Taieddhra – 2 versioni a modo MIO!! – MTC di Maggio

Questo mese, pensavo di non riuscire a partecipare …..ed  invece…….  ecco anche la seconda e la terza versione….

Si
perchè noi del MTC non solo seguiamo la ricetta proposta dal vincitore,
ma poi la modifichiamo a piacere nostro, tenendo sempre in mente le
regole basi della ricetta. Ognuno di noi è libero di cucinare una cosa
seguendo il proprio gusto. Come i grandi chef, facciamo le nostre
rivisitazioni!

A  chi tutto questo non piace…..dove legge Mtc…… basta fare un click e cambiare pagina!

La Taieddhra Sicilian Style;

200gr di riso Roma
1 mazzetto di finocchietto selvatico di montagna, raccolto direttamente dal mio giardino
400gr circa di sarde già pulite
1 cipolla
2 filetti di acciughe sott’olio
pinoli
olio evo
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
brodo vegetale
pangrattato
parmiggiano grattuggiato

Prescaldate il forno a 160°.
Per prima cosa, deliscate le sarde, in modo da ottenere solo la polpa del pesce.
Pulite e mondate i finocchietti eliminando le parti più dure. 

Tagliate a rondelle la cipolla.
Versate un filo d’olio sul fondo della teglia, disponete uno strato di cipolle e uno di finocchietto. Aggiungete un pò di pinoli, leggermente tritati.
Sciacquate velocemente il riso, scolatelo e mettetelo sopra lo strato
di verdure livellandolo bene, dovrà formare uno strato molto sottile giusto a
ricoprire leggermente le verdure, perché durante la cottura gonfierà
abbastanza.
Disponete le sarde sopra il riso e spezzettate le acciughe. 
Spolverate con il formaggio
Ricoprite con il finocchietto e la cipolla rimasta ed altri pinoli.
Versate il brodo vegetale nel quale avrete fatto sciogliere il concentrato di pomodoro, deve arrivare giusto al livello con l’ultimo strato di verdure

Spolverate nuovamente con il formaggio ed il pangrattato
Infornate a 160° per un’ ora e mezza circa,  fino a che si
sarà formata una bella crosticina dorata in superficie.

La Taieddhra Negra;

200gr di riso Venere
1 zucchina piccola
200gr di gamberetti sgusciati
1 cipollotto fresco
2 pomodorini
olio evo
brodo di verdure
50gr di parmiggiano grattuggiato

Preriscaldate il forno a 160°.

Pulite i gamberi, lasciando qualcuno intero per la guarnizione.

Lavate i pomodori, affettate il cipollotto e tagliate a cubbetti piccoli la zucchina.
Ungete il fondo della teglia con
un pò d’olio e fate uno strato con metà delle verdure.
Sciacquate velocemente il riso, scolatelo e mettetelo nella teglia sopra lo strato
di verdure livellandolo bene, dovrà formare uno strato molto sottile giusto a
ricoprire leggermente le verdure, perché durante la cottura gonfierà
abbastanza. 
Mettete
sopra al riso i
pomodorini tagliati a pezzettini e i gamberetti. 
Spolverate con metà del formaggio
grattugiato e fate un altro strato con le verdure
rimaste. 
Versate  il brodo vegetale, in maniera tale che
arrivi
proprio a filo dell’ultimo strato di verdure.
A questo punto spolverate con il formaggio rimasto e versate ancora un po’ d’olio. 

Infornate a 160° per un’ ora e mezza circa,  fino a che si
sarà formata una bella crosticina dorata in superficie. 
A presto
Terry

Taieddhra – Riso, Patate e Cozze – MTC di Maggio

Questo mese, il tempo libero è ancora meno del normale……
Fine anno scolastico si avvicina e le attività scolastiche che convolgono i genitori aumentano….. 
Un buffet per quasi 60 persone da preparare,
e un giardino da pulire(pioggia permettendo)……
Questo mese  pensavo proprio di non farcela, ma ormai l’MTC c’è l’ho nel cuore, ed il solo pensiero di saltare questa sfida mi faceva stare male.
Noi del MTC ormai siamo una grande famiglia, insieme scherziamo e ci mettiamo in gioco…. il tutto per una passione che ci accomuna…..LA CUCINA, che sia tradizionale o rivisitata!!

Questo mese il vincitore, Cristian, marito di una di noi, vincitore dopo la sua prima volta, ha proposto la Taieddhra.
Grazie a lui, ho fatto una nuova scoperta…..e che ricetta!!

Ecco la versione proposta da lui,

Taieddhra Riso, Cozze e Patate;

200 g di riso Roma

2 patate
1kg di cozze

1 cipolla

4 pomodorini ciliegino
50gr di formaggio grattugiato
olio extravergine d’oliva 
Per la pulizia delle cozze vi consiglio di leggere il post dettagliato di Cristian, io facendo sempre le cose di corsa a solito mio, ho scelto la via più veloce, cioè, dopo averle pulite, raschiate da tutte le loro incrostazioni ed eliminato la barbetta, ho messo tutte le cozze in una padella con
coperchio e ho portato a bollore senza aggiungere acqua. Appena le cozze si sono leggermente aperte, ho spento il fuoco, ho estratto tutte le valve, tranne qualcuna per la guarnizione ed ho filtrato il loro sughetto. 

Preriscaldate il forno a 160°.

Sbucciate
le patate e le cipolle, lavate i pomodori. Tagliate le patate e le cipolle a rondelle molto sottili,  e mescolatele
tutte insieme condendole con un pò d’olio.

Ungete il fondo della teglia con
un pò d’olio e fate uno strato con metà delle verdure.

Sciacquate velocemente il riso, scolatelo e mettetelo nella teglia sopra lo strato
di verdure livellandolo bene, dovrà formare uno strato molto sottile giusto a
ricoprire leggermente le verdure, perché durante la cottura gonfierà
abbastanza.
Mettete sopra al riso i
pomodorini tagliati a pezzettini e quindi le cozze e poi tutta la loro acqua.  Spolverate con metà del formaggio
grattugiato e fate un altro strato sopra le cozze con le verdure rimaste. Versate ancora un po’ d’acqua nella teglia, in maniera tale che arrivi
proprio a filo dell’ultimo strato di verdure, dice Cristian, io ho aggiunto del brodo di pesce che avevo in freezer.
 A questo punto spolverate con il formaggio rimasto e versate ancora un po’ d’olio.

Infornate la teglia e fate
cuocere a 160° per un’ ora e mezza circa,  fino a che si
sarà formata una bella crosticina dorata in superficie. 

A Presto 

Terry

Gnocchi Carciofi e Pancetta

La pasta fresca è il piatto forte della nonna….. ecco cosa abbiamo fatto a 4 mani!!

Gnocchi di patate con cuori di carciofi e pancetta affumicata.

1kg di patate farinose a pasta bianca  
più altra farina per il piano di lavoro 
1 uovo
50gr di parmigiano grattuggiato
 
 
Mettete a
bollire le patate con tutta la buccia in acqua leggermente salata, fino a
quando inserendo una forchetta si sente un interno morbido. Circa 20/25
minuti. A questo punto pelate le patate schiacciatele con uno schiaccia
patate, salate leggermente e  lasciate raffreddare per qualche minuto
in modo che cosi perdono un po’ della loro umidità.
Ora versate le patate sul piano di lavoro, incorporate l’uovo
leggermente sbattuto, mezzo barattolo pane e pasta ai carciofi e piano piano aggiungete la farina e il parmigiano,
lavorate l’impasto con le mani per qualche minuto. L’impasto devo
risultare liscio ed omogeneo. 
A questo punto infarinate il piano di lavoro ed anche le vostre mani,
(questi devono essere sempre infarinati se no si rischia che l’impasto
si appiccica e diventa difficile lavorarlo) e formate dei salsicciotti,
spessi circa un centimetro, che poi andrete a tagliare in piccoli tocchetti. Una volta che gli gnocchi sono tutti pronti, disponeteli su di un vassoio ben infarinato e coprite con un telo.
 

Per il condimento;
1spicchio d’aglio
1 cipolla
200gr di pancetta affumicata a cubetti
circa 10 carciofi
un bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe
Pulite tutti i carciofi rimuovendo le foglie esterne più dure, pulendo
il gambo, tagliando le punte e aprendoli in
quarti per rimuovere la barbetta interna. Tagliate  a piccoli spicchi e scaldate leggermente.

In una padella, sate appassire la cipolla e l’aglio con un filo d’olio. Unite la pancetta e rosolate  a fiamma vivace. Unite i carciofi e fateli slatra in padella per qualche minuto. Quando i carciofi risultano leggermente appassiti, sfumate  con il vino  e lasciate che evapori. A questo punto unite il mezzo barattolo di pane e pasta, abbassate la fiamma al minimo  e continuate con la cottura.
Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata, prelevateli
dall’acqua non appena affiorano in superficie e passateli direttamente
nella padella con il sugo ai carciofi dove li farete saltare brevemente.
A Presto
Terry

Banoffee Pie…… e Auguri a tutte le Mamme!


Ultimamente sul gruppo sweet&sweeties,  sto vedendo tantissimi dolci, ma due mi hanno particolarmente colpito e non faccio altro che aspettare l’occassione giusta per poterli provare.

Oggi è Domenica, ed è anche la festa della mamma, quindi un dolce a pranzo per festeggiare ci sta più che bene. 
Questo mese il recipe-tionist è toccato a Loredana…… è giusto giusto, una torta di quelle due, era la sua….. quindi quale migliore occassione  per partecipare e provare a fare quel dolce che vedendolo in foto mi aveva tanto colpito?

Banoffee Pie

Per una torta di 16/18 cm

Per la base;

80 gr di biscotti digestive
33 gr di noci pecan
30 gr di burro fuso

Per il caramello; (Io c’è l’avevo pronto in frigo)

30 gr di burro
50 gr di zucchero di canna scuro
10 gr di acqua
80 gr di panna fresca

Per la copertura;

1 banana grossa e matura
170 ml di panna fresca
un cucchiaio raso di zucchero a velo
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
Cioccolato fondente grattugiato per decorare

Preparare la base tritando i biscotti e le noci con un mixer, fino a ridurli in polvere.
Versare il burro sciolto, mescolare bene e compattare sul fondo di una
tortiera foderata con cartaforno. Mettere in frigorifero per almeno 30′.

Versare in un pentolino antiaderente lo zucchero e l’acqua e far
sciogliere fino a quando lo zucchero non inizierà a colorire e profumare
( attenzione a non farlo buciare e a mantenere pulite le pareti dalle
gocce di caramello).
Nel frattempo far scaldare la panna , una volta pronto il caramello
versare, lentamente, la panna, poco alla volta e amalgamare bene, fino a
quando non inizierà ad addensarsi un pò. Spegnere e far raffreddare.Versare il caramello sulla base della torta.
Sbucciare e tagliare a fette sottili la banana e disporle sopra il caramello.

 Montare la panna con lo zucchero a velo e l’estratto di vaniglia, fino
ad avere un composto ben fermo, versare sulle banane e livellare.

Cospargere di cioccolato fondente a scaglie e conservare in frigo fino al momento di consumare.

Rimuovere dallo stampo staccando delicatamente dai bordi con una spatola e servire.

Auguri a tutte le mamme, specialmente alla mia mammina ed auguri anche a me!

Buona Domenica 
Terry.

Ceci Burger!!

Avete voglia di un Burger??….. oggi vi propongo un burger diverso da quello alla quale siamo abbittuati…..un burger vegetariano…… un CeciBurger!!

400gr di ceci bio
1 scalogno
2 fette di pane
1 uovo
olio evo
zenzero e cumino
Sale e pepe

Contorno a piacere, io ho fatto un insalata di pomodoro
Condimento a piacere, io ho usato del ketchup e formaggio a fette.

La sera prima mettete a bagno i ceci con acqua e un pizzico di bicarbonato. La mattina seguente scolateli e sciacquate sotto l’acqua corrente e cucinate per circa 60min.
Una volta cotti i ceci scolateli e versateli in un robot da cucina con le lame. Unite lo scalogno, un filo d’olio e  il pane, tritate tutto. Ora unite l’uovo e le spezie. Amalgamate bene,  anche con il robot, ma non dovete ottenere una crema liscia ma un composto granuloso.
Ora date la forma alle vostre ceciburger.
Versate un filo d’olio in una padella anti aderente e cucinate da entrambi i late per circa 5 minuti.
Tegliate i panini(se li volete fare voi,la ricetta la trovate qui) a metà, tostateli leggermente sotto il grill, imbottite e mangiate!!

Prima di lasciarvi vorrei parlarvi di una iniziativa molto importante
che riguarda, in questo caso la Sicilia, in particolare Catania. Infatti
alcuni giorni fa ho ricevuto l’invito a partecipare come blogger alla corsa/passeggiata del 19 maggio a Catania (la II tappa della Walk of Life). Si tratta di una passeggiata/corsa organizzata da Telethon per raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche. 

Qui troverete tutte le informazioni necessarie http://bit.ly/13cu65l 

Vi andrebbe di partecipare o di aiutarli a promuovere questa iniziativa?

Stanno cercando blogger, social media addicted, amanti delle giuste
cause o chiunque avesse voglia di farsi una passeggiata all’aria
aperta…
A Roma hanno avuto 5000 iscritti quindi spero che i siciliani partecipino in tantissimi! 
 
 
A Presto 
Terry

Profumi di Primavera e un Plumcake salato


Maggio,
il mese dove…..
sbocciano i fiori,
tutto attorno a noi profuma di primavera (allergia apparte 🙂 ),
dove ancora il caldo non è cosi forte e possiamo permetterci una giornata fuori all’aria aperta, passeggiando tra le campagne,
ascoltando il fruscio degli alberi,
il cinguettio degli uccelli
e…..
il profumo dei fiori appena sbocciati!!

In tutta questa atmosfera, un pic-nic è l’ideale per passare un pò di tempo, respirando aria fresca lontani dalla città, e perché no, visitando magari qualche parco agricolo dove grandi e piccini ammirano la natura.

Casa del laghetto – Linguaglossa- CT

Ora vi lascio la ricetta, di un plumcake salato, ideale per queste uscite.

Plumcake Asparagi, Olive e Pomodori secchi.

250g di farina 00
1 cucchiaino di lievito istantaneo
250gr di asparagi
100ml di latte
4 uova
100ml di olio evo
80gr formaggio tipo gouda
circa 8 olive nere denocciolate
circa 8 pomodorini semi secchi
un pizzico di sale e pepe
foglie di basilico.

Pre-scaldate il forno a 170° e imburrate ed infarinate uno stampo da plumcake.
Pulite gli asparagi, levando i legnetti e spezzettate in tre pezzi. Cucinate in acqua bollente e salata per circa 3 minuti, scolate e poi fate raffreddare sotto l’acqua fredda, in modo che si fermi la cottura e mantengono il loro colore vivo.
In una ciotola, amalgamate, l’olio, il latte e le uova.
In un’altra ciotola, setacciate la farina, il lievito, sale e pepe, e aggiungete le foglie di basilico tritate finemente. Incorporate ora il composto liquido a quello secco, facendo amalgamare bene entrambi i composti.
Ora unite gli asparagi, le olive, i pomodori secchi e mete del formaggio grattugiato. Amalgamate bene.
Versate tutto nello stampo, cospargete il formaggio restante sulla superficie ed infornate per circa 40 minuti. Fate sempre la prova stecchino. Il risultato deve essere bello dorato e croccante in superficie.
Fate raffreddare completamente nello stampo.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta…… Voglia di pic-nic di Sonia.

A presto

Terry.