MudCake con CamyCream e Frutti di Bosco per il 4° BlogCompleanno

 

Oggi sono 4 anni  da quando ho  aperto il mio blog, iniziando cosi questa nuova ed affascinante avventura. Il mio vecchio quaderno di ricette si è trasformato in un ricettario virtuale. Anche se ci sono periodi dove lo trascuro e lo abbandono, per mancanza di tempo, alla fine ci ritorno sempre, anche perché senza cucinare non so stare, e quindi le ricette ben riuscite li devo per forza annotare e conservare 🙂

Grazie a questo blog ho conosciuto tante bellissime persone e anche se la conoscenza è solo virtuale, sembra che ci conosciamo da sempre, ed è sempre bello chiacchierare con loro.

E per festeggiare questo “blogcompleanno”, vi lascio la ricetta della stessa torta con la quale lo scorso mese ho festeggiato i miei trent’anni.

MudCake con Camycream e Frutti di bosco;

Per la base;
150g di cioccolato fondente
400g di zucchero
250ml di latte
250g di burro
200g di farina
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
100g di cacao amaro
2 uova grandi

In un pentolino versate il latte, il burro, lo zucchero e il cioccolato tagliato a pezzettini piccoli, ponete sul fuoco e fate sciogliere senza mai bollire. Fate raffreddare per 10 minuti.
Versate la miscela in una ciotola capiente, unire il cacao e la farina setacciati e iniziate ad incorporare con una frusta poi unite le uova, una alla volta. Imburrate e infarinate due teglie da 20cm di diametro e dividete il composto. Infornate in forno già caldo a 160° per circa 45 minuti.

Per la crema;
500g di mascarpone
250ml di panna
170g di latte condensato ( 1tubetto)

Mettete tutti gli ingredienti in frigo per un paio di ore prima della preparazione.
Montate la panna e tenete da parte. Montate anche il mascarpone e quando è spumoso,sempre con le fruste in movimento versate il latte condensato a filo. Infine amalgamate i due composti con molta delicatezza dal basso verso l’alto, stando attente a non smontare la crema.

Ganache al cioccolato Fondente;
100g di cioccolato fondente
100g di panna

Riscaldate la panna senza mai bollire. Tritate il cioccolato, versatelo sopra la panna e amalgamate  con una frusta fino a che si sia sciolto completamente. Fate intiepidire.

Montaggio della torta;

Dividete ogni base in due dischi in modo da ottenere quattro dischi di torta.
Adagiate il primo dischi sul piatto da portata, versate la crema in una sac-a-poche e distribuite un primo strato di crema. Ricoprite con un altro disco di torta e continuate cosi fino a consumare la crema, oppure fermatevi in base a quanto volete alta la torta, io mi sono fermata a tre dischi di torta e due strati di crema. Colate la ganache al centro della torta, lasciandola uniforme per come viene. Infine guarnite con la frutta fresca.

A Presto

Terry

Pan di Spagna a freddo di Iginio Massari con Mousse al Limone, strato di Gelatina con pezzi di Fragole e bagna al Limoncello

 

Quando ho fatto il pan di spagna per la sfida del Mtc, nonostante avvessi dimezzato la dose, oltre al tronchetto, sono riuscita ad ottenere anche un’altra base piccola che ho congelato.
Una volta messa in freezer, ho cominciato a pensare come potevo usarlo e quale dolce potevo fare …. mica potevo lasciarla li!

All’inizio pensavo di preparare il “Trifle” maltese, che non mangio da anni ormai. Si tratta di un dolce a strati, fatto di almeno due creme diverse e uno strato di gelatina e frutta. C’è chi ci mette alla base, uno strato di biscotti, o chi invece mette uno strato di pan di spagna. Poi mi si è accesa la lampadina, prendendo spunto proprio da questo dolce.

Cosi mi sono data da fare, ed ho preparato questa torta, che ho portato con me per un fantastico fine settimana di totale relax in campagna, “con un po’ di  preoccupazione  per il risultato finale”, visto che la torta ha fatto un’ ora e mezzo di strada e temevo che la gelatina si sciogliesse. Invece è rimasto tutto perfetto, la torta è arrivata sana e salva a destinazione e se era per mia zia, si doveva mangiare subito al mio arrivo, cosi… mentre la  distraevo parlando della lunga lievitazione dei cornetti sfogliati che ho anche  portato con me, misi la torta nascosta in frigo cosi da poterla presentare a tavola   sabato a pranzo, dove poi un uragano di forchettine l’ha spazzolata via! 🙂

 

E posso dire che sono stata davvero contenta di questa torta, buona, delicata, bella e moderna, seguendo le indicazioni di Caris per l’assemblaggio al contrario.

Pan di Spagna a freddo di Iginio Massari con Mousse al Limone  e strato di Gelatina con pezzi di Fragole.

La ricetta del pan di spagna a freddo di Iginio Massari la trovate qui.

Mousse al limone;

200ml di panna
160ml di latte intero
60g di zucchero semolato
2 tuorli
6g di gelatina in fogli
la scorza di 2 limoni bio

Lavate e pelate i limoni, versate il latte in un pentolino, unite la scorza dei limoni e portate a bollore. Lasciate in infusione per circa 30minuti.
Fate ammollare la gelatina  in acqua fredda.
Montate i tuorli con lo zucchero, poi versate il latte a filo precedentemente filtrato. Ponete nuovemente la crema sul fuoco e portate a bollore, circa 82°. Togliete dal fuoco, strizzate la gelatina e unitela alla crema. Fate raffreddare a temperatura ambiente. Semi montate la panna e poi incorporate alla crema.

Gelatina con fragole a pezzi; (da preparare il giorno prima)

fragole q.b.
1 bicchiere di succo di fragole
1 bicchiere d’acqua
3 fogli di gelatina

Ho usato lo stesso stampo a cerniera dove ho cotto il pan di spagna, in modo da avere un disco dello stesso diametro. Rivestite il fondo dello stampo con della cartaforno. Lavate ed asciugate le fragole, tagliatele  a spicchi e adagiate sul fondo dello stampo.
Ammollate la gelatina in acqua fredda.
Fate intiepidire l’acqua e poi unite la gelatina strizzata, mescolate bene per scioglierla dopo unite il succo di fragola e amalgamate i due liquidi.
Ora armatevi di pazienza e iniziate a versare un cucchiaio di liquido alla volta sopra le fragole, e ponete in freezer per un paio di minuti. Tirate fuori e versate un altro paio di cucchiaiate di liquido e rimettete sempre in freezer. Continuate cosi fino ad ottenere un disco di gelatina spesso circa 1cm o fino a ricoprire tutte le fragole.  Dovete versare poco liquido alla volta perché correte il rischio che il liquido fuoriesce dalle fessure dello stampo.
Finito tutto il liquido fate riposare una notte in frigo.

Bagna al Limoncello;

200ml di acqua
70ml di Limoncello
100g di zucchero

Portate a bollore l’acqua con lo zucchero, fino a quando si forma uno sciroppo. Togliete dal fuoco, unite il limoncello e fate raffreddare.

Montaggio della torta;

Caris, consiglia di usare il foglio e le strisce di acetato, io non avendo trovato  da comprare, ho usato la cartaforno.

Dividete il pan di spagna in due dischi.
Adagiate un foglio di cartaforno su un piatto, appoggiate sopra il cerchio da montaggio regolato con una misura leggermente più grande rispetto al vostro pan di spagna e rivestite con una striscia di cartaforno tutto attorno al bordo.
Fate uno strato di  mousse alla base, adagiate il primo disco di pan di spagna e sbagnate. Adagiate sopra il pan di spagna il disco di gelatina con molta attenzione, ricoprite con l’atro disco di pan di spagna e sbagnate di nuovo. Riempite con la mousse tutto attorno la torta e riponete in frigo per tutta circa 12 ore.

Rovesciate la torta sul piatto da portata e decorate. Io con della mousse avanzata ho fatto dei ciuffetti sopra della cartaforno e lasciati in frigo fino al momento della decorazione.

 

Con questa ricetta partecipo al MTC n.47

A Presto

Terry

 

Tronchetto di Pan di Spagna con Crema alla Ricotta e Croccante ai Cereali

 

E’ risaputo che i dolci sono la mia passione!
Questo mese Caris, con la sua vittoria dell’mtc ci porta alla base della pasticceria, ovvero il pan di spagna. Il suo post è una vera lezione dettagliata, pieno di consigli e dettagli da eseguire per ottenere un pan di spagna eccellente, con le ricette dei maestri Iginio Massari e  Leonardo DeCarlo.
Fino ad ora, avevo sempre fatto quello del maestro Montersino, ma devo dire la verità… questo di Massari non mi dispiace affatto, altrettanto soffice e profumato

Da subito avevo chiaro il dolce da fare, solo che non sono riuscita a farlo come avevo pensato.
Volevo fare uno strato di cioccolato croccante con i cereali, l’ho fatto,  ma è risultato più spesso del dovuto, cosi pensando che al taglio sarebbe risultato duro, ho scelto di ridurre il tutto in piccoli pezzi.

Alla fine anche con questo errore il risultato è stato molto sodisfacente ed il dolce è finito subito dopo averlo messo a tavola.

Tronchetto di Pan di Spagna con crema alla ricotta, croccante ai cereali e bagna al caffè.

Pan di Spagna a freddo di Inginio Massari
300g di uova intere
200g di zucchero superfine
1g di sale
la scorza grattugiata di mezzo limone
150g di farina 00 (W170)
50g di fecola

Nella planetaria, con le fruste montate le uova intere con lo zucchero, il sale e la scorza del limone per circa 15 minuti a velocità 3. Setacciate la farina con la fecola due volte e incorporate all’impasto delicatamente. Imburrate e infarinate lo stampo e cuocete a 180° per circa 20 minuti.

Con questa dose, ho fatto uno stampo rettangolare 29cmx11cmx5.5cm che ho usato per questa ricetta, e uno stampo rotondo diametro 17cm con altezza 8cm che ho congelato.

Per la bagna al caffè;
3 tazzine di caffè ristretto amaro
30ml d’acqua
70g di zucchero

Per la crema alla ricotta;
500g di ricotta di pecora fresca
100g di zucchero a velo

Scolate bene la ricotta dal siero, setacciate due volte, unite lo zucchero a velo e amalgamate bene fino ad ottenere una crema.

Per il croccante ai cereali;
150g di cioccolato al latte
100g di cereali, tipo riso soffiato, essendo che ho ottenuto uno strato molto spesso, consiglio di usare meno cereali, tipo 50g.)

Fate fondere a bagnomaria il cioccolato. Una volta sciolto il cioccolato, unite i cereali e versate il tutto su un foglio di cartaforno, dando la forma desiderata, io mi sono aiutata con lo stampo che ho usato per la cottura del pan di spagna, volendo fare uno strato intero, che alla fine ho ridotto in pezzi per causa dello spessore troppo grosso.

Montaggio del Dolce;

Tagliate il pan di spagna in due parti, sbagnate la base, farcite con la crema di ricotta, tenendo un pò da parte per la copertura, sbriciolate il croccante di cereali e chiudete il dolce con l’altro strato di pan di spagna precedentemente sbagnato.
Spalmate il resto della crema all’esterno del dolce e spolverate la superficie con del cacao amaro.

 

Con questa ricetta partecipo a MTCn.47

A Presto

Terry

Pancakes agli Spinaci con burro al Lime

Grazie al recipe-tionist, mi ritrovo per la seconda volta a scegliere una ricetta dal meraviglioso blog di Cristiana.
Se fossi riuscita a guardarlo in tempo, nei giorni che mio papà si trovava qui da me, gli avrei fatto sicuramente qualche suo docle di mele per coccolarlo un pò, ma sfortunatamente me ne sono accorta troppo tardi, cosi alla fine ho scelto un piatto che  le mie bimbe adorano, i pancake. Solo che questi non sono i classici pancake che piacciano a loro, questi sono con le verdure, ma giocando con il nome del piatto alla fine l’hanno mangiati.

Ingredienti per circa 8 pancakes;
 
250g di spinaci freschi
110g di farina di grano tenero 0
1 cucchiaino di lievito istantaneo
1 uovo
100g di cipollotti tagliati a julienne
50g di burro sciolto
mezzocucchiaino di sale
1 cucchiaino di cumino in polvere
150ml di latte
1 albume
olio extra vergine di oliva
 
per il burro al lime:
100 g di burro a temperatura ambiente
la scorza grattugiata di un lime
1 cucchiaino e mezzo di succo di lime
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di pepe bianco
 
Per il burro al lime. Lavorate il burro con un cucchiaino di legno.
Aggiungete gli altri ingredienti e incorporateli. Coprite con della
pellicola e riponete al fresco.
Lavate per bene gli spinaci e cuoceteli in pochissima acqua, scolateli e strizzateli bene. Sminuzzateli con l’aiuto di un coltello insieme ai cipollotti  e teneteli da parte.
In una ciotola lavorate la farina con il lievito,
l’uovo, il burro sciolto, il sale, il cumino e il latte. Aggiungete i
cipollotti e gli spinaci. Unite l’albume montato a neve, incorporando tutto insieme per ottenere un impasto omogeneo.
In una padella antiaderente, scaldate un filo d’olio, versate due
cucchiai di composto, e cuocete due minuti per lato o fino a che
non risulterà dorato e si staccherà con facilità dalla padella.
Continuate in questo modo fino a quando non avrete finito la pastella;
ungendo, se necessario, la padella tra un pancake e l’altro.

Servite con il burro aromatizzato.

 

Con questa ricetta partecipo a The recipe-tionist di Aprile 2015

A Presto

Terry

Brioche aromatizzate all’arancia e miele di castagno

 

Il cioccolato accumulato dalle uova di Pasqua è tantissimo, sono arrivate ben 21 uova di cioccolato, quindi per evitare di mangiarlo cosi come si trova, provo a smaltirlo in altri modi. In questa ricetta lo sostituisco alle classiche gocce di cioccolato. La ricetta è presa dal libro di Sara Papa, “Tutta la bontà del pane” con qualche piccola modifica.

Brioche aromatizzate all’arancia e miele di castagno;

600g di farina manitoba
150g di lievito madre rinfrescato
350ml di succo d’arancia
40g di miele di castagno
50g di burro
10g di sale
scorza grattugiata d’arancia
cioccolato q.b.

Per la finitura;
1 tuorlo
latte q.b.
zucchero a velo

Setacciate la farina nella ciotola della planetaria, unite  il lievito madre spezzettato, il succo d’arancia filtrato, il miele e la scorza d’arancia grattugiata. Iniziate ad impastare  e quando vedete che il composto sia ben amalgamato unite, il burro ammorbidito e infine il sale. Lavorate l’impasto per circa 10 minuti a vel.2. Dovrete ottenere un impasto ben incordato. ( a questo punto la ricetta del libro dice di inserire le gocce di cioccolato, per formare dei pan goccioli, io ho saltato questo passaggio volendo fare delle brioche).  Formate una palla, adagiatela in una ciotola  leggermente oliata e fate lievitare nel forno spento con luce accesa fino a quando non raddoppia di volume.
Passato questo tempo, prendete l’impasto e sgonfiatelo, (qui il libro dice di formare dei panini) io ho steso l’impasto, dando forme diverse e riempendo le brioche con i pezzettini di cioccolato.

Adagiate le brioche sulla placca da forno foderate con cartaforno, coprite con pellicola e fate raddoppiare di volume. Una volta pronte, spennellate con tuorlo e latte e infornate in forno già caldo  a 200°C per circa 15 minuti.
Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

A Presto

Terry

Bocconcini di Spinaci con Farina di Ceci

 

Finalmente sembra sia  arrivata la primavera, il sole e le belle giornate. Tempo di uscire all’aria aperta, tempo di pic-nic, tempo di goderci il sole prima di tuffurasi al mare.

Questi bocconcini sono ideali per portarli con noi e consumarli durante il nostro pranzo al sacco.

Bocconcini di Spinaci con Farina ci Ceci;

100g di farina di ceci
60g di farina di riso
60g di olio evo
60g di latte
1 cipolla piccola
1 mazzetto di spinaci fresche
50g di parmigiano grattugiato
1 uovo
1 cucchiaino di bicarbonato
sale e pepe

Pulite per bene gli spinaci, lavateli dalla loro terra, spezzettateli e versatli in una padella antiaderente, unite la cipolla tritata finemente, un filo d’olio e un pizzico di sale e pepe, coprite con un coperchio e cucinate a fuoco dolce per un paio di minuti, finche gli spinachi  saranno cotte.
Nel frattempo amalgamate tutti gli ingredienti secchi, le farine, il bicarbonato e il parmigiano,  e in un’altra ciotola amalgamate il latte l’olio evo e l’uovo. Amalgamate i due composti insieme ed infine unite gli spinaci.
Adagiate il composto negli stampi a scelta e infornate, in forno prescaldato a 180°C per 10/15 minuti.

 

Con questa ricetta partecipo al 100%GFFD

A Presto

Terry

Colomba con crema di Pistacchio e Cioccolato Bianco

 

Nell’ ultimo post della colomba, vi avevo detto che avevo diviso l’impasto lasciando una parte semplice senza canditi e gocce di cioccolato. Il motivo era quello di farcire una colomba in modo da concludere la Pasquetta con una colomba golosa.

La ricetta della colomba la trovate qui.

Per la farcia;
1 barattolo di crema al pistacchio di Bronte
100g di cioccolato bianco
pistacchio  per guarnire

Versate la crema al pistacchio in una sac-a-poche  con bocchetta lunga,  forate la colomba i più punti e farcite.
Fate sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria a spalmate sulla superficie della colomba, poi guarnite a piacere con granella, farina o pistacchi interi.

A Presto

Terry

 

Colomba con Gocce di Cioccolato per Pasqua

Dopo il successo con il panettone di Alessandra, non potevo non provare  la colomba.
Le sue ricette sono sempre una sicurezza di buona riuscita, e il suo libro è molto ben spiegato.
Cosi per Pasqua, quest’anno ho la mia colomba “home made” con lievito madre.

Colomba
dose per stampo da 1kg;
( io non ho trovato stampi da 1kg, cosi ho diviso in due stampi, 1 da 750g e uno da 500g, nello stampo da 750g ho messo 680g di impasto, mentre in quello da 500g ho messo 450g di impasto)

Primo impasto;
300g di farina panettone Molino Quaglia
15g di lievito madre secco
96g di zucchero
123g di tuorlo
137g di burro
117g di acqua

Secondo impasto;
55g di farina panettone Molino Quaglia
5g lievito madre secco
22g di zucchero
25g di tuorlo
27g di burro
50g di aroma
200g di  gocce di cioccolato/ arancia candita
6g di sale

Aroma;
90g di miele d’acacia
50g di arancini canditi( io ho omesso questi)
la buccia grattugiata di un arancia
1 bacca di vaniglia
1 cucchiaio di liquore Amaretto

Glassa;
75g di mandorle
10g di farina di riso
10g di amido di mais
100g di zucchero
65g di albumi
mezzo cucchiaino di cacao
2 cucchiaini di Amaretto
un pizzico di sale

Per la guarnizione;
mandorle intere
granella di zucchero
zucchero a velo

Il giorno prima preparate  l’aroma e la glassa.

Per l’aroma;
frullate insieme, gli arancini, il miele, l’amaretto, fino ad ottenere una crema. Fate riposare un pò, poi unite la buccia grattuggiata dell’arancia e i semi della bacca di vaniglia. Amalgamaete tutto, coprite con pellicola e fate riposare a temperatura ambiente fino al momento dell’uso.

Per la glassa;
Tritate le mandorle con una parte di zucchero, poi unite il resto degli ingredienti tranne gli albumi. Amalgamate tutto e poi incorporate gli albumi in più riprese. Coprite con pellicola e fate riposare in frigo, poi estraetela 20 minuti prima dell’uso.

Primo impasto; ore 20;

Impastate la farina con l’acqua, il lievito e 1/3 di tuorli con la frusta a K. Lavorate fino a quando non si formerà un impasto elastico, dopo incorporate il resto dei tuorli e lo zucchero, sempre alternandoli tra loro, e facendo incordare l’impasto tra ogni passaggio. Finito questo passaggio, cambiate con il gancio ad uncino, e continuando sempre ad impastare inserite il burro ammorbidito a temperatura ambiente a pezzi piccoli, facendo sempre incordare dopo ogni aggiunta.
L’impasto a questo punto dovrà risultare  ben incordato ma non troppo lucido, in caso contrario i tempi di lievitazione saranno più lunghi.
Mettete l’impasto in una ciotola velata di burro, copritelo con la pellicola e lasciatelo lievitare  per tutta la notte, cosi dovrà triplicare di volume.

Preparazione del secondo impasto;
Riportate il primo impasto nella planetaria, aggiungete la farina e il lievito e impastate fino ad incordare tutto. Aggiungete il tuorlo e lo zucchero, sempre alternandoli a più riprese. Unite l’aroma poco per volta e infine il sale. A ogni passaggio lavorate bene facendo incordare l’impasto. Incorporate il burro poco per volta facendo incordare ancora l’impasto prima di inserire altro.
A questo punto inserite a vostra scelta i canditi o le gocce di cioccolato, impastando al minimo per distribuire il tutto uniformamente.

Io qui, prima di inserire le gocce ho diviso l’impasto, lasciando una pezzatura semplice senza nessun aggiunta di canditi o altro.

Fate riposare l’impasto  in una ciotola senza coprirlo con la pellicola, per circa un’ora a 28°C.
Passato questo tempo, spostate l’impasto sul piano di lavoro, allargatelo e lasciatelo all’aria per circa 15 minuti, in modo che si formi una pellicina.

A questo punto dividete l’impasto in un pezzo di 2/3 e un pezzo di 1/3.
Dividete nuovamente in due l’impasto più piccolo, formate dei salsicciotti e posizionate al posto delle ali, con quello più grande invece formate una altro salsicciotto e posizionatelo al centro dello stampo per formare il corpo. Coprite con la pellicola e fate  lievitare nel forno con la luce accesa fino a quando non raggiunge 1cm dal bordo.

A questo punto, uscite dal forno, scoprite a lasciate all’aria, cosi che si formi una pellicina. Nel frattempo riscaldate il forno a 165°C. Glassate la colomba distribuendo il composto sopra la colomba, cospargete con la granella di zucchero e le mandorle, poi spolverizzate con un po’ di zucchero a velo.

Nebulizzate il forno con uno spruzzino in modo da creare del vapore acqueo e poi infornate le colombe. Per gli stampi da 1kg cuocete per un ora, lasciando il forno a fessura per gli ultimi 5 minuti, per gli stampi da 750g e 500g, ci vogliono circa 30 minuti. Controllate la temperatura al cuore della colomba, appena raggiunge 96°C, la colomba è pronta.

Sfornate, lasciate riposare per un paio di minuti, poi trafiggetela da ala ad ala con due spiedi, capovolgete facendo appoggiare gli spiedi su due appoggi. Lasciate riposare e raffreddare a testa in giù per circa 2/3 ore.
Poi continuate a farla raffreddare per altre 6 ore prima di imbustare, e per gustarla al meglio, consumatela dopo due giorni.
Per conservarla al meglio, conservate in una busta di propilene spruzzata precedentemente con alcol alimentare.

Buona Pasqua

Terry

Kwarezimal – I Biscotti della Quaresima Maltesi

Questi sono biscotti tradizionali maltesi, apprezzati da tutti, specialmente da parte di coloro che mantengono un rigoroso digiuno rifiutando ogni tipo di dolci durante la quaresima.
Oggi giorno è diventato un dolce molto particolare per Pasqua. Sono biscotti a base di mandorle e miele, con una forma oblunga. Il termine “kwarezimal” si riferisce alla Quaresima, i quaranta giorni della Quaresima.

Biscotti “Kwarezimal”
per circa 24 biscotti;

400g di farina di mandorle
300g di farina 00
250g di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci
3 cucchiai di miele millefiori
2 cucchiai di mixed spice (cannella, nocemoscata, chiodi di garofano)
la  buccia  grattugiata di una limone
il succo e la buccia grattugiata di un arancia
1 cucchiaio di cacao
una fiala d’aroma fiori d’arancio
mezzo bicchiere d’acqua

Per la guarnizione;
miele q.b.
mandorle q.b.

Prescaldate il forno a 200°C.
Setacciate la farina, la farina di mandorle, il cacao e il lievito. Unite le spezie e la buccia grattugiata del limone e del arancia. Iniziate ad impastare versando prima il miele, poi l’acqua e dopo  il succo d’arancia e infine la fiala d’aroma. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto.
Con l’impasto formate un salsicciotto e poi tagliate a fette.
Prendete ogni fetta e schiacciatela leggermente tra le mani, dando una forma oblunga.
Adagiate i biscotti in una teglia rivestita da carta forno e infornate per circa 15minuti.
Una volta sfornate, vi sembreranno ancora crude, ma devono essere cosi, morbide, poi mentre si raffreddano si solidificano.
Mentre che sono ancora tiepidi, spalmate con il miele e guarnite con delle mandorle tostate tritate grossolane.

A Presto

Terry