Collaborazione con Olio Dante

Ecco una collaborazione che si unisce al mio blog, un ingrediente che si trova in ogni pietanza, l’olio.
La storia di OLIO DANTE comincia a Genova nel 1854, quando Giacomo Costa, commerciante di prodotti alimentari, fa partire le prime navi verso i Paesi d’oltreoceano con carichi di olio e tessuti. Negli Stati Uniti e nei Paesi latinoamericani gli emigranti cercano e consumano soprattutto prodotti italiani, e Giacomo Costa intuisce subito le potenzialità del nuovo mercato.Gli Oleifici Mataluni, nati nel 1934 a Montesarchio (Benevento) da un piccolo frantoio a dimensione artigianale, rappresentano uno tra i più importanti complessi agroindustriali oleari al mondo.La qualità di tutti i prodotti realizzati nel complesso agroindustriale oleario degli Oleifici Mataluni è certificata dal laboratorio Controllo Qualità aziendale, uno tra i più moderni ed innovativi laboratori per l’industria alimentare esistenti in Italia. Biologi, chimici e tecnologi effettuano ogni giorno numerose analisi e controlli su tutte le partite di olive e di olio che entrano nello stabilimento, sui prodotti in lavorazione e sul prodotto finito prima della distribuzione.
Il sistema di gestione per la qualità, l’ambiente e la responsabilità sociale degli Oleifici Mataluni è certificato secondo standard internazionali (ISO 9001, ISO 14001, IFS, BRC, SA8000).
Condimento principe della Dieta Mediterranea, ormai riconosciuta parte del patrimonio culturale immateriale dell’umanità, l’olio extra vergine di oliva non è soltanto una magia di profumi e sapori che valorizzano la nostra cucina, ma anche e soprattutto una naturale fonte di benessere.
Ottenuto esclusivamente da olive italiane raccolte al giusto grado di maturazione, in maniera da preservare le fragranze del frutto e le sue proprietà nutrizionali, l’Olio Extravergine di Oliva “100% Italiano”, con il suo carattere deciso e allo stesso tempo armonico, è la punta di diamante della linea di prodotti Dante, un assortimento in grado di soddisfare diverse esigenze di gusto e nutrizione.

Cupola Torrone e cioccolato……sempre MTC

Qualche giorno fa, insieme alla amiche del cuore abbiamo organizzato un American-Sicilian B-B-Q  con i rispettivi mariti. Non vi dico quante cose abbiamo mangiato…. hamburgers e hotdogs americani, salsiccia catanese, insalata di patate, pastizzi maltesi, cous cous e caponata e sicuramente altre cose che non mi ricordo:)…… infine ci sono stati anche i dolci, tra cupcakes e crostate c’èra anche un gelato. Pipinu di questo gelato ha fatto il bis,tris e qua tris!! Ritornando a casa di continuo mi diceva di quanto c’ era piacuto quel gelato, e anche l’indomani  ha continuato…… il suo messaggio anche se non è stato chiaro  l’ho capito e quindi visto che volevo fare qualcosa in più per l’MTC ho dedicato un giorno in cucina ed ho esaudito la sua richiesta!
 Il risultato è stato molto vicino a quello mangiato durante quella serata e Pipinu ha gradito anche questa versione.
Gli ingredienti per la crema inglese sono gli stessi di Mapi ma il procedimento è diverso. Ho usato il Bimby.
Per il gelato al torrone;
2 uova 
2 tuorli
300ml di latte
200ml di panna liquida
50gr di zucchero extra fine
1 cucchiaino di vaniglia
1 pizzico di sale
150gr di Torrone Flamigni
 
Inserite nel boccale il torrone a pezzi e tritatelo per 10 sec. a vel. 4 e mettete da parte.Nel boccale mettete latte, panna, sale e vanillina e fate andare per 7 min.a 80° vel. 1.
Dal foro del coperchio mentre è ancora in movimento cambiando la vel. a 4, uniteci uova, tuorli e zucchero per 7 min. a 70° vel. 4. Unite il torrone 5 sec. a vel. 2.
Mettete il composto in un contenitore largo e basso e ponetelo nel freezer fino a farlo diventare bello solido. Una volta solidificato, tagliate a cubetti, inserite nel boccale e lavorate per 10 sec. a vel. 4 ed altri 20 sec. a vel. 6, spatolando. 
Per il gelato al cioccolato fondente;
400gr di latte intero
150gr di zucchero
100gr di panna fresca
4 tuorli
80gr di cioccolato fondente
 
Inserite il cioccolato a pezzi grossolani nel boccale del bimby e tritate con 3 colpi di Turbo.
Aggiungete tutti gli ingredienti rimanenti, vel. 4 per 5 min. 80°.
Versate il composto in un contenitore basso con chiusura ermetica, posate nel freezer per circa 12 ore. Passato questo tempo tagliate a cubetti e mantecate 15sec. vel. 9  e dopo con la spatola 30sec. vel.6.
Per la presentazione;
Prendete una ciotola o stampo per zuccotto e  rivestite di pellicola. Con il gelato al cioccolato spalmate l’esterno e mettete in freezer per circa 30minuti in modo che si solidifica. Una volta solidificato il “guscio” versate uno strato di gelato al torrone e riponete in freezer per circa 2 ore.
Passate anche queste 2 ore versate uno strato di gelato al cioccolato, poi ricoprite con delle fette di colomba classica Flamigni. Bagnate le fette di colomba con del liquore amaretto ricoprite di pellicola e rimettete in freezer per 12 ore.
Passato questo tempo ho sformato il gelato e  cosparso con granella di mandorle.

Baci
Terry

Il Gelato fatto in casa per l’Mtc di Luglio – Brioche ripiena di gelato all’ orzo e cacao

Buongiorno…… 
come ogni mese non mi faccio mai mancare l’appuntamento con l’MTC……
questa volta la sfida è sul gelato. Appena Mapi  ha annunciato la sfida, dopo qualche giorno mi sono messa a fare la mia prima versione di gelato, ma….. siccome questo mese sono stata molto impegnata a realizzare il buffet per il battesimo di Picipì, non avevo ancora trovato il tempo per scrivere il post…… quindi mi sono ridotta alla fine a fare una corsa contro il tempo per riuscirci. E durante questa corsa ho realizzato anche altre due gelati!!
Intanto ecco il primo gelato dal gusto semplice, che è stato divorato tutto in una serata accompagnato dalle brioche!
Seguendo alla lettera la ricetta di Mapi ecco il mio gelato  gusto orzo-cacao.
Per il gelato;
375 ml latte fresco intero
250 ml panna fresca
100gr di orzo e cacao(orzoro)
80 g zucchero semolato
3 tuorli
In una ciotola versate  l’orzo-cacao e metà dello zucchero e mescolate. Unite un po’ di latte. Scaldate  il resto del latte e portate quasi a bollore. Versatelo a filo sul composto di orzo-cacao mescolando  con una frusta per impedire la formazione di grumi. Ritrasferite tutto nella pentola e portate a bollore a fuoco dolce, mescolate continuamente con una frusta per non far bruciare il cacao. Fate bollire per 5/ 6 minuti. Togliete dal fuoco. Apparte montate i tuorli con lo zucchero restante finché il composto “scrive”. Versate a filo il composto al cioccolato mescolate velocemente e rimettete sul fuoco. Portate la crema a  85 °C se avete un termometro, io che non ne ho, ho usato il metodo del cucchiaio, cioè, una volta che immergete un cucchiaio di legno il dorso risultasse velato. Togliete dal fuoco, mescolate sempre e immergete  la base della pentola in un contenitore con acqua fredda e ghiaccio per abbattere la temperatura.
 Continuate sempre mescolando in modo che la crema si raffredda. Versate in un contenitore con chiusura ermetica, e mettete in frigo per almeno un’ora, passato questo tempo unite la panna. Ora il procedimento senz gelatiera preso passo passo- parola parola da Mapi 🙂
Trasferite il composto in un contenitore basso, lungo e stretto munito di coperchio (le misure ideali sono cm 23x16x38), tappate e riporre nella parte più fredda del freezer per 60-90 minuti. Trascorso questo tempo la miscela sarà ghiacciata sulla base e sui bordi, ma morbida al centro. Mescolarla molto velocemente con uno sbattitore elettrico per uniformarne la densità (volendo la si può trasferire velocemente nel robot da cucina per frullarla), poi riporla nuovamente nella vaschetta livellandola bene e rimettetela in freezer. Ripetere il procedimento per altre 2 volte a intervalli di un’ora e mezza ciascuno; dopo la terza volta trasferire il gelato nella vaschetta che lo conterrà, preferibilmente in polipropilene e riempita fino a 6 mm dal bordo; coprire il composto con un rettangolo di carta forno fatto aderire alla sua superficie (per limitare la presenza di aria umida e impedire la formazione di fastidiosi cristalli di condensa sulla superficie), tappare e rimettere in freezer per almeno 2 ore. Prima di servirlo, passarlo in frigorifero per 20-25 minuti.

La ricetta per le  brioche la trovate qui.

 A presto con altri gelati.

Terry

Colazione Estiva Catanese………… Granita e brioche


Eccomi….. è un pò che non scrivo nel blog, anche se  i miei fornelli sono stati sempre accesi :).  In questi giorni tra poppate, pannolini, giochi con Farfallina e Pipina,  pulizie e tutto quello che fà ogni casalinga, ho preparato anche un buffet per 50 persone per il battesimo di Picipì. Nei prossimi giorni vi posterò tutto quello che ho preparato. 

Intanto vi presento la colazione che domina  casa mia in questi giorni caldi estivi …..

detto da un catanese,
queste sono l’apoteosi delle brioche, famosissime in tutti i bar di Catania, sia d’estate che d’inverno. In estate comunque trovano la loro giusta e suprema morte durante la colazione pucciate con la granita… che può essere al cioccolato, alle mandorle, al caffè, ai gelsi rossi e in tantissimi altri gusti e impreziosita da qualche fiocchetto di panna… oppure sovente, si taglia la brioche a metà e si colloca dentro abbondante gelato… noi ci ceniamo, in quelle serate afose dove la calura estiva richiede qualcosa di fresco.

Per 8 brioche:
500gr di farina Manitoba
230gr di latte
90gr di zucchero
80gr di burro temperatura ambiente
5gr di lievito di birra
2 tuorli 
1 cucchiaino aroma vaniglia
1 cucchiaio aroma panettone
un pizzico di sale
Con il Bimby;
Versate nel boccale il latte, lievito e 1 cucchiaino di zucchero, 37°,1min,vel.3.
Aggiungete il burro, i 2 tuorli e il restante zucchero, 37°,1min,vel.3.
Aggiungete la farina, il sale e l’aroma. Impastare 3min,vel spiga.
Formate 8 palle e 8 palline, assemblate la brioche mettendo la pallina piccola sopra la palla grande e fate lievitare per un paio d’ore fino al raddoppio.
Spennellate con l’albume leggermente sbattuto ed infornate a 160° per circa 15 minuti.
Durante la cottura l’aroma panettone sprigiona un profumo indescrivibile.
Per la granita sempre con il Bimby;
Granita alle mandorle;
100gr di mandorle pelate
250gr di zucchero
1 mis. di acqua
750gr di ghiaccio
Polverizzate lo zucchero 39 sec. Vel.turbo
Aggiungete le mandorle 30 sec. Vel.turbo per 3 volte
Aggiungete un misurino di acqua 30 sec. Vel.turbo
Aggiungete il ghiaccio 1 min. Vel 6, poi 30sec Vel.turbo  spatolando.
Granita al cioccolato;
150 gr di zucchero
500 gr di acqua
4 cucchiai di cacao amaro                                         mezzo cucchiaino di cannella
 
Versate nel boccale 300gr di acqua e lo zucchero 5min,60°,Vel 1. Aggiungete l’acqua restante e il cacao 2min,40°,Vel 1. Lasciate raffreddare e poi 10sec,Vel 3. Versate in un contenitore basso e congelate per 12 ore. Passato questo tempo tagliate a cubetti versate nuovamente nel boccale 20sec, Vel 8. poi 30sec, Vel6 spatolando.
Solo questa può combattere il caldo di questi giorni.
Baci 

Terry

Una merendia fresca…. Strawberry and Peach Jelly

Ecco una merendina fresca e golosa, che può diventare anche un dolce fresco per dopo cena. Le mie bimbe se la sono divorata in un attimo.

Ecco la ricetta per la gelatina;

350 ml di acqua
200gr di fragole
2 pesche tagliate a pezzetti piccoli
75gr di zucchero
20gr di colla di pesce
un limone

Versate in un pentolino l’acqua, lo zucchero, e la scorza di limone, portate ad ebolizione, per 2 minuti e poi spegnete. Fate ammollare la colla di pesce in acqua fredda, strizzatela e unitela allo sciroppo che avete preparato prima, mescolate bene tutto fin’a che non si è sciolta la colla di pesce e filtrate il liquido.
Frullate le fragole, e unitele allo sciroppo. Mescolate  bene tutto, bagnate uno stampo con dell’acqua, io ho usato gli stampini in silicone monoporzione, mettete dentro ad ogni stampino dei pezzettini di pesca e poi versate sopra un po di composto di fragole. 
Fate riposare in frigorifero per almeno 2 ore, in modo che la gelatina si  solidifichi.
 Passato il tempo di riposo, immergete gli stampini in acqua calda e sformate, (state attenti a non far entrare l’acqua nello stampino).

Con questa fresca merenda vi auguro un buon week end.
Baci
Terry

Insalata di Pollo Grokkante!

Mi ero scordata quanto tempo ti porta via un neonato, ultimamente ho poco tempo per curare il mio blog e postare  altre ricette, quindi non mi perdo in parole e storie, ma vi lascio un’insalata  gustosa e croccante, ideale da consumare come piatto freddo durante le serate calde estive.

Per 2 persone;
4 fettine di petto di pollo tagliato a striscioline
1 mazzetto di rucola
250gr di funghi freschi
1 spicchio d’aglio tritato
olio evo Dante
sale e pepe
croccantini Grok al grana padana gusto classico

In una padella fate rosolare l’aglio tritato con un filo d’olio, aggiungete i funghi, coprite e cucinate a fuoco vivo. Quando i funghi sono pronti, togliete il coperchio e fate asciugare l’aqcua di vegetazione, a questo punto, versate un altro filo d’olio ed aggiungete il pollo, fate rosolare bene. Aggiustate di sale e pepe. Quando il pollo è ben cotto spegnete il fuoco e fate raffreddare.
Nel frattempo lavate ed asciugate per bene la rucola. In un recipiente unite la rucola ai funghi e pollo. Infine unite i croccantini al gusto di grana.
Servite questo piatto freddo.

Buon week end
Terry

Rainbow cake di Martha Stewart

Ecco una base bella colorata per realizzare una torta per bambini, o almeno quello che dovevo fare io, invece tra il caldo, tra che ho farcito con una crema(chantilly) che non è adattata, mi sono ritrovata con una torta crollata!! Quindi un consiglio questa torta va farcita solo ed esclusivamente  con il frosting.
La ricetta è quella americana di Martha Stewart.

Per una tortiera da 22cm, (io ho usato le teglie usa e getta misura media).

INGREDIENTI:
330gr di farina
4 cucchiaini di baking powder (lievito)
1 pizzico di sale
225gr di burro
525 gr di zucchero
5 bianchi d’uovo  a temperatura ambiente
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
360ml di latte
Colori alimentare: Viola, Blu, Verde, Giallo, Arancione, Rosso

In una ciotola mescolate insieme la farina, il bakingpowder ed il sale. Mettete da parte.
Con le fruste eletriche fate a crema il burro con lo zucchero, aggiungere lentamente gli albumi, incorporateli bene. Aggiungete la vaniglia e continuate a mescolare a bassa velocita. Ora aggiungete alternando il composto di polveri(farina,lievito e sale)  ed il latte, iniziando con la farina e finendo con il latte.
Continuate a mescolare sempre a velocita bassa.

Ora che l’impasto è pronto impasto, lo dividiamo in parti uguali in 6 ciotole e in ognuna aggiungiamo un colorante in modo da ottenere i 6 colori che rapresentano l’arcobaleno.

Versate ogni impasto nella rispettiva teglia e cucinate in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti.

Lasciate raffreddare bene.
Il risultato sono 6 dischetti soffici e colorati.

Infine ecco poi come ho presentato quella che doveva essere la torta!

Ai bambini l’idea è piaciuta tantissimo:)

A presto con la torta di compleanno della mia cucciola!
Buona Domenica
 Terry