinata
  • 3g di lievito di birra fresco
  • 425g di acqua
  • 10g di sale fino
  • 20g di olio extravergine d’oliva
  • 6g di malto d’orzo
  • 6g di zucchero
  • sale grosso da mettere sopra e olio per spennellare
Procedimento
  1. La sera prima; Prima lievitazione (poolish): sciogliete il lievito in 340g di acqua insieme al malto e allo zucchero, aggiungete la stesa quantità di farina, quindi 340g e mescolate con una forchetta in modo energico fino ad ottenere una crema, fate riposare per 30 minuti a temperatura ambiente, poi copritela con della pellicola e mettete in frigorifero fino al mattino successivo.
  2. La mattina dopo troverete un impasto lievitatissimo, pieno di bolle!
  3. Seconda lievitazione; lasciate l’impasto per 30 minuti a temperatura ambiente quindi versatelo nella ciotola della planetaria e aggiungete il resto della farina O, quindi i 160g rimasti, i 25g di semola rimacinata e cominciate ad impastare per incordare, unite gli 85g di acqua poco alla volta, sempre impastando aggiungete il sale che aiuterà a migliorare l’incordatura e poi l’olio, poco per volta, cercando di mantenere sempre l’incordatura.
  4. Otterrete un impasto liscio e lucido. Coprite e fate lievitare in forno con la luce accesa.
  5. Dopo un’ora fate delle pieghe, io le ho fatte lasciando l’impasto nella ciotola, con una spatola, prendendo l’impasto dal bordi e tirandolo verso il centro, coprite di nuovo e fate lievitare fino al raddoppio, almeno due ore. (Quasi alla fine della lievitazione accendete il forno al massimo e mettete dentro una leccarda)
  6. Formatura. Riprendete l’impasto e dividetelo in due parti, infarinate molto bene un tagliere e metteteci metà impasto, inumiditevi i polpastrelli con l’olio e prendendo delicatamente l’impasto tiratelo da tutti e quattro i lati senza rompere le bolle.
  7. L’impasto della pizza bianca romana va tirato non steso. Tirate fuori dal forno la leccarda, spennellatela con l’olio e aiutandovi con una spatola fate scendere la pizza sopra alla leccarda, aggiustatela tirandola da tutti i lati se si fosse ricompattata e infornate, per ⅞ minuti accendendo anche il ventilato per aumentare il calore, e quando le bolle saranno tutte ben visibili, accendete anche il grill e spegnete il forno, appena sarà un po’ colorata toglietela dal forno.
  8. Mangiatela subito o sola o farcita, come più vi piace.
 

 

 

A Presto

Terry

6 comments

  1. Complimenti per questa ricetta riuscitissima e per il blog!!leggo che hai tre bimbe….e riesci a fare tutte queste meraviglie!? Bravissima! Io con uno solo mi sento le mani legate 😉

  2. I primissimi piani mi hanno scatenato una salivazione incontrollabile! Non è il giorno adatto per iniziare la dieta 😉

  3. Come poter resistere…. Un bascione forte

  4. io sono l’unica a cui non sia riuscita, ma ho capito l’errore – e la prossima volta non lo faccio piu’. E magari rompo le scatole anche a te, visto quanto bene ti e’ venuta!

  5. grazie per la bellissima ricetta!
    si potrebbe congelare questa pizza?
    s

    1. fornelliprofumati

      Ciao, veramente io non l’ho congelata, perché è finita subito 🙂 sicuramente, come ogni lievitato si può congelare nei sacchetti per alimenti e poi scongelare al momento del bisogno. Magari anche una passata al microonde per renderla calda come appena sfornata. Fammi sapere se provi a prepararla! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: