Torta Saint Honorè

 

 

Eccomi di nuovo qui!

Le vacanze sono ormai passate da un po’, ed io me la sto prendendo ancora comoda,  “cucinando il più leggero possibile”, godendomi il sole ancora caldo in giardino.
Però una cosa al mio rientro l’ho fatta subito…., una buonissima Saint Honorè per l’86esimo compleanno della nonna!

Torta Saint Honorè
per una 24 cm

Pan di spagna;

3 uova grandi bio
150g di zucchero
100g di farina
50g di fecola di patate
un pizzico di sale
scorza grattugiata di mezzo limone bio

Per la crema Pasticcera;
1 litro di latte intero fresco
4 uova  bio
120g di farina
200g di zucchero un cucchiaino di vaniglia
80g di cioccolato fondente

Per la bagna al Rum;
50ml di Rum
150ml di acqua
80g di zucchero

un disco di pasta sfoglia, io per mancanza di tempo ho usato quella pronta, se volete farla in casa, trovate la ricetta qui

circa 8  bigne; la ricetta della pasta choux la trovate qui

circa 500ml di panna da montare

caramello per decorare i bigne;
100g di zucchero
2 cucchiai d’acqua

Non vi spaventate dalla lunga lista d’ingredienti, è più facile di quanto sembra, e potete preparare quasi tutto in anticipo.

Pre scaldate il forno a 180°.
Iniziate dal pan di spagna, con l’aiuto della planetaria o don delle fruste elettriche, montate le uova con lo zucchero, il sale e la buccia di limone grattugiata per circa 6 minuti, fino a quando il composta diventa chiaro e spumoso. Setacciate le farine e amalgamate con una spatola delicatamente dal basso verso l’alto.
Imburrate e infarinate lo stampo, versate il composto e infornate per circa 30/35 minuti a 160°.

Usando le dimensioni dello stampo che avete usato per il pan di spagna, tagliate un disco di pasta sfoglia, posizionatela sopra una teglia rivestita da cartaforno, posizionate attorno anche il resto della pasta foglia che poi vi servirà per decorare la torta, bucherellate bene e infornate per circa 10 minuti  o fino a doratura, sempre a 180°.

Mentre il forno è acceso, approfittate e preparate anche i bigne con la ricetta che trovate  qui. 

Una volta pronti i bigne conservateli in una scatola di latta, mentre la sfoglia e il pan di spagna lo potete chiudere in un porta torte fino al momento del montaggio del dolce.

Preparate la bagna. In un pentolino versate l’acqua e lo zucchero, mettete sul fuoco e fate bollire. Fate intiepidire lo sciroppo ed infine ulite il Rum, dopo fate raffreddare completamente.

Passiamo ora alla crema, io la preparo con il bimby. Versate il latte, lo zucchero, le uova e la vaniglia nel boccale, impostate a 90° vel.4. 10 minuti. Una volta pronta, dividete la crema in due contenitori , senza lavare il boccale, versate il cioccolato fondente a pezzi e impostate a 90°, vel.3.,  5 minuti. Una volta sciolto il cioccolato unitelo ad una parte della crema e amalgamate bene in modo da ottenere la crema al cioccolato.

Ora che tutte le preparazioni sono pronte, possiamo passare al montaggio del dolce.
Dividete il pan di spagna in due dischi. Posizionate  un cerchio apribile sul vassoio dove dovete servire il dolce e adagiate all’interno il primo disco di pan di spagna.  Prendete un po’ di crema pasticciera e un altro po’ di crema pasticcera al cioccolato e tenetela da parte per farcire i bigne e per la decorazione sulla superficie della torta. Bagnate con meta della bagna la base e poi versate la crema pasticcera creando uno stato omogeneo e ben livellato. A questo punto adagiate delicatamente l disco di pasta sfoglia e poi versate sopra il resto della crema al cioccolato. Infine posizionate l’altro disco di pan di spagna e bagnate. Fate riposare in frigo per una notte se possibile. Il giorno dopo, montate la panna, staccate delicatemente il cerchio e ricoprite bene la torta con la panna. Sbriciolate i ritagli della pasta sfoglia e piano piano rivestite il bordo tutto attorno la torta.
Riempite i bigne e poi preparate il caramello. In un pentolino, a fuoco basso, versate lo zucchero e fate imbrunire, versate poi l’acqua e mescolate velocemente sempre sul fuoco fino a quando lo zucchero non sia completamente sciolto. Preparate un vassoio con della carta forno e con molta  attenzione prendete i bigne e bagnate la loro cupola dentro il caramello, poi posizionateli a testa in giù sulla carta forno in modo da creare un disco di caramello. Una volta solidificato il caramello, posizionate i bigne sulla superficie della torta tutt’attorno. Decorate con ciuffetti di panna tra un bigne e l’atro, invece decorate il centro della torta con ciuffetti verticali di crema alternando i gusti.

Che lavorone vero??!! Però la goduria è tanta!!

A presto

Terry

 

Peperoni Gratinanti Aromatizzati

 

 

Accendere il forno con questo caldo non è il massimo, se si può evitare è meglio, ma poi ci sono delle volte che non puoi fare a meno. Prima delle vacanze faccio in modo di fare poca spesa e consumare le cose che già mi ritrovo in dispensa, e poi c’è il solito “svuota frigo” e si accomoda con quello che c’è.  Cosi con un paio di peperoni e un po’ di olive da finire, il contorno è stato fatto!

Peperoni Gratinanti

3 peperoni
1 spicchio d’aglio
1 cipolla piccola
olio evo q.b.
50g di olive nere
50g di pangrattato
50g di parmigiano grattugiato
foglioline di menta fresca

Lavate i peperoni sotto acqua corrente, tamponate con carta assorbente, adagiate in una teglia da forno rivestita da cartaforno e infornate a 200° per circa 30 minuti, girandoli spesso, quasi ogni 5 minuti.
Nel frattempo, preparate il pangrattato aromatizzato, tritate finemente l’aglio e la cipolla e fate soffriggere in una padella con un filo d’olio evo. Unite le olive nere tagliati a piccoli pezzi e infine il pangrattato, mescolando sempre con un cucchiaio di legno per non farlo bruciare. Appena il pangrattato diventa bello dorato e croccante spegnete il fuoco, versate in una ciotola capiente e aromatizzate con le foglioline di mente tritata e il parmigiano.

Una volta cotti i peperoni, fateli raffreddare per un paio di minuti e poi spellateli ancora tiepidi. Eliminate il picciolo e i semi interni e tagliate a piccoli pezzi. Versate i peperoni insieme al pangrattato aromatizzato e amalgamate  tutto insieme.
Si può mangiare sia appena fatta che fredda, si conserva bene anche in frigorifero per un paio di giorni.

A Presto
Terry

Ghiaccioli all’Arancia

 

Caldo…caldo…caldo!
Ci vorrebbe una cosa fresca e dissetante per sollevarci da questo caldo che ci sta massacrando in questi giorni. Non viene la voglia di mangiare niente se non cose fresche e belle fredde. In questi giorni, a casa mia, i  gelati stanno avendo la meglio a tutte le ore della giornata. Aprire il freezer per prendere un gelato insieme…(quei pochi secondi di fresco d’avanti allo sportello aperto sono come andare in paradiso)!
Con questo caldo, la voglia di fare e sotto zero, le forze ti abbandonano e cerchi di rianimarti in tutti i modi. Poi all’improvviso ti viene in mente una cosa.., la ricetta dei ghiaccioli di nonna Pina, una signora simpatica con cui mi fermo a parlare d’avanti a scuola.

Ghiaccioli all’Arancia;
per 6 formine;

250ml di succo d’arancia bio, circa 6 arance
il succo di un limone bio piccolo
1 cucchiaio di miele fior d’arancio
mezzo bicchiere d’acqua

Spremete le arance e il limone e filtrate il succo con un colino a maglie strette.  Riscaldate leggermente l’acqua, unite il miele e fate sciogliere. Unite il succo di arance e limone insieme all’acqua, versate negli stampi per ghiaccioli e riponente in freezer per circa 6 ore.
Io li preparo la sera, in modo che la mattina sono pronti, cosi l’attesa sembra meno difficile da parte delle bimbe, se no, è un continuo apri e chiudi il freezer per controllare se sono pronti!

 

A Presto

Terry