Buon 2014 – Profiteroles al Whisky

Anche questo 2013 è arrivato alla fine….. come ogni anno, conserviamo il bello e il brutto delle cose accadute.
Aspettando fiduciosa un 2014 pieno di gioia, salute ed amore  Auguro a tutti voi un Buon Anno….

E per iniziare bene l’anno nuovo….cosa c’è di meglio di un buon dolcino?

Profiteroles con crema al whisky;

Per 24 bigne:

2 uovo
46ml acqua
10ml latte
66g burro
70g farina (io ho usato 00)
1 pizzico di sale
Prerisacladate il forno a 180° circa.
In
un pentolino mettete l’acqua, il sale, il latte e il burro a
pezzettini. Fate sciogliere a fuoco lento il burro e poi portate  ad
ebollizione. 

A
questo punto aggiungete la farina  e mescolate con un cucchiaio di
legno, appena sul fondo del pentolino si formerà una patina bianca,
togliete dal fuoco,

trasferite nel mixer e fate raffreddare a bassa velocita. Aggiungete
l’uovo in 2/3 parti e mescolate bene fino a pieno assorbimento e cosi
avrà raggiunto  l’aspetto di una crema pasticciera.

Imburrate una teglia e con l’aiuto di una sac-a-poche  formate i  bignets.
Infornate
e tenete il forno chiuso per i primi 12 minuti, dopo aprite leggermente
il forno con l’aiuto di un cucchiaio,  cuocere per  altri 15-20
minuti, fino a quando i bignets avranno preso un bel colore dorato.
Per la farcitura;
250ml panna zuccherata 
50g di zucchero a velo
essenza di vaniglia
Montate la panna e verso la fine unite gradualmente  lo zucchero a velo e l’essenza di vaniglia.

Per la crema di copertura aromata al whisky;
una dose di crema pasticciera circa 300g
500ml di panna
250g di cioccolato fondente
un bicchierino di whisky
Preparate la crema pasticciera e fate raffreddare. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e fate raffreddare anche questo. Montate la panna,  unite  tutto insieme e alla fine  unite anche il whisky.
Immergete i bigne e disponete a piramide.

Per la guarnizione;

100g di cioccolato fondente

Tagliate una striscia di cartaforno, sciogliete a bagnomaria il cioccolato e spennellate uno strato sottile. Lasciate indurire un pochino e avvolgete attorno alla piramide.  la mia un pochino si è rotta 🙁


A Presto con altre ricette

Buon Anno Nuovo
Terry

Cioccolatini ripieni di caramello

Anche oggi cioccolatini…..
non aspettate che ho temperato il cioccolato, piano di marmo o altro….
ho fatto tutto in un modo semplice, casalingo!

Ecco cosa serve;
cioccolato fondente
caramello
uno stampo in silicone per cioccolatini GP&me

Per il caramello ho seguito questa ricetta che ho trovato in un forum del bimby, pensavo di ottenere una salsa al caramello più densa invece è risultata liquida. Il sapore è buono e dopo qualche giorno in frigo chiusa in un barattolo ermeticamente si è addensata!

Ingredienti:
1 litro di latte fresco intero
300 g di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 stecca di vaniglia

Procedimento:
Nel boccale versate tutti gli ingredienti: mettete il cestello sopra il coperchio per evitare gli schizzi e cuocete 45 min. temp. Varoma vel. 5. Mescolate poi 30 sec. vel. 5. Togliere dal boccale, invasare, far raffreddare bene e conservare in frigorifero.

Spezzettate il cioccolato e fondetelo a
bagnomaria.
In uno stampo per cioccolatini,  con un pennello in silicone spalmate il cioccolato fuso e fate
raffreddare in frigo. Ripetete questa operazione almeno due volta
per rinforzare il guscio dei vostri cioccolatini.
Versate in ogni cioccolatino il caramello con l’aiuto di un cucchiaino lasciando lo spazio necessario per la copertura.  Mettete in freezer per circa un’ora.
Tirate lo stampo fuori dal freezer e ricoprite  con dell’altro cioccolato fuso, sigillando bene con una spatola. Fate raffreddare in frigo per una notte.
Staccate delicatamente i cioccolatini dallo stampo con molta attenzione…..
sono buonissime!!
A Presto 
Terry.

Qaghaq tà l-ghasel – Anelli di Miele

Oggi vi presento un dolco tradizionale Maltese….

Qaghaq tal-Ghasel sono degli anelli di pasta dolce riempiti con una miscela di melassa. Letteralmente tradotto sono “anelli di miele”, ma non vi è assolutamente alcun miele nella ricetta. L’ingrediente principale nel ripieno è la  melassa.  La melassa maltese è conosciuto come Ghasel iswed(miele nero), quindi probabilmente è per questo che sono noti come anelli di miele. 

Questo dolce lo si trova tutto l’anno, ma è noto come un dolce natalizio.

 Per l’impasto;
700g di farina 00
100g di zucchero
100g di margarina
1 bicchiere d’acqua
il succo di un’arancia

Per il ripieno;
400g di melassa
100d di zucchero
2 cucchiai di cacao amaro
180g farina di semola
mezzo cucchiaino di mixed spice
chiodi di garofano
la buccia di un’arancia e un limone
2 cucchiai di liquore anice
250ml d’acqua

Per prima cosa preparate l’impasto, versate la farina e il burro freddo a cubetti nella planetaria, iniziate ad impastare a bassa velocità. Unite i liquidi ed impastate ancora per circa 5 minuti a vel.2.
L’impasto deve risultare morbido ma non troppo. Avvolgete nella pellicola e fate riposare.
Mentre la pasta riposa , preparate il ripieno .In una pentola capiente mettete tutti gli ingredienti , tranne la farina di semola e portate lentamente ad ebollizione. Dovete mescolare tutto il tempo.
Quando il composto bolle, togliete dal fuoco e  aggiungetela farina di semola molto lentamente, mescolando tutto il tempo in modo da eliminare tutti i grumi.
 Rimettete sul fuoco e portate di nuovo a bollore. Fate cuocere per altri 5 minuti. E ‘molto importante che mescolate tutto il tempo, altrimenti la semola si attacchi al fondo.
     
 

Togliete dal fuoco e fate raffreddare. 

 Riscaldate il forno a 180°.
Infarinate  il piano di lavoro con della semola, stendete la pasta e tagliate delle strisce, spalmate il ripieno al centro di ogni striscia, lasciando un centimetro ai bordi. Sigillate i bordi, arrotolate in modo da sigillare bene,  inumidite le estremità con l’acqua, date una forma circolare e  chiudete insieme.
Con un coltello affilato, fate dei tagli diagonali sulla parte superiore.

Disponete su una teglia spolverata con della semola  e infornate per circa 15 minuti,  o finché la pasta ha un colore leggermente dorato.

A Presto 

Terry 

Baci Home-made

Ogni festività è buona per realizzare qualche dolcetto…… quest’anno  in prossimità del natale, ho voluto fare dei cioccolattini…..pensando al cioccolattino più famoso……..

Ed eccoli fatti in casa, da me e le mie pupe….. 

per circa 20 cioccolatini;

100g di granella di nocciole
100g di nutella
20g di cacao amaro
20 nocciole intere
200g di cioccolato fondente
20g di burro

                             

In una ciotola versate la granella di nocciole, scaldate a bagnomaria la nutella e aggiungetela insieme al cacao. Amalgamate il tutto. Formate  delle
palline delle dimensioni di un Bacio. Cercate di dare
la caratteristica forma schiacciata alla base. Posizionate una nocciola intera su ogni pallina, premendo leggermente. Fate riposare per circa 30minuti in frigo.
Nel frattempo sciogliete a bagnomaria il cioccolato con il burro. Immergete leggermente i cioccolatini, disponeteli su un vassoio ricoperto di cartaforno e rimettete in frigo in modo da solidificare  la copertura.

E i vostri Baci sono pronti!

A Presto

Terry

…è scoccata L’ORA DEL paTE’

Oggi non scrivo nessuna ricetta……

Presentero’ un libro…..
Un libro della quale faccio parte…..

Inizio’ tutto 22 mesi fà, quando
sono entrata a far parte di una magnifica community. Sto parlando del
MTC…..una community piena di gente stupenda, tutti con una passione
infinita per la cucina. In questi mesi, si sono strette amicizie
virtuali  e le risate tra noi sono sempre infinite.
Ogni mese, grazie ad ogni sfida, vengo a conoscenza ed imparo cose nuove, trucchetti e abbinamenti a me insoliti.

In questo gruppo le novità sono all’ordine del giorno….come quando è
arrivata quella famosa mail…. quella mail che  proprio io, non mi sarei mai aspettata di ricevere.

Un libro con le  nostre ricette stava per essere pubblicato,  il tema scelto è stato quello dei patè, ed il mio patè è stato scelto per essere inserito nel libro.
Non potevo crederci, che proprio una
mia ricetta, una ricetta tipica della mia isola, che  il mio nome,
sarebbe stato scritto nero su bianco, in un libro di ricette!! E chi me
lo doveva mai dire!!??

L’emozione è tanta, e la sodisfazione ancora di più!

Con questo libro, la community dell’MTChallenge sostiene il progetto “cuore di bimbi”, della
Fondazione“aiutare i bambini”: nata nel2000, per iniziativa
dell’ingegner Goffredo Modena, la fondazione si propone di  dare un aiuto
ai bambini poveri, ammalati, senzaistruzione, che hanno subito violenze
fisiche o morali e garantire loro l’opportunità e la speranza di una
vita degna di una persona, nel mondo e in Italia. Sono 71 i Paesi del
Mondo in cui  la Fondazione interviene, realizzando progetti mirati,
concreti, nati per rispondere a emergenze reali e portati avanti con
abnegazione, serietà e competenza. Fra questi, appunto, c’è
cuore di bimbi,
attivo dal 2005 in 10 Paesi, che ha permesso ad oggi di salvare la vita a
857 bambini altrimenti condannati da gravi cardiopatie congenite, con
esiti spesso letali.

La Fondazione opera nella più assoluta
trasparenza, nella convinzione che sia doveroso certificare  ogni voce
con la massima chiarezza, in un dialogo continuo che unisce chi è
desideroso di fare del bene con chi ha la possibilità di farlo in modo
concreto, rispettoso e consapevole di muovere nella stessa direzione:
quella dell’aiuto alle tante vittime di questo mondo, rese ancora più
indifese dall’essere bambini.

Da oggi, anche noi remiamo
con Goffredo, con Sara e con gli oltre mille volontari sparsi sul
territorio italiano – e lo facciamo con questo libro che è il primo
tassello di quella che ci auguriamo possa essere una collaborazione
duratura e proficua.

Tutte le copie L’
ORA DEL paTE’ contribuiscono a “cuore di bimbi” potete trovarlo in tutte le librerie d’Italia,
su Amazon e su Ibs, sul sito della casa editrice SAGEP e sul sito della Onlus.

Questo bellissimo libro di cucina contiene 144 pagine, con ben,
41
ricette di patè,
11 burri composti,
33 pani e crackers, grissini,
muffins, scones e chips.
Rapresenta la 17° sfida dell’ MTC, e sempre
trattandosi di MTC…..
questo è ovviamente il primo di una collana di libri…..
Il prezzo?….  Soltanto 18€ ( ricordatevi che i soldi spesi per comprare questo libro vanno per una buona causa)

Un grazie di cuore va ad Alessandra Gennaro, che è alla giuda di questa community,  battagliosa più che mai!….
alla casa editrice SAGEP EDITORI- GENOVA , che ha creduto in tutte noi,
a  RobertaSapino – lechategoiste.blogspot.it per le illustrazioni
e a Sabrina dePolo per le meravigliose fotografie di questo libro.

Quindi cosa aspettate….correte nella libreria più vicina a voi, ed
aquistate questo fantastico libro, prima di tutto per aiutare  questi
bambini, secondo perchè è troppo interessante ed è un peccato non averlo
nella vostra libreria,
e terzo….Questo Natale Basta Biscotti….. E’ Scoccata L’ORA DEL paTE’ !!!

A Presto

Terry

Fanfri il-forn…..Pesce al forno

Oggi mentre ero dal mio pescivendolo di fiducia, ho visto questo pesce….subito mi sono ricordata che mia mamma lo comprava sempre in quanto e’uno dei pesci che piace di piu’ a mio papà! Il suo nome in maltese,
lo ricordavo bene ” fanfri”, ma in italiano non lo sapevo, cosi ho
chiesto al sig.Giuseppe e mi ha detto che in italiano è pesce pilota ma
in siciliano è Pisci umbra.
 
L’ho cucinato nello stesso modo in qui lo fa mia mamma: al forno con le patate.Ecco la ricetta;per 1 persona;

1 pesce di circa 300gr
patate
pomodorini

olive nere e bianchi
cipolla
aglio
erbe aromatiche fresche; basilico e menta
olio evo
mezzo bicchiere d’acqua 
mezzo bicchiere di vino bianco
sale e pepe

 Pulite il pesce. Sbucciate le patate, tagliate a rondelle sottili e mettete in una ciotola con acqua e sale.
Preparate il condimento con pomodorini, cipolla, aglio, olive e erbe aromatiche, condite con olio evo  sale e pepe.
In una teglia, distribuite le patate sul fondo, imbottite la pancia del pesce con un pò del condimento e sovraponete sulle patate. Distribuite il resto del condimento, versate il vino e l’acqua, salate e infornate per circa 40 minuti coperto con carta argentata in modo che il pesce non secca e rimane umido durante il tempo della cottura delle patate.

A Presto

Terry

Imbuljuta tal-Qastan – Bevanda Calda con Castagne

Questo mese per Mtc non c’è una vera e propria ricetta da seguire, ma solo un ingrediente principale…..Le Castagne!
Questa è stata la scelta della  Signora Pici&Castagne, vincitrice dello scorso mese,  un solo ingrediente, che non deve essere ne nascosto ne sotto messo, ma deve essere l’ingrediente principale del piatto.
A me la ricetta da fare è stata chiara fin da subito, una ricetta che mi ricordava la mia infanzia, specialmente i miei nonni.Mi ricordo bene i pomeriggi invernali, quando andavo da mia nonna e la sua casa profumava di spezie miste e agrumi.
Aspettavamo
insieme che il nonno ritornava  dalla sua campagna, e  al suo arrivo,
la nonna era pronta a versagli un bella tazza calda di Imbuljuta.

Imbuljuta è una bevanda tradizionale
maltese,  la tradizione vuole che questa bevanda viene  servita dopo la
messa di mezzanotte a Natale e  a Capo d’anno.  

Ma oltre alla tradizione è una bevanda ideale per  le serate fredde invernali, quando si desidera qualcosa di caldo, e mentre la si prepara si rimane circondati dai profumi deliziosi della stagione.

Va servita  calda e fumante….
Molti
maltesi aggiungono anche un bicchierino di whiskey per fortificare il
sapore e riscaldarsi meglio, come diceva mio nonno!!

Ecco cosa serve per questa profumata bevanda calda;
 
400g di castagne secche
175g di zucchero di canna
50g di cacao amaro
50g di cioccolato fondente tagliato a pezzi
la scorza di mezzo limone
la scorza grattugiata di 1 arancia e 1 mandarino
1 cucchiaino di mixed spice
chiodi di garofano
acqua q.b.

whiskey  un aggiunta di tanti maltesi 😉

Lavate le castagne un paio di volte sempre, cambiando l’acqua dopo ogni lavaggio. Mettere le castagne in una ciotola capiente, coprite di nuovo con acqua e lasciate in ammollo per una notte. Il giorno dopo, per prima cosa,  pulite le castagne da qualsiasi buccia rimanente, versatele in una pentola  e coprite con altra acqua. Aggiungete ora  tutti gli altri ingredienti. Iniziate la cottura a fuoco medio fino a che non inizia a bollire. A questo punto abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 40minuti o fino a quando le castagne saranno tenere. Se vedete che si asciuga troppo aggiungete un altro po’ d’acqua.

Con questa ricetta partecipo alla sfida di Novembre dell’ MTC

A Presto

Terry

Sfogliatelle alla Mele

Come mio papà, io adoro i dolci fatti con le mele….
Oggi è il suo compleanno, e pensando a lui ho preparato queste sfogliatelle fragranti e profumati…..

Ecco cosa serve; per circa 18 sfogliatelle:

2 rotoli di pasta sfoglia pronta
2 mele
50gr di uvetta sultanina
cannella
scorza di limone
una noce di burro
2 cucchiai di zucchero di canna

Sbucciate e tagliate a dadini piccoli le mele. In una padella sciogliete il burro, unite le mele, l’uvetta,  lo zucchero di canna, la scorza di un limone grattugiata, e una spolverata di cannella.
Fate appassire per qualche minuto e togliete dal fuoco.

 cutter  GP&me

Srotolate la pasta sfoglia, distribuite il composto di mele a cucchiaiate ben distanziate e ricoprite con l’altra pasta sfoglia.

                                                            
 Con l’aiuto di un cutter tagliate le sfogliatelle a quadrati e posizionate in una teglia rivestita con carta forno.

Spennellate la superficie con del burro fuso e cospargete con dello
zucchero di canna, incidete con un coltello affilato e infornate a 200°
in forno già caldo per 10 min.

Tanti auguri papà!!!

A presto

Terry