Pasta “Struncatura” con Melanzane, Olive e Pomodorini Canditi

Lo scorso natale, grazie allo swap tra bloggalline ho avuto la fortuna di ricevere un pacco ricco di prodotti tipici calabresi, a me spediti dalla dolcissima Daniela. Scoprire prodotti tipici di altre località mi piace proprio tanto. Appena avevo visto tutti quei barattoli e pacchetti di prodotti locali della sua zona ero ancora piu’ felice.  Per provare alcuni prodotti, stavo aspettavo solo l’occasione giusta, e finalmente grazie allo scambio di ricette di questo mese, dove io e lei siamo abbinati, ho avuto modo di provare ben due prodotti, per un pranzo veloce mentre i miei erano in vacanza da me.

Dal blog di Daniela…

“La stroncatura è un piatto tipico della Piana di Gioia Tauro e della fascia reggina Tirrenica. Le sue origini sono molto antiche: alla fine del 1700  questo prodotto, per motivi igienici era  destinato agli animali, perché era realizzato raccogliendo da terra le scopature di magazzino cioè  tutti i residui misti di farina e crusca scartati durante la  molitura del grano. Successivamente, venivano impastati dando luogo ad un tipo di pasta ruvida  dal colore scuro chiamata, appunto, struncatura  venduta a prezzi molto bassi. Per lunghi anni si poteva  trovare soltanto in poche botteghe locali, quasi come merce di contrabbando, ora  il suo consumo si sta  diffondendo in  tutta la Calabria  anche se è prodotta ancora da pochissimi pastifici artigianali della piana con ingredienti di qualità: grano duro e farina integrale.

Questa pasta integrale, trafilata al bronzo, grazie alla forma e alla sua particolare consistenza, trattiene molto bene il condimento; viene generalmente condita con ingredienti tipici della tradizione contadina quali olio extravergine di oliva, aglio, peperoncino calabrese, alici, olive e mollica di pane tostata e pangrattato. Oggi si può trovare confezionata (in passato si vendeva a peso) e sicuramente non è più un piatto povero considerato il suo prezzo e la presenza nei menu nei migliori ristoranti calabresi.”

 

Pasta Struncatura con Melanzane, Olive e Pomodorini Canditi
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Primi piatti
Serves: 6
Ingredienti
  • 500g di struncatura
  • 200g di pomodorini
  • 50g di zucchero a velo
  • 1 melanzana
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 spicchio d'aglio
  • 100g di olive nere denocciolate
  • olio evo
  • 50g di pecorino grattugiato
  • un pizzico di n'duja spilinga
  • basilico
  • sale
Procedimento
  1. In una teglia ricoperta di carta da forno mettete i pomodorini, salate, aggiungete lo spicchio d'aglio intero, un filo d'olio e spolverizzate con lo zucchero al velo. Infornate a 180° per 20 minuti.
  2. Lavate ed asciugate la melanzana e punzecchiatela con uno stecchino. avvolgetela con la carta stagnola e cuocete in forno a 170° per 50 minuti. Spegnete il forno e lasciatela riposare per un'ora. Trascorso il tempo, dividetela a metà e togliete la polpa con un cucchiaio.
  3. Mettete in una padella l'olio e la cipolla di Tropea a fettine e lasciate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete la melanzana, le olive e fate cuocere per cinque minuti.
  4. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e rimettetela nella pentola. Unite mescolando, il sugo di melanzane e olive, i pomodorini, il basilico, la n'duja ed il formaggio grattugiato.
  5. Infine unite i pomodori canditi e servite.
 

A Presto

Terry

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: